Sam Bird realizza il giro perfetto, beffa Vergne e conquista la pole a Marrakesh

condividi
commenti
Sam Bird realizza il giro perfetto, beffa Vergne e conquista la pole a Marrakesh
Di:
12 gen 2019, 12:54

Il pilota dell'Envision Virgin Racing ha piazzato la zampata decisiva nei secondi conclusivi del turno conquistando così la superpole nonostante una vettura danneggiata nel diffusore. Da Costa, terzo, è sotto investigazione.

Tom Dillmann, NIO Formula E Team, NIO Sport 004
Tom Dillmann, NIO Formula E Team, NIO Sport 004
Stoffel Vandoorne, HWA Racelab, VFE-05
Stoffel Vandoorne, HWA Racelab, VFE-05
Sam Bird, Envision Virgin Racing, Audi e-tron FE05, viene riportato nel garage
Sam Bird, Envision Virgin Racing, Audi e-tron FE05
Robin Frijns, Envision Virgin Racing, Audi e-tron FE0 Stoffel Vandoorne, HWA Racelab, VFE-05
Pascal Wehrlein, Mahindra Racing, M5 Electro, lascia il garage
Pascal Wehrlein, Mahindra Racing, M5 Electro, nel garage
Oliver Turvey, NIO Formula E Team, indossa il casco nel garage
Nelson Piquet Jr., Jaguar Racing, Jaguar I-Type 3
Nelson Piquet Jr., Jaguar Racing, Jaguar I-Type 3

Alla conclusione della sessione riservata al terzo gruppo, Tom Dillmann, al volante della NIO, nella corsia di ingresso ai box è andato a colpire il retrotreno della vettura di Sam Bird e l’inglese, in fila dietro Robin Frijns, ha a sua volta impattato contro la monoposto del compagno di team.

I meccanici della Virgin hanno sostituito il powertrain della vettura di Bird subito dopo la seconda sessione di libere a seguito di un danno alla pompa dell’acqua.

Il danno subito da Bird al diffusore, a seguito della tamponata di Dillmann, non ha impedito comunque all’inglese di conquistare la pole grazie ad un giro strepitoso concluso con il crono di 1’17’’489 lasciando Vergne e mezzo decimo di ritardo.

Il campione in carica avrà comunque la possibilità di scattare dalla prima fila dalla casella numero, mentre Antonio Felix da Costa aprirà la seconda fila con il terzo tempo. Il portoghese è stato il migliore del primo gruppo ed ha deciso di non effettuare un giro di warm up prima di passare subito alla massima potenza disponibile.  

Leggi anche:

Da Costa è comunque sotto investigazione per aver ecceduto la potenza di 200KW nel suo in e out lap.

Sebastien Buemi non è riuscito a fare meglio del portoghese e scatterà dalla quarta piazza precedendo Alexander Sims.

Dopo aver ottenuto il miglior tempo al termine della seconda sessione di libere, Mitch Evans non è riuscito a ripetersi e conquistare la pole a causa di un bloccaggio in curva 7 e chiuderà così la terza fila.

Impressionante il debutto in Formula E di Pascal Wehrlein. Il tedesco ha ottenuto il settimo tempo e soltanto un guizzo finale di Sims gli ha impedito di entrare subito in lotta per la superpole.

Robin Frijns ha conquistato l’ottavo tempo prima del caos innescato da Dillmann in pitlane e scatterà davanti a Nelson Piquet Jr. e Jerome D’Ambrosio.

Poco fortunata la sessione di qualifiche del duo Audi composto da Lucas di Grassi e Daniel Abt, superati anche dai piloti del team Virgin nonostante il medesimo powertrain.

Molti i problemi incontrati da Stoffel Vandoorne e Gary Paffettt. Entrambi i piloti del team HWA hanno accusato una perdita di potenza e partiranno rispettivamente dalla ventiduesima e dalla diciannovesima piazza.

Andre Lotterer non è riuscito ad imitare le performance del compagno di team Vergne e prenderà il via dalla casella numero 20, mentre Maximilian Gunther ha colpito il muretto in uscita di curva 6 ed ha dovuto abbandonare in anticipo la sessione. 

 
Cla # Pilota Team Tempo Gap km/h
1 2 United Kingdom Sam Bird  United Kingdom Virgin Racing 1'17.489   138.027
2 25 France Jean-Éric Vergne  China Techeetah 1'17.535 0.046 137.945
3 28 Portugal António Félix Da Costa  United States Andretti Autosport 1'17.626 0.137 137.783
4 23 Switzerland Sébastien Buemi  France DAMS 1'17.738 0.249 137.585
5 27 United Kingdom Alexander Sims  United States Andretti Autosport 1'18.400 0.911 136.423
6 20 New Zealand Mitch Evans  United Kingdom Jaguar Racing 1'29.379 11.890 119.665
7 94 Germany Pascal Wehrlein  India Mahindra Racing 1'18.126 0.637 136.901
8 4 Netherlands Robin Frijns  United Kingdom Virgin Racing 1'18.200 0.711 136.772
9 3 Brazil Nelson Piquet Jr.  United Kingdom Jaguar Racing 1'18.347 0.858 136.515
10 64 Belgium Jérôme D'Ambrosio  India Mahindra Racing 1'18.440 0.951 136.353
11 11 Brazil Lucas Di Grassi  Germany Audi Sport Team ABT 1'18.595 1.106 136.084
12 22 United Kingdom Oliver Rowland  France DAMS 1'18.604 1.115 136.069
13 7 Argentina José María López  United States Dragon Racing 1'18.612 1.123 136.055
14 16 United Kingdom Oliver Turvey  China NIO Formula E Team 1'18.624 1.135 136.034
15 19 Brazil Felipe Massa  Monaco Venturi 1'18.780 1.291 135.765
16 66 Germany Daniel Abt  Germany Audi Sport Team ABT 1'18.921 1.432 135.522
17 48 Switzerland Edoardo Mortara  Monaco Venturi 1'19.133 1.644 135.159
18 8 France Tom Dillmann  China NIO Formula E Team 1'19.338 1.849 134.810
19 17 United Kingdom Gary Paffett  HWA Racelab 1'19.516 2.027 134.508
20 36 Germany André Lotterer  China Techeetah 1'19.633 2.144 134.311
21 6 Germany Maximilian Gunther  United States Dragon Racing 1'23.332 5.843 128.349
22 5 Belgium Stoffel Vandoorne  HWA Racelab 1'33.404 15.915 114.509
Articolo successivo
Marrakesh, Libere 2: Mitch Evans si scatena e centra il miglior tempo davanti a Lotterer

Articolo precedente

Marrakesh, Libere 2: Mitch Evans si scatena e centra il miglior tempo davanti a Lotterer

Articolo successivo

D'Ambrosio approfitta del disastro BMW e si prende la vittoria a Marrakesh

D'Ambrosio approfitta del disastro BMW e si prende la vittoria a Marrakesh
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula E
Evento ePrix di Marrakesh
Autore Jake Boxall-Legge