WTCR
11 set
Evento concluso
G
Slovakia Ring
09 ott
Prossimo evento tra
9 giorni
WSBK
18 set
Evento concluso
G
Magny-Cours
02 ott
Prossimo evento tra
2 giorni
WRC
08 ott
Prossimo evento tra
8 giorni
WEC
12 nov
Prossimo evento tra
43 giorni
W Series
G
04 set
Canceled
G
Austin
23 ott
Canceled
MotoGP
09 ott
Prossimo evento tra
9 giorni
Moto3
25 set
Evento concluso
09 ott
Prossimo evento tra
9 giorni
Moto2
25 set
Evento concluso
09 ott
Prossimo evento tra
9 giorni
IndyCar
G
Laguna Seca
18 set
Canceled
Formula E FIA F3
11 set
Evento concluso
G
Sochi
25 set
Canceled
FIA F2
25 set
Canceled
G
Abu Dhabi
27 nov
Canceled
Formula 1
G
GP dell'Eifel
09 ott
Prossimo evento tra
9 giorni
ELMS
28 ago
Evento concluso
G
Monza
09 ott
Prossimo evento tra
9 giorni
DTM
G
Zolder
09 ott
Prossimo evento tra
9 giorni
GT World Challenge Europe Sprint
09 ott
Prossimo evento tra
9 giorni
GT World Challenge Europe Endurance

Ticktum penalizzato, Troitckii ne approfitta e conquista Gara 3 a Zandvoort

condividi
commenti
Ticktum penalizzato, Troitckii ne approfitta e conquista Gara 3 a Zandvoort
Di:

Ticktum domina ma viene punito con un drive through per jump start e decide di ritirarsi. Troitckii centra un successo facile davanti a Zhou e Daruvala.

Dan Ticktum, Motopark Dallara F317 - Volkswagen
Dan Ticktum, Motopark Dallara F317 - Volkswagen
Mick Schumacher, PREMA Theodore Racing Dallara F317 - Mercedes-Benz, passa sulla ghiaia
Guanyu Zhou, PREMA Theodore Racing Dallara F317 - Mercedes-Benz
Ralf Aron, PREMA Theodore Racing Dallara F317 - Mercedes-Benz
Dan Ticktum, Motopark Dallara F317 - Volkswagen
Ralf Aron, PREMA Theodore Racing Dallara F317 - Mercedes-Benz
Nikita Troitskiy, Carlin Dallara F317 - Volkswagen
Alex Palou, Hitech Bullfrog GP Dallara F317 - Mercedes-Benz

Doveva essere la domenica di Dan Ticktum. La partenza dalla pole e la presenza di Armstrong in penultima posizione avrebbero dovuto spianare il successo al pilota del vivaio Red Bull, ma Ticktum ha sprecato tutto con una partenza anticipata che non è passata inosservata agli occhi dei commissari.

Il pilota del team Motopark aveva subito preso il comando delle operazioni al via, mentre Juri Vips è stato protagonista di una partenza da dimenticare che l'ha visto retrocedere dalla seconda posizione sino al fondo dello schieramento.

Dell'errore dell'estone ne ha subito approfittato Nikita Troitckii salito in seconda posizione e seguito come un'ombra da Zhou.

Ticktum ha dettato il ritmo agevolmente ma ha dovuto alzare il piede quasi subito a seguito della vettura di Hingeley ferma a bordo pista e del conseguente ingresso della safety car.

Il restart è avvenuto al quarto giro e Ticktum ha subito ripreso a spingere controllando agevolmente gli avversari alle sue spalle, mentre lontano dalla vetta si assisteva ad un bel duello tra Petrov ed Ahmed.

Per Ticktum sembrava ormai giunta la possibilità di poter tornare sul gradino più alto del podio, ma a metà gara è giunta la comunicazione del drive through per essere scattato in anticipo in partenza. 

Il pilota del vivaio Red Bull è stato così costretto a rientrare in pit lane ed ha preferito ritirarsi dalla corsa piuttosto che proseguire in coda al gruppo.

Troitckii si è così, inaspettatamente, trovato in prima posizione e non ha dovuto faticare più di tanto nel mantenere il comando delle operazioni.

Per il pilota del team Carlin è poi arrivato un aiuto inatteso da Hanses. Il pilota del team MaCom, infatti, è uscito di pista in curva 12 posteggiando la propria monoposto in cima alla collinetta della via di fuga in ghiaia.

La safety car è così dovuta tornare in azione neutralizzando la gara, ma le operazioni per rimuovere la vettura si sono rivelate più complicate del previsto.

La gru che avrebbe dovuto sollevare la monoposto di Hanses, infatti, non è riuscita ad arrampicarsi sulla collinetta e successivamente la 4X4 dei commissari si è arenata nella ghiaia della via di fuga.

Viste le difficoltà, la direzione gara ha così deciso di chiudere in anticipo la terza corsa del weekend.

Troitckii ha così potuto festeggiare il primo successo nella serie precedendo sul podio Guanyu Zhou, bravissimo nel salire sul podio in tutte e tre le gare, e Jehan Daruvala.

Sato, Scherer e Palou hanno completato in quarta, quinta e seta posizione, con lo svizzero che avrebbe potuto sfruttare meglio le disavventure di Tictkum e Vips in partenza, mentre Habsburg, dopo una intensa fase iniziale, ha chiuso al settimo posto davanti ad Aberdein, Petrov ed Enaam Ahmed.

 

Ralf Aron concede il bis e si impone anche in Gara 2 a Zandvoort

Articolo precedente

Ralf Aron concede il bis e si impone anche in Gara 2 a Zandvoort

Articolo successivo

Spa, Libere: Ticktum subito sugli scudi davanti a Guan Yu Zhou e Fenestraz

Spa, Libere: Ticktum subito sugli scudi davanti a Guan Yu Zhou e Fenestraz
Carica i commenti