Dopo Gibbin è il turno di Frisone

Dopo Gibbin è il turno di Frisone

Quinto vincitore differente in sei appuntamenti

Cinque differenti vincitori su sei gare. È lotta “apertissima” nel Challenge Formula Renault 2.0 che continua a proporre nuovi protagonisti. A balzare in testa al campionato, dopo il terzo doppio round di Monza, è stato il 21enne Francesco Frisone, primo all’arrivo di gara 2. Il pilota milanese ha firmato la doppietta per il team Viola Formula Racing che in gara 1 aveva festeggiato il primo successo con Federico Gibbin. Nella classifica scivola terzo Federico Vecchi, che ha chiuso il weekend con un bilancio di un terzo posto conquistato sabato. Davanti a lui c’è adesso Andrea Cecchellero, mentre tra i protagonisti si è confermato Antonino Pellegrino primo al traguardo a Vallelunga ed in Brianza autore di un quinto ed un secondo posto. Complessivamente bene anche Gibbin e Scionti, mentre il nuovo volto è quello dello sloveno Habjan Matevz, finito per la prima volta sul gradino più basso del podio. LA CRONACA In pole c’è Cecchellero, penalizzato di cinque secondi per taglio di chicane in gara 1 e retrocesso sesto, ma di conseguenza avanzato di una posizione sulla griglia di gara 2 proprio per effetto dell’inversione dei primi sei. Il pilota del Team Torino Motorsport prende il comando davanti a Frisone che passa Pellegrino. Subito fuori dai giochi Vecchi, tamponato nella bagarre del pronti-via. Alla variante Ascari si gira Ciccaglioni e, per evitarlo, Mancinelli finisce a sua volta per insabbiarsi. Nel frattempo risale bene anche Gibbin, che all’inizio della seconda tornata si ritrova davanti al suo stesso compagno di squadra. Ancora un avvicendamento con Scionti che passa in sequenza Frisone e Gibbin e attacca anche Cecchellero. Il veneto tiene giù il piede, ma il romano è più determinato e va al comando. Cecchellero da parte sua viene immediatamente incalzato pure da Gibbin che torna di nuovo secondo. Ma intanto dalla direzione gara viene esposto il cartello di drive through per Scionti, Gibbin e Cecchellero, ritenuti colpevoli di avere tagliato la prima chicane. Il primo ad entrare ai box per scontare la penalizzazione è Gibbin, imitato da Cecchellero e, in seguito, pure da Scionti. Esce all’Ascari anche Bassi, mentre Marinšek è costretto a parcheggiare la propria vettura lungo il tracciato. Al comando si ritrova Frisone, ormai imprendibile anche per Pellegrino che taglia il traguardo secondo, seguito a sua volta da Matevz. Al quarto posto c’è Castiglioni, con il giovanissimo Spiga ottimo quinto alla bandiera a scacchi in occasione del suo debutto e Cecchellero sesto davanti a Scionti. Adesso saranno due le settimane di pausa, prima del prossimo appuntamento di Misano in programma nel fine settimana del 17 e 18 luglio. Gara 2: 1. Francesco Frisone (Viola Formula Racing) 16 giri in 30'57"007; 2. Antonino Pellegrino (Scuderia Antonino) a 4"101; 3. Habjan Matevz (AK Plamtex Sport) a 13"917; 4. Matteo Castiglioni (CO2 Motorsport) a 14"656; 5. Luca Marco Spiga (GTR Racing) a 21"187; 6. Andrea Cecchellero (Team Torino Motorsport) a 23"711; 7. Federico Scionti (GSK Motorsport-TT Racing) a 25"096; 8. Andrea Baiguera (Brixia Autosport) a 27"823; 9. Patrick Gobbo (Team Torino Motorsport) a 37"385; 10. Federico Gibbin (Viola Formula Racing) a 45"913; 11. Paolo Viero (Team Dynamic Engineering) a 1'04"031; 12. Jaka Marinsek (AK Plamtex Sport) a 8 giri; 13. Ettore Bassi (Team Torino Motorsport) a 8 giri. Il campionato (primi dieci): 1. Frisone 134 punti; 2. Cecchellero 128; 3. Vecchi 118; 4. Gibbin 108; 5. Pellegrino 98; 6. Castiglioni 85; 7. Matevz 66; 8. Antonucci 56; 9. Gobbo 55; 10. Marinšek 52.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula Renault
Articolo di tipo Ultime notizie