A Imola fine settimana confortante per Giacomo Bianchi

Il giovane ticinese conclude la tappa in Emilia-Romagna con due piazzamenti su tre in zona punti. Posticipata e accorciata la corsa di domenica: “Ci siamo alzati all’alba, mentalmente non è stato facile”.

A Imola fine settimana confortante per Giacomo Bianchi
Giacomo Bianchi Biasca, Jenzer Motorsport
Giacomo Bianchi Biasca, Jenzer Motorsport
Giacomo Bianchi Biasca, Jenzer Motorsport
Giacomo Bianchi Biasca, Jenzer Motorsport
Giacomo Bianchi Biasca, Jenzer Motorsport
Giacomo Bianchi Biasca con il coach Alex Fontana
Giacomo Bianchi Biasca, Jenzer Motorsport
Giacomo Bianchi Biasca, Jenzer Motorsport
Giacomo Bianchi Biasca, Jenzer Motorsport
Giacomo Bianchi Biasca, Jenzer Motorsport
Giacomo Bianchi Biasca, Jenzer Motorsport
Giacomo Bianchi, Jenzer Motorsport

Il processo di crescita di Giacomo Bianchi Biasca prosegue a gonfie vele. Il 17enne ticinese, impegnato nel fine settimana a Imola per il quinto appuntamento della stagione, ha centrato nuovamente la zona punti nella prime due corse emiliane.

Il portacolori della Jenzer Motorsport ha chiuso in nona posizione Gara 1, mentre nella corsa domenicale si è dovuto accontentare della decima piazza a causa, anche, dell’accorciamento della competizione, scattata oltretutto in regime di Safety-Car, dovuto alle abbondanti precipitazioni.

Gran carattere nella terza e ultima corsa. Ripartito dalle retrovie a causa del testacoda dovuto al contatto con il compagno Giorgio Carrara, Giacomo ha dato vita a un’aggressiva rimonta dall’ultima alla 17esima posizione.

Il giovane driver rossocrociato si dice contento del ritorno in pista dopo l’incidente nella precedente tappa al Mugello. “Non vedevo l’ora di tornare in azione dopo il botto nell’ultima corsa. Ho lavorato duramente tutta l’estate per arrivare preparato a Imola. Già dal test della scorsa settimana sapevamo che avremmo potuto fare bene in Emilia-Romagna”.

 

Il risultato della quinta tappa della Formula 4 italiana soddisfa le aspettative del classe 1999. “Nonostante la giornata di domenica non sia stata delle più facili, reputo buono il bottino incamerato. Siamo arrivati in pista all’alba per poi non correre a causa delle avverse condizioni meteorologiche. A livello psicologico non è stato facile, ma grazie al sostegno di tutte le persone che mi seguono sono riuscito a rimanere concentrato lungo tutta la giornata. Il contatto con Giorgio? Sono cose che succedono. Ci siamo chiariti ed è tutto a posto in vista dei prossimi appuntamenti”, ammette il driver luganese, salito a quota sei punti in classifica.

condividi
commenti
Job Van Uitert concede il bis in Gara 3 ad Imola
Articolo precedente

Job Van Uitert concede il bis in Gara 3 ad Imola

Articolo successivo

Armstrong si conferma leader, Van Uitert scavalca Colombo al secondo posto

Armstrong si conferma leader, Van Uitert scavalca Colombo al secondo posto
Carica i commenti