GT World Challenge Europe Endurance
09 mag
-
10 mag
Canceled
17 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
49 giorni
WSBK
G
Imola
08 mag
-
10 mag
Evento concluso
G
Donington Park
03 lug
-
05 lug
Prossimo evento tra
35 giorni
WRC
21 mag
-
24 mag
Evento concluso
04 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
6 giorni
WEC
13 ago
-
15 ago
Prossimo evento tra
76 giorni
W Series
G
29 mag
-
30 mag
Prossimo evento tra
15 Ore
:
00 Minuti
:
22 Secondi
G
Anderstorp
12 giu
-
13 giu
Prossimo evento tra
14 giorni
MotoGP
14 mag
-
17 mag
Evento concluso
28 mag
-
31 mag
Evento in corso . . .
Moto3
G
Le Mans
15 mag
-
17 mag
Evento concluso
G
Mugello
29 mag
-
31 mag
Prossimo evento tra
15 Ore
:
00 Minuti
:
22 Secondi
Moto2
G
Le Mans
15 mag
-
17 mag
Evento concluso
G
Mugello
29 mag
-
31 mag
Prossimo evento tra
15 Ore
:
00 Minuti
:
22 Secondi
IndyCar
G
Austin
24 apr
-
26 apr
Evento concluso
G
Detroit
29 mag
-
31 mag
Prossimo evento tra
15 Ore
:
00 Minuti
:
22 Secondi
Formula E
05 giu
-
06 giu
Prossimo evento tra
7 giorni
G
Berlin ePrix
20 giu
-
21 giu
Prossimo evento tra
22 giorni
FIA F3
G
Barcellona
08 mag
-
10 mag
Evento concluso
G
Red Bull Ring
03 lug
-
05 lug
Prossimo evento tra
35 giorni
FIA F2
G
Monaco
21 mag
-
23 mag
Evento concluso
G
05 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
7 giorni
Formula 1
21 mag
-
24 mag
Evento concluso
ELMS
G
Paul Ricard
17 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
49 giorni
G
Spa-Francorchamps
07 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
70 giorni
DTM
10 lug
-
12 lug
Prossimo evento tra
42 giorni
G
Anderstorp
31 lug
-
02 ago
Prossimo evento tra
63 giorni
GT World Challenge Europe Sprint
01 mag
-
03 mag
Canceled
07 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
70 giorni
WTCR
G
Slovakia Ring
05 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
7 giorni
19 giu
-
21 giu
Prossimo evento tra
21 giorni

Domenicali: "Cogliere questa occasione per ricostruire lo sport"

condividi
commenti
Domenicali: "Cogliere questa occasione per ricostruire lo sport"
Di:
Tradotto da: Lorenza D'Adderio
29 apr 2020, 13:01

Stefano Domenicali ha affermato che sarebbe deleterio per il motorsport non approfittare dell’occasione presentata dalla crisi pandemica mondiale per ripristinare lo sport in futuro.

In un’intervista esclusiva con Motorsport.com per la serie #thinkingforward, l’ex team principal Ferrari in Formula 1 ed ora CEO di Lamborghini e presidente della commissione monoposto FIA, afferma che lo sport ha trascurato troppo a lungo il controllo dei costi ed alter misure che ne assicurassero la salute. Ma con il collasso derivato dalla pandemia che mette a rischio gli investimenti di costruttori, sponsor e team dalla Formula 1 in poi, si sta lavorando duramente per ripristinare lo sport.

“FIA e Liberty stanno lavorando con i team – afferma Domenicali – credo che stiano andando nella giusta direzione in riferimento a ciò a cui stiano pensando in chiave futura. Questa è un’opportunità imperdibile e non si può lasciare sfuggire, bisogna coglierla. Altrimenti il rischio di non ritorno alla piattaforma che era una volta è molto alto. Non possiamo dimenticare che se guardiamo i numeri dei biglietti venduti per i gran premi che si sarebbero dovuti tenere fino ad ora, sono incredibilmente alti. Questa era la situazione prima della crisi ed è dovere delle parti interessate assicurare che questa attenzione venga mantenuta anche dopo la crisi”. 

