Puebla E-Prix: Wehrlein squalificato, Di Grassi vince Gara 1

Il pilota della Porsche ha dominato Gara 1 ma è stato squalificato subito dopo il taglio del traguardo. La vittoria è andata a Di Grassi e l'Audi ha celebrato una doppietta grazie al secondo posto di Rast.

Puebla E-Prix: Wehrlein squalificato, Di Grassi vince Gara 1

Lucas di Grassi ha vinto Gara 1 dell’E-Prix di Puebla, e l’Audi ha conquistato una doppietta grazie al secondo posto di Rene Rast, dopo che la Porsche di Pascal Wehrlein, autentico dominatore della gara, è stata squalificata per una irregolarità tecnica.

Il pilota tedesco aveva comandato le operazioni sin dal via, quando era scattato dalla pole, ed aveva tagliato il traguardo con un vantaggio di 3,6’’ sugli inseguitori vedendosi subito dopo la bandiera a scacchi retrocesso in fondo alla classifica.

La squalifica è stata comminata perché il team non ha dichiarato gli pneumatici adottati sulla vettura di Wehrlein. Così facendo Porsche e Wehrlein hanno perso l’opportunità di ottenere il primo successo nella serie.

Questa decisione ha consentito a Lucas di Grassi di tornare alla vittoria dopo una assenza che durava addirittura dall’E-Prix di Berlino del 2019. Alle sue spalle Rast ha chiuso in scia con un gap di soli 4 decimi, mentre Edoardo Mortara ha completato il podio.

Al via Wehrlein ha subito preso il comando, mentre Oliver Rowland, autore del secondo tempo in qualifica, è subito precipitato in quattordicesima posizione. Vergne, per evitare la Nissan dell’inglese, ha aperto la porta a Gunther per salire in terza posizione.

La safety car è entrata presto in pista quando Nick Cassidy ha colpito le barriere in uscita di curva 2 danneggiando la sospensione anteriore sinistra.

Un secondo intervento si è reso necessario per consentire ai commissari di recuperare la Jaguar di Sam Bird, vittima dell’uscita cieca dell’attack mode e colpito dalla monoposto di Alex Lynn che l’ha poi spedito a muro.

Di Grassi si è preso la sesta posizione superando Sims in Curva 1 senza l’ausilio dell’attack mode, ed una mossa simile ha poi compiuto poco dopo nei confronti di Evans e di Gunther, con il tedesco più lento perché impegnato in una battaglia con Mortara.

La mossa decisiva nei confronti del pilota della Venturi è stata effettuata sempre in curva 1 e così facendo Di Grassi è riuscito a scrivere per la terza volta il suo nome nell’albo d’oro dei vincitori in Messico.

Nonostante un contatto con Vergne simile a quello avvenuto tra Lynn e Bird, Sims è riuscito a chiudere in quarta posizione davanti a Dennis, mentre Antonio Felix da Costa è riuscito a recuperare dalle tredicesima posizione di partenza sino alla sesta ed avrebbe potuto anche chiudere in quarta se non fosse stato rallentato da Gunther in un tentativo di sorpasso abortito.

Ottima la rimonta di Stoffel Vandoorne finito a punti in settima posizione dopo essere scattato dal fondo della griglia in ventunesima piazza, mentre Nyck de Vries ha portato la sua Mercedes in nona posizione, alle spalle di Evans, dopo essere finito in testacoda a seguito di un contatto provocato da Frijns. La top ten è stata completata da Lynn.

