Vergne: “Il rapporto con Lotterer motivo del mio successo...”

condividi
commenti
Vergne: “Il rapporto con Lotterer motivo del mio successo...”
Di: Alex Kalinauckas
Co-autore: Chiara Rainis
10 ago 2018, 08:00

Per il campione 2017-2018 di Formula E, la relazione di fiducia creata con l'agguerrito compagno di squadra lo ha spinto ad essere ancora più competitivo e desideroso di vincere...

Il vincitore Jean-Eric Vergne, Techeetah
Il vincitore Jean-Eric Vergne, Techeetah
Il vincitore Jean-Eric Vergne, Techeetah
Il vincitore Jean-Eric Vergne, Techeetah
Andre Lotterer, Techeetah
Andre Lotterer, Techeetah
Andre Lotterer, Techeetah
Andre Lotterer, Techeetah
Andre Lotterer, Techeetah

Nonostante la celebre collisione durante l'ePrix di Santiago del Cile che aveva regalato alla Techeetah una doppietta "non facile" e carica di qualche polemica, secondo Jean-Éric Vergne è stata proprio la perfetta sintonia con il team-mate André Lotterer la chiave del successo della scuderia cinese nella quarta stagione della serie “full electric”.

“Siamo stati dei compagni unici”, ha affermato parlando con Motorsport.com. “Forse venendo nella categoria non se lo aspettava, ma io ad André ho fornito tutte le informazioni utili relative alla macchina per andare più forte possibile subito e ciò ha creato una relazione di fiducia tra di noi, creando un'atmosfera interna migliore e proficua che, certamente, ha aiutato. Penso che il 99 per cento dei piloti vorrebbe... uccidere il proprio vicino di box, ma dopo quest'anno mi sono convinto che non deve essere così, specialmente se l'altro fa gioco di squadra come nel nostro caso”. 

Leggi anche:

In diverse occasioni, nel corso del campionato, Lotterer ha lasciato passare JEV e fatto da stopper nei confronti di Sam Bird, principale rivale del francese per la conquista del titolo.

“È stata una sorta di 'do ut des'. Anche lui mi aveva dato una mano importante all'inizio della stagione per arrivare in fretta alla giusta velocità”, ha dichiarato il driver di Duisburg, tre volte vincitore della 24 Ore di Le Mans a Motorsport.com.

“Considerato il comportamento del team verso di me, non è stato così complicato essere collaborativo. Io vengo dall'endurance ed è una cosa normale. Se non sei in lotta per la coppa non cambia nulla cedere una posizione. Sono dunque felice per com'è andata, specialmente da metà campionato in avanti. In particolare a Parigi penso di essermi difeso benissimo e in questo modo l'ho agevolato. Nel complesso è stato un anno positivo, in cui ho imparato parecchio”.

Informazioni aggiuntive raccolte da Rob Watts 

 

 

 

 

 

Articolo successivo
Di Grassi: “Le difficoltà mi hanno reso un pilota migliore”

Articolo precedente

Di Grassi: “Le difficoltà mi hanno reso un pilota migliore”

Articolo successivo

Agag: “La F1 dovrà chiederci il permesso per diventare elettrica...”

Agag: “La F1 dovrà chiederci il permesso per diventare elettrica...”
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula E
Piloti Jean-Éric Vergne , André Lotterer
Team Techeetah
Autore Alex Kalinauckas
Tipo di articolo Intervista