La scorsa settimana, la FIA ha introdotto una clausola di ‘salvaguardia’ al codice sportive internazionale che consente di far passare le modifiche del 2021 in un period di tempo più breve rispetto al normale, ricevendo un consenso quasi unanime da parte dei team. Il momento chiave per questo sarà la riunione di metà giugno del Consiglio Sportivo FIA.

“Credo che sarebbe deleterio non cogliere l’ opportunità di rivedere i punti che dobbiamo migliorare – aggiunge Domenicali – Pertanto in queste settimane stiamo lavorando per poter presentare al Consiglio Mondiale della FIA (programmato per il 19 giugno) le idée di cui stavamo discutendo ma che sono sempre state rimandate perchè il sistema lo accettava quando la situazione economica era buona. Ora dobbiamo cogliere questa occasione, perderla sarebbe uno spreco.

Vedo questo momento come un’opportunità di rimodellare l’industria del motorsport. Non c’è dubbio sul fatto che il motorsport sarà una parte essenziale del nostro future, ma in breve tempo dovremo rivedere il livello degli investimenti e forse anche quello della tecnologia e del numero di campionati. Probabilmente anche l’atteggiamento di alcuni costruttori, se essere fornitori ad un team privato o coinvolticome costruttori. Queste sono discussioni che devono essere fatte immediatamente, perché è fondamentale cogliere l’attimo, anche se l’interruzione è enorme.

Dobbiamo avere una base di partenza nulla per capire come ricostruire, considerando che nell’arco di un paio di anni la situazione migliorerà ed il motorsport rimarrà una piattaforma importante per la nostra industria”.

Domenicali osserva che, mentre attualmente l’attenzione è concentrata sulla Formula 1 (dove i team come la McLaren vogliono portare il budget cap a 100 milioni di dollari, mentre la Ferrari non accetta di scendere sotto i 145 milioni di dollari), c’è bisogno anche di un reset in alter categorie. Il suo ruolo nella FIA lo ha portato dalla F4 alla F1, percorso spesso considerato come una scala della carriera: “Parlando come presidente della commissione monoposto FIA, pensiamo alla giusta decisione per F4, F3, F2 di ricominciare appena sarà possibile ed a ciò può essere fatto per ridurre ulteriormente i costi e per assicurarsi che questo ‘mondo formula’ possa essere ancora attraente in future. Ritarderemo l’introduzione degli aggiornamenti tecnologici per mantenere i team in vita. Tutti stanno provando a mantenere vivi i campionati nella seconda parte della stagione, ma dobbiamo anche capire il tempo limite per concentrarsi sul 2021”.

Domenicali, che ha riportato Lamborghini alle corse con un programma GT che ha portato alle vittorie della 24 Ore di Daytona, la 12 Ore di Sebring e la serie GT International, manifesta anche la propria cautela riguardo la flessibilità di disputare gare motoristiche prima di settembre: “È abbastanza complicate a causa delle complicazioni delle legislazioni che devono essere considerate. Non si tratta solo del paese dove viene disputata la gara, ma anche delle differenti nazionalità dei team, che devono rispettare le legislazioni dei rispettivi paesi. Non voglio chiudere la porta a questo, la Formula 1 sta provando a fare qualcosa al più presto e sarebbe fantastico, ma è anche molto impegnativo”.  

Articolo successivo
Entro il 2021 si punta ad ultimare il nuovo Cervesina da 5,251km

Articolo precedente

Entro il 2021 si punta ad ultimare il nuovo Cervesina da 5,251km

Articolo successivo

Le mascherine Nanoprom promosse dall'ISS

Le mascherine Nanoprom promosse dall'ISS
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Speciale
Autore James Allen