WTCR
G
Salzburgring
11 set
-
13 set
Prossimo evento tra
62 giorni
G
Slovakia Ring
09 ott
-
11 ott
Prossimo evento tra
90 giorni
WSBK
G
Donington Park
03 lug
-
05 lug
Postponed
31 lug
-
02 ago
Prossimo evento tra
20 giorni
WRC
21 mag
-
24 mag
Evento concluso
16 lug
-
19 lug
Postponed
WEC
13 ago
-
15 ago
Prossimo evento tra
33 giorni
W Series
G
26 giu
-
27 giu
Canceled
G
Norisring
10 lug
-
11 lug
Canceled
MotoGP
17 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
6 giorni
G
GP di Andalusia
24 lug
-
26 lug
Prossimo evento tra
13 giorni
Moto3
G
Assen
26 giu
-
28 giu
Canceled
G
Kymi Ring
10 lug
-
12 lug
Canceled
Moto2
G
Assen
26 giu
-
28 giu
Canceled
G
Kymi Ring
10 lug
-
12 lug
Canceled
IndyCar
10 lug
-
12 lug
Canceled
Formula E
05 giu
-
06 giu
Evento concluso
G
ePrix di Berlino I
05 ago
-
05 ago
Prossimo evento tra
25 giorni
FIA F3
03 lug
-
05 lug
Evento concluso
10 lug
-
12 lug
Evento concluso
FIA F2
03 lug
-
05 lug
Evento concluso
10 lug
-
12 lug
Evento concluso
Formula 1
03 lug
-
05 lug
Evento concluso
10 lug
-
12 lug
Prove Libere 2 in corso . . .
ELMS
17 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
6 giorni
G
Spa-Francorchamps
07 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
27 giorni
DTM
G
Spa-Francorchamps
01 ago
-
02 ago
Prossimo evento tra
21 giorni
14 ago
-
16 ago
Prossimo evento tra
34 giorni
GT World Challenge Europe Sprint
07 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
27 giorni
11 set
-
13 set
Prossimo evento tra
62 giorni
GT World Challenge Europe Endurance
04 set
-
06 set
Prossimo evento tra
55 giorni

Ecco perché dovresti andare al GP di Francia di Formula 1

condividi
commenti
Ecco perché dovresti andare al GP di Francia di Formula 1
17 mar 2019, 12:22

La Formula 1 è tornata su uno dei suoi circuiti storici nel 2018 dopo una lunga assenza. Il Paul Ricard, con i suoi colori distintivi blu, bianco e rosso, ha aperto le porte. Motorsport Live seguirà il Gran Premio di Francia e, oltre alle classiche ragioni per recarsi in Provenza a giugno, spiega perché nel 2019 sarà una gara da non perdere.

Le gare di Grand Prix hanno rappresentato la nascita delle corse, la FIA (Federazione Internazionale dell’Automobile), l’organo governativo del motorsport, ha la sua sede centrale a Parigi e si affaccia su Place de la Concorde. Dalla prima gara disputata nel 1902, la Francia ha ospitato una grande varietà di eventi di amatori benestanti prima che il motorsport diventasse professionale.

Con l’arrivo della Formula 1 nel 1950, dominavano i circuiti cittadini, prima che il Paul Ricard diventasse sinonimo di F1 durante tutti gli anni ’70 e ’80 e teatro dei test, prima di essere sostituito da Magny-Cours a partire dal 1991. Con i numeri in calo come risultato dell’era di Michael Schumacher, il governo francese ha tagliato i fondi nel 2008 e le gare sono state interrotte. Dieci anni dopo è tornato il Gran Premio di Francia, su un rinnovato e migliorato Circuito Paul Ricard, situato su un bellissimo altopiano nel cuore della Provenza.

Circuito del Paul Ricard

Circuito del Paul Ricard

Lo scorso anno la gara è stata movimentata dal semaforo alla bandiera a scacchi, un contatto alla Curva 1 tra i due principali contendenti al titolo, Valtteri Bottas e Sebastian Vettel, ha dato la possibilità anche ai più sfavoriti di poter emergere sotto il sole francese. C’era un comprensibile entusiasmo per gli idoli locali Romain Grosjean e Pierre Gasly; quest’ultimo ora veste i colori Red Bull Racing, potrà ambire alla vittoria quest’anno sul circuito di casa? Nessun francese, dopo Alain Prost, ha fatto risuonare ‘La Marsigliese’ al Gran Premio di Francia.

Oppure sarà la Renault ad avere la meglio? Lo scorso anno la passione verso il colosso automobilistico locale era moltissima e migliaia di spettatori hanno colorato di giallo le tribune. Con Daniel Ricciardo alla guida della Renault, sarà questo l’anno in cui tornerà sul gradino più alto del podio?

Il circuito offre viste mozzafiato di alcune delle curve più iconiche del motorsport. Guarda i piloti sfrecciare lungo il rettilineo principale, sul Mistral o mentre affrontano l’insidiosa doppia curva a destra di le Beausset, dove l’azione è quasi sempre garantita. La creazione di un Parcheggio di interscambio permetterà di evitare i problemi dello scorso anno.

Les Baux-de-Provence

Les Baux-de-Provence

Photo by: Getty Images

Il fatto che il Paul Ricard sia situato in Provenza offre l’opportunità unica di combinare l’azione di gara di alta classe con un paesaggio locale mozzafiato, con molti caffè e ristoranti che servono ottimo cibo, oltre ad un’atmosfera rilassante. Fete de la Music, il festival nazionale musicale coincide con il weekend di gara e sia il circuito sia la zona sono pronti per un fine settimana festoso.

In alternativa, scegli le strabilianti strade che ti portano in Costa Azzurra, che vanta decine di cittadine uniche nel loro genere, che offrono viste meravigliose di uno dei tratti di costa più famosi del mondo. Se vuoi inoltrarti ancora un po’, in poco meno di un’ora puoi arrivare fino a Marsiglia, una delle città più vivaci della Francia. L’Aeroporto Marignane di Marsiglia potrebbe essere il tuo punto di arrivo che ti conduce poi verso il Gran Premio di Francia, vi atterranno la maggior parte delle compagnie aree da tutta l’Europa.

Marsiglia

Marsiglia

Photo by: Getty Images

Per le temperature quasi sicuramente estive, il cibo mozzafiato e soprattutto per le corse, il GP di Francia è imperdibile. Cosa stai aspettando? Acquista ora il tuo viaggio al Gran Premio di Francia con Motorsport Live.

Articolo successivo
Ecco perché il GP di Spagna di F1 a Barcellona è un appuntamento imperdibile

Articolo precedente

Ecco perché il GP di Spagna di F1 a Barcellona è un appuntamento imperdibile

Articolo successivo

Fernando Alonso investe in Motorsport Games

Fernando Alonso investe in Motorsport Games
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Speciale