Misano, Gara 1: Gilardoni centra la vittoria

Misano, Gara 1: Gilardoni centra la vittoria

Il portacolori della GSK ha approfittato della penalità di 25'' inflitta a Luca Defendi.

Seconda vittoria della stagione, nella Formula Renault 2.0 Italia, per Kevin Gilardoni. Il 20enne comasco della GSK Grand Prix, dopo il successo ottenuto a Monza, si è imposto anche nella prima delle due gare di Misano, che questo fine settimana ospita il terzo appuntamento della serie della Fast Lane Promotion. Una vittoria scaturita però dopo la penalizzazione di 25'' inflitta a Luca Defendi (retrocesso sesto), che aveva tagliato il traguardo per primo al termine di una volata a tre con lo stesso Gilardoni ed il croato Kristijan Habulin, rispettivamente secondo e terzo alla bandiera a scacchi. Il bergamasco è stato infatti ritenuto responsabile del contatto che aveva messo fuori dai giochi Dario Orsini nel corso del secondo giro. Per Gilardoni anche la nuova leadership provvisoria della classifica, in cui è riuscito a scavalcare Habulin, che adesso paga nei suoi confronti soltanto sei punti. LA CRONACA. Nel giro di ricognizione si ferma proprio in fondo al rettilineo la monoposto di Francresco Bracotti e viene fatta completare una tornata supplementare. In pole c’è Gilardoni, che scatta bene al semaforo verde. Dietro di lui, nonostante un’esitazione in partenza, mantiene la seconda posizione Orsini. Subito terzo Defendi, con Habulin che chiude il quartetto di testa. All'inizio del secondo passaggio, Defendi prova a infilare Orsini alla staccata in fondo al rettilineo ma senza riuscirci. Rientra ai box nel frattempo Cazzaniga con il musetto della sua vettura danneggiato. Intanto esce di scena proprio Orsini, a causa di un contatto con Defendi, il quale risale così in seconda posizione, mentre Capitanio si porta a sua volta nella scia Habulin. Al terzo giro è un testacoda di Matteo Pollini all’uscita dell’ultima curva a chiamare in causa la safety-car. Gara neutralizzata per una sola tornata e G ilardoni ancora al comando al re-start. Si gira anche Lorenzo Paggi, sempre nell’ultimo tratto che immette sul rettilineo del traguardo, ma il romano riesce a ripartire. Problemi elettrici fermano Mirko Barletta all’ottavo giro. A sei minuti dalla bandiera a scacchi, Defendi infila invece con decisione Gilardoni all’interno della Quercia e balza in testa. Il comasco a questo punto deve difendersi anche dagli attacchi di Habulin e lo fa magistralmente, riportandosi viceversa sulla scia del nuovo battistrada. A pochi secondi dallo scadere del tempo, prova pertanto a riprendersi la il comando. Ultimo giro incandescente, con Defendi che è però bravo a chiudere la porta, transitando davanti a tutti alla bandiera a scacchi. "Ho fatto una bella partenza e, dopo la safety-car, sono riuscito a rimanere concentrato. Poi Defendi è riuscito a passarmi. Ho provato di tutto per ritornare in testa ma senza riuscirci. Sono comunque contento di avere conquistato altri punti importanti per la classifica" aveva commentato Gilardoni, prima di sapere di essere lui il vincitore. La classifica del campionato dopo 5 gare (primi 10): 1. Kevin Gilardoni ITA (GSK Grand Prix) 82; 2. Kristijan Habulin HR (Kreator Racing Team) 76; 3. Luca Defendi ITA (Team Torino Motorsport) 58; 4. Dario Capitanio ITA (Team Torino Motorsport) 52; 5. Dario Orsini ITA (GSK Grand Prix) 48; 6. Francesco Bracotti ITA (Green Goblin by Facondini) 39; 7. Mirko Barletta ITA (FTF Competizioni) 35; 8. Nicolò Rocca ITA (GSK Grand Prix) 30; 9. Pietro Peccenini ITA (TS Corse) 25; 10. Lorenzo Paggi ITA (Team Torino Motorsport) 18. Il via di Gara 2 è in programma questo pomeriggio, alle ore 15.45.

FR2.0 ITA - Misano - Gara 1

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula Renault
Piloti Kevin Gilardoni
Articolo di tipo Ultime notizie