Bruno Bonifacio dalla pole alla vittoria

Bruno Bonifacio dalla pole alla vittoria

Sfuma la doppietta Prema, con Fuoco penalizzato 25" per un contatto nelle fasi iniziali

Seconda affermazione per il brasiliano Bruno Bonifacio e una doppietta Prema in Gara 1 sfumata solo dopo l’arrivo, sul circuito belga di Spa-Francorchamps, questo weekend scenario del terzo dei sette doppi round della Formula Renault 2.0 ALPS. Una penalizzazione di 25” per un contatto iniziale, ha infatti privato il cosentino Antonio Fuoco del secondo posto, che è andato invece al polacco della JD Motorsport Jakub Dalewski, autore di una condotta perfetta e per la prima volta sul podio, assieme allo svizzero Kevin Joerg (Jenzer Motorsport) che automaticamente ha concluso terzo. Dopo avere centrato il suo primo successo nel round inaugurale di Vallelunga, Bonifacio ha quindi concesso il “bis”, dominando fin dal primo giro dopo essere scattato dalla pole. Protagonisti mancati il russo Egor Orudzhev (Tech1 Racing) e il vicentino Luca Ghiotto, quest’ultimo al volante della terza vettura della Prema, fuori dai giochi per l’incidente che ha visto coinvolto anche Fuoco, sfilato quasi indenne e in seguito punito per la manovra commessa. Brivido invece per Luke Chudleigh (compagno di squadra dello stesso Orudzhev), finito violentemente contro le barriere, tanto da costringere la direzione gara a esporre la bandiera rossa: nessuna conseguenza per il canadese. Bene anche l’altro pilota carioca Guilherme Silva, quarto con la prima delle monoposto del team Koiranen GP, dopo che sono stati inflitti 10” di penalità all’argentino Marcos Siebert (Jenzer Motorsport), scivolato nono alle spalle di Konstantin Tereschchenko (Interwetten.com), Andrew Tang (Jenzer Motorsport), Ukyo Sasahara (Euronova Racing), e Joffrey De Narda (Arta Engineering). LA CRONACA Bonifacio mantiene la posizione di partenza al via, seguito da Fuoco, Orudzhev e Ghiotto. Nel rettilineo che porta a Les Combes, il russo si gira in mezzo al gruppo dopo un contatto con Fuoco e finisce contro il rail coinvolgendo anche l’incolpevole Ghiotto. A subentrare terzo è pertanto Joerg, con Villemi, Dalewski e Silva nell’ordine alle sue spalle. Al secondo passaggio Dalewski supera Villemi, ma alla tornata successiva viene esposta la bandiera rossa per l’uscita di Chudleigh al Raidillon. Ripartenza dietro alla safety-car, con Bonifacio sempre davanti a Fuoco. Al settimo giro Dalewski supera Joerg a Les Combes e, nello stesso punto, Villemi deve lasciare sfilare sia Silva che Siebert. Tereschchenko ha invece la meglio su Tang e si porta ottavo. A 2’ dalla fine Ramsay si gira, arrestandosi sulla ghiaia. Quasi contemporaneamente, a causa di una foratura, esce Villemi (in quel momento settimo), mentre poco prima S iebert aveva passato anche Silva risalendo quinto. Tutto invariato, invece, nelle posizioni di vertice, con Bonifacio che taglia il traguardo per primo, sempre seguito da Fuoco. Penalizzato di cinque posizioni sulla griglia di Gara 2 Semen Evstigneev, reo di avere superato in regime di safety-car, prima dell’espozione della “rossa”. «Nel team non abbiamo alcun ordine di scuderia, quindi dovevo stare molto attento a non fare avvicinare troppo il mio compagno di squadra. All’inizio sono riuscito tuttavia a prendere quel margine giusto per potere amministrare. Questa vittoria è importante per il mio campionato. Da ora in poi sarà fondamentale portare sempre a casa dei risultati». - è stato il commento di Bonifacio. In testa alla classifica c’è sempre Fuoco, con 16 punti di vantaggio nei confronti di Bonifacio.

F.Renault 2.0 ALPS - Spa-Francorchamps - Gara 1

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula Renault
Piloti Antonio Fuoco , Bruno Bonifacio
Articolo di tipo Ultime notizie