La Ferrari riscalda i motori per l'apertura del 14 aprile

Il marchio del Cavallino ha comunicato ufficialmente che se ci saranno le condizioni riaprirà gli impianti dopo Pasqua: un segnale di speranza per un Paese come l'Italia ancora martoriato dal Coronavirus.

La Ferrari riscalda i motori per l'apertura del 14 aprile

Alla Ferrari scommettono sul futuro: la Casa di Maranello prevede attualmente di riaprire la produzione il 14 aprile 2020 a condizione che sia garantita la continuità della catena di fornitura. La speranza dei vertici del Cavallino è che, quindi, si attenui la morsa del Coronavirus sull’Italia dopo Pasqua, per cercare di ridare il via all’attività produttiva che è stata fermata.

“Tutte le attività aziendali che possono essere svolte attraverso il lavoro agile – si legge nel comunicato - continueranno regolarmente come è stato fatto nelle scorse settimane. La Società continuerà a farsi carico dei giorni di assenza di coloro che non possono avvantaggiarsi di tale soluzione”.

“A fronte della grande incertezza e dell’imprevedibilità causata dal Covid-19, il marchio del Cavallino sta adottando tutte le misure più appropriate per assicurare il benessere e la salute dei suoi dipendenti, nell’interesse di tutti i suoi azionisti”.

La Ferrari precisa sin da ora che sarà in grado di dare la situazione finanziaria del primo trimestre il 4 maggio 2020, nel corso della conference call con la comunità di investitori.

“Alla luce del valore del marchio, della propria solidità finanziaria e del modello di business, Ferrari è fiduciosa nella propria capacità di generare valore per tutti gli azionisti al di là delle incertezze del breve periodo”.

condividi
commenti
Come Motorsport.tv sta cambiando il modo di vedere gare epiche
Articolo precedente

Come Motorsport.tv sta cambiando il modo di vedere gare epiche

Articolo successivo

Brembo dona 1 milione di euro per la lotta al Coronavirus

Brembo dona 1 milione di euro per la lotta al Coronavirus
Carica i commenti