Norman Nato domina le libere a Pau

Norman Nato domina le libere a Pau

Sessione caratterizzata da diverse interruzioni per gli incidenti tipici del cittadino francese

Sul circuito cittadino francese di Pau, questo fine settimana sede del secondo dei sette doppi appuntamenti della Formula Renault 2.0 ALPS, miglior tempo del 19enne Norman Nato. Al termine del turno unico delle prove libere di oggi, il transalpino del team RC Formula è riuscito a “stampare” un ottimo 1’15”836 solo negli ultimi minuti disponibili, relegando rispettivamente a 152 millesimi e a tre decimi di secondo i due piloti della Tech1 Racing, Matthieu Vaxiviere e Paul-Loup Chatin, quest’ultimo su questo stesso tracciato già protagonista lo scorso anno, quando riuscì a salire due volte sul podio, mettendo a segno un terzo ed un secondo posto. Una sessione particolarmente movimentata, caratterizzata dal caldo e ben quattro interruzioni, con il primo colpo di scena che ha visto il russo del Red Bull Junior Team Daniil Kvyat (Koiranaen Motorsport), leader del campionato dopo le due vittorie ottenute a Monza, finire contro le protezioni e rientrare ai box a piedi. La prima bandiera rossa dopo 7’, quando alla terza curva si è fermata la vettura di Konstantin Tereshchenko, mentre davanti a tutti si era portato il transalpino William Vermont. Giusto il tempo di riaprire la pit-lane, che Kvyat è arrivato lungo fermandosi contro le gomme della famigerata “Foch”. La vettura del russo è stata immediatamente recuperata con la gru e la sessione questa volta non è stata interrotta. Dopo 15’ a salire in vetta alla classifica è stato Vaxiviere, subito scavalcato da Patrick Kujala, più veloce di 147 millesimi. Ma pochi minuti dopo è arrivato il turno di Chatin, alle cui spalle si è portato immediatamente Nato, di circa due decimi più lento. È stato proprio quest’ultimo a scendere tuttavia per primo sotto il tetto di 1’17”. Altra bandiera rossa a mezzora dalla conclusione della sessione, quando l’uscita della “new-entry” Paul Petit ha provocato un autentico ingorgo di vetture. Al re-start è stato dunque Chatin a ritornare al comando, stabilendo il responso di 1’16”247, subito migliorato ancora da Vaxiviere, autore di 1’15”988. Ma un testacoda del brasiliano Victor Franzoni ha reso necessaria l’ennesima bandiera rossa. Quindi di nuovo il verde: appena il tempo per consentire a Nato di balzare al comando, fermando i cronometri su 1’15”836 (ancora tuttavia abbastanza alto rispetto alla pole 2011 di Chatin, in quella occasione autore di 1’14”812). Un’altra monoposto ferma lungo il tracciato ha infatti provocato un ulteriore e definitivo “stop”. A concludere quarto è stato quindi il tedesco Stefan Wackerbauer, anche lui portacolori della Koiranen Motorsport, che ha preceduto nell’ordine Franzoni e l’inglese Melville McKee, che sul tracciato cittadino di Pau lo scorso anno era stato una vera rivelazione ottenendo un quarto posto. Domani le prove di qualifica si svolgeranno su due differenti turni da 20’, con le monoposto divise in due gruppi per evitare un eccessivo intasamento in pista. Il semaforo verde si accenderà a partire dallo ore 10.55. Il via di Gara 1 (25’ più un giro da completare) è invece in programma nel pomeriggio, alle 18.35. Gara 2 scattera infine domenica mattina alle ore 10.15.

FR2.0 ALPS - Pau - Prove Libere

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula Renault
Articolo di tipo Ultime notizie