F. Regional: Belov e Saucy dettano legge a Spa-Francorchamps

In Gara 1 il russo è stato magistrale sotto la pioggia conquistando il primo successo nella categoria, mentre nella seconda, disputata su asciutto, lo svizzero ha colto la settima vittoria stagionale.

F. Regional: Belov e Saucy dettano legge a Spa-Francorchamps

La prima gara del weekend di Spa-Francorchamps ha visto Michael Belov e il G4 Racing conquistare il primo successo assoluto in Formula European Championship by Alpine al termine di una corsa assolutamente dominata dall’inizio alla fine.

Il russo, subentrato a campionato già avviato dopo aver disputato un round con il JD Motorsport, è scattato alla perfezione dalla pole ed ha subito preso il comando delle operazioni. Ad insidiare la sua leadership, però, ci ha pensato Hadrien David.

Il francese del R-ace GP è stato autore di un grande scatto dalla seconda fila che l’ha proiettato in seconda posizione, complice anche l’errore in avvio di Hadjar dalla seconda casella, ed ha tentato di mettersi davanti alla monoposto di Belov alla prima staccata senza successo.

Il russo si è trovato alla perfezione sull’asfalto zuppo di pioggia di Spa ed è presto scappato via anche se la sua fuga è durata poco a causa dell’intervento in pista della safety car. La vettura di sicurezza è entrata sul tracciato per consentire ai commissari di rimuovere la Prema di Vidales finito contro le barriere al secondo giro quando occupava la quarta posizione.

Alla ripartenza Belov è stato impeccabile ed ha daccapo preso il largo, mentre alle sue spalle nel penultimo giro sono cambiate le posizioni tra Maloney e David a causa di un errore del primo che ha consentito al francese di approfittarne per centrare il secondo gradino del podio.

Ottimo il quarto posto conquistato in condizioni complicate da Dino Beganovic, alla prima vittoria tra i rookie nella serie, mentre alle spalle dello svedese ha davvero ben figurato il duo della ART Grand Prix composto da Pasma e Minì.

Il finlandese, al debutto con il team transalpino, è stato autore di una gara solida conclusa al quinto posto mentre il siciliano, scattato dalla dodicesima casella, è riuscito a progredire senza commettere alcun errore e conquistare un piazzamento di assoluto valore considerando la difficoltà della pista e le condizioni meteo.

Chi ha davvero brillato, però, è stato Gregoire Saucy. Il leader del campionato è stato penalizzato notevolmente dal traffico in qualifica ed ha ottenuto solamente il ventiquattresimo crono, ma non si è assolutamente demoralizzato.

Al via Saucy è riuscito a rimontare ben 10 posizioni per poi regalare spettacolo sotto la pioggia belga e transitare sul traguardo in ottava piazza dimostrando così a tutti perché è leader della classifica con ampio merito.

Nella seconda gara del weekend Gregoire Saucy è tornato a dettare legge conquistando la settima vittoria stagionale. Il leader del campionato ha esteso ulteriormente il suo vantaggio in classifica grazie ad un successo netto.

Lo svizzero ha dovuto faticare più del previsto nelle fasi iniziali quando Gabriele Minì, scattato dalla seconda casella, è riuscito a beffarlo alla staccata del Kemmel. Il pilota siciliano ha poi duellato duramente con il compagno di team, ma si è dovuto arrendere alla maggiore esperienza di Saucy poco dopo.

Minì, tuttavia, stava tenendo il passo dello svizzero e si trovava a soli 3 decimi di ritardo dalla vetta quando a 19 minuti dal termine la safety car è entrata in pista per consentire ai commissari di rimuovere le monoposto di Delli Guanti e Smith entrati in contatto.

Alla ripartenza Saucy è stato impeccabile, mentre Minì ha faticato ed è stato sopravanzato sia da Maloney che da David per chiudere al quarto posto. Nel finale, poi, il rookie siciliano ha dovuto controllare negli specchietti un Belov sempre più minaccioso.

Il russo, grande protagonista in Gara 1, è stato autore di una rimonta furiosa dalla undicesima casella ed esaltato il potenziale tecnico della monoposto del G4 Racing.

Alle spalle di Belov ha centrato la sesta piazza Franco Colapinto, mentre grande spettacolo si è visto per le ultime posizioni della top ten.

A stupire è stato Dexter Patterson, al debutto in Regional, autore di una gara solidissima e bravo nel resistere nel finale alla pressione di Paul Aron. L’estone della Prema è stato protagonista di una gara con molti errori (il contatto con il compagno di team Vidales è il più grave), ma è sempre riuscito a mettere una pezza risalendo sino all’ottava piazza resistendo nei giri conclusivi agli scatenati Hadjar e Alatalo.

condividi
commenti
Formula Regional: cancellato il round del Nurburgring
Articolo precedente

Formula Regional: cancellato il round del Nurburgring

Articolo successivo

F. Regional: Valencia prende il posto del Nurburgring

F. Regional: Valencia prende il posto del Nurburgring
Carica i commenti