Ecco perché il GP di Spagna di F1 a Barcellona è un appuntamento imperdibile

condividi
commenti
Ecco perché il GP di Spagna di F1 a Barcellona è un appuntamento imperdibile
13 mar 2019, 19:29

Il Gran Premio di Spagna segna l’inizio della stagione europea in Formula 1 e si terrà a pochi chilometri da una delle città più cosmopolite del mondo. Motorsport Live ti spiega perché non dovresti perderlo.

Il Gran Premio di Spagna viene disputato al Circuit de Barcelona-Catalunya, che dista 30 minuti dal capoluogo catalano. Situato a nord della città, ospita la Formula 1 dal 1991. È il tracciato su cui si svolgono i test invernali ed è considerato un appuntamento di casa per molti piloti e squadre.

Lo scorso mese la squadre che si sfideranno nel 2019 sono scese in pista e hanno iniziato a svelarsi pian piano. Con il ritmo di sviluppo, sicuramente si vedranno situazioni diverse quando torneranno su questo tracciato a maggio. Sarà la prima gara europea, che per le squadre rappresenterà la prima vera opportunità di portare nuove componenti sulle monoposto. Con le nuove modifiche al regolamento, è quasi certo che le ali anteriori verranno raffinate, i bargeboard modificati ed i pacchetti rinnovati su molte vetture. Non è assolutamente sicuro che le gerarchie che si sono venute a creare dopo le prime quattro gare resterà invariata quando le nuove componenti verranno messe sulle monoposto del 2019.

Barcellona potrà anche essere teatro di aggiornamenti tecnici e migliaia di chilometri di test, ma questo non vuol dire che sia prevedibile, anzi. Nel 1996 Michael Schumacher ha trionfato per la prima volta con la Ferrari, segnando l’inizio di una nuova iconica era della Formula 1. Nel 2012 Pastor Maldonado ha stupito tutti riportando la Williams sul gradino più alto del podio. Il suo successo inaspettato è stato replicato quattro anni dopo da Max Verstappen, che ha conquistato il mondo vincendo al debutto con la Red Bull, nell’anno della guerra intestina tra i due piloti Mercedes. Nel 2017 invece Lewis Hamilton ha avuto la meglio su Sebastian Vettel in un duello ruota a ruota. Barcellona non delude mai. Se non altro, i chilometri macinati durante i test permettono ai piloti di conoscere il tracciato meglio di qualsiasi altra pista e questo vuol dire che sanno dove spingere. Tutto ciò ci permette di vedere grandi azioni di gara ed in questo decennio, metà dei vincitori del Gran Premio hanno poi vinto il titolo nello stesso anno.

Cosa succederà nel 2019? Tutto porta a pensare che i risultati saranno quelli dei test invernali. Dopo otto giorni e 64 ore di azioni in pista, Vettel e Hamilton erano separati da 3 millesimi di secondo. Questo vuol dire che, quando la Formula 1 tornerà a Barcellona, assisteremo ad una grande lotta tra due leggende. Parliamo solamente dei piloti di testa. Quelli situati a metà schieramento erano racchiusi in un battito di ciglia, dunque le battaglie per ogni posizione saranno durissime anche durante le prime fasi di stagione. Ci sono molte ragioni per cui è impossibile perdere l’azione. L’imponente tribuna principale offre una vista mozzafiato del rettilineo principale e dell’area box ed altre tribune disposte lungo la prima sequenza di curve permette di avere una vasta scelta.    

Ovviamente, c’è molto altro da fare oltre alle gare. La vivace Barcellona è il luogo perfetto per soggiornare. L’aeroporto El Prat è veramente vicino al centro della città e tutte le compagnie aeree principali atterrano lì ogni giorno. Barcellona offre un’ampia scelta di musei, monumenti e locali mozzafiato. Perché non fare una visita al capolavoro di Gaudì, la Sagrada Familia, o passeggiare lungo la Rambla, che parte da Plaça Catalunya ed è ricca di negozi? Se sei appassionato di sport, Barcellona è la casa di una delle squadre di calcio più prestigiose del mondo, FC Barcellona. Il suo spettacolare Camp Nou, stadio che ospita un museo e permette di fare un tour, può contenere fino a 100.000 persone. È un must per gli appassionati di calcio. Ci sono poi un’infinità di ristoranti che servono delle gustosissime tapas, bar nei quali trascorrere le serate e chilometri di spiagge che costeggiano la città. Barcellona ne ha per tutti i gusti!

Dunque, cosa stai aspettando? Scopri tutte le opzioni dei biglietti per il Gran Premio di Spagna qui.

Articolo successivo
Futuro di Imola: incontro distensivo tra sindaco, FIM e la Direzione dell'Autodromo Enzo e Dino Ferrari

Articolo precedente

Futuro di Imola: incontro distensivo tra sindaco, FIM e la Direzione dell'Autodromo Enzo e Dino Ferrari

Articolo successivo

Ecco perché dovresti andare al GP di Francia di Formula 1

Ecco perché dovresti andare al GP di Francia di Formula 1
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Speciale
Be first to get
breaking news