Cla Pilota Team Giri Tempo Distacco Distacco km orari Punti
1 Brazil Lucas Di Grassi
Germany Audi Sport Team ABT 28 47'40.772 105.1 25
2 Germany René Rast
Germany Audi Sport Team ABT 28 47'41.269 0.497 0.497 105.1 19
3 Switzerland Edoardo Mortara
Monaco Venturi 28 47'43.546 2.774 2.277 105.0 15
4 United Kingdom Alexander Sims
India Mahindra Racing 28 47'51.215 10.443 7.669 104.7 12
5 United Kingdom Jake Dennis
United States Andretti Autosport 28 47'52.245 11.473 1.030 104.7 10
6 Portugal António Félix Da Costa
China Techeetah 28 47'52.396 11.624 0.151 104.6 8
7 Belgium Stoffel Vandoorne
Germany Mercedes 28 47'52.794 12.022 0.398 104.6 6
8 New Zealand Mitch Evans
United Kingdom Jaguar Racing 28 47'53.123 12.351 0.329 104.6 4
9 Netherlands Nyck De Vries
Germany Mercedes 28 47'53.708 12.936 0.585 104.6 2
10 United Kingdom Alex Lynn
India Mahindra Racing 28 47'53.926 13.154 0.218 104.6 1
11 United Kingdom Oliver Turvey
United Kingdom NIO Formula E Team 28 47'55.320 14.548 1.394 104.5
12 Germany Maximilian Gunther
United States Andretti Autosport 28 47'56.029 15.257 0.709 104.5
13 United Kingdom Tom Blomqvist
United Kingdom NIO Formula E Team 28 47'56.214 15.442 0.185 104.5
14 France Norman Nato
Monaco Venturi 28 47'56.528 15.756 0.314 104.5
15 Brazil Sergio Sette Camara
United States Dragon Racing 28 47'57.743 16.971 1.215 104.5
16 Netherlands Robin Frijns
United Kingdom Virgin Racing 28 47'58.714 17.942 0.971 104.4
17 Sweden Joel Eriksson
United States Dragon Racing 28 47'59.057 18.285 0.343 104.4
United Kingdom Sam Bird
United Kingdom Jaguar Racing 15 25'47.889 13 Laps 13 Laps
France Jean-Éric Vergne
China Techeetah 12 22'15.809 16 Laps 3 Laps
New Zealand Nick Cassidy
United Kingdom Virgin Racing 0
Germany Pascal Wehrlein
Germany Porsche Team 28 47'36.856 25'21.047 4
Germany André Lotterer
Germany Porsche Team 28 47'57.444 16.672 20.588
Switzerland Sébastien Buemi
France DAMS 28 47'57.899 17.127 0.455
United Kingdom Oliver Rowland
France DAMS 24 42'32.593 4 Laps 4 Laps
Norman Nato, Venturi Racing, Silver Arrow 02
Norman Nato, Venturi Racing, Silver Arrow 02
1/12

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Maximilian Gunther, BMW i Andretti Motorsport, BMW iFE.21
Maximilian Gunther, BMW i Andretti Motorsport, BMW iFE.21
2/12

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Maximilian Gunther, BMW i Andretti Motorsport, BMW iFE.21
Maximilian Gunther, BMW i Andretti Motorsport, BMW iFE.21
3/12

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Maximilian Gunther, BMW i Andretti Motorsport, BMW iFE.21
Maximilian Gunther, BMW i Andretti Motorsport, BMW iFE.21
4/12

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Maximilian Gunther, BMW i Andretti Motorsport
Maximilian Gunther, BMW i Andretti Motorsport
5/12

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Mitch Evans, Jaguar Racing, Jaguar I-TYPE 5
Mitch Evans, Jaguar Racing, Jaguar I-TYPE 5
6/12

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Lucas Di Grassi, Audi Sport ABT Schaeffler, Audi e-tron FE07, Rene Rast, Audi Sport ABT Schaeffler, Audi e-tron FE07, Sam Bird, Jaguar Racing, Jaguar I-TYPE 5
Lucas Di Grassi, Audi Sport ABT Schaeffler, Audi e-tron FE07, Rene Rast, Audi Sport ABT Schaeffler, Audi e-tron FE07, Sam Bird, Jaguar Racing, Jaguar I-TYPE 5
7/12

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Maximilian Gunther, BMW i Andretti Motorsport, BMW iFE.21
Maximilian Gunther, BMW i Andretti Motorsport, BMW iFE.21
8/12

Foto di: Sam Bagnall / Motorsport Images

Norman Nato, Venturi Racing, Silver Arrow 02
Norman Nato, Venturi Racing, Silver Arrow 02
9/12

Foto di: Sam Bagnall / Motorsport Images

Oliver Rowland, Nissan e.Dams, Nissan IMO2
Oliver Rowland, Nissan e.Dams, Nissan IMO2
10/12

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Robin Frijns, Envision Virgin Racing, Audi e-tron FE07
Robin Frijns, Envision Virgin Racing, Audi e-tron FE07
11/12

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Stoffel Vandoorne, Mercedes-Benz EQ, EQ Silver Arrow 02
Stoffel Vandoorne, Mercedes-Benz EQ, EQ Silver Arrow 02
12/12

Foto di: Andrew Ferraro / Motorsport Images

condividi
commenti
Formula E: ecco il layout all'interno dell'ovale di Puebla
Articolo precedente

Formula E: ecco il layout all'interno dell'ovale di Puebla

Articolo successivo

Puebla E-Prix: Mortara conquista Gara 2 ed è il nuovo leader

Puebla E-Prix: Mortara conquista Gara 2 ed è il nuovo leader
Carica i commenti