Porsche: il futuro in Formula E dipenderà dall'ingresso in F1

In occasione di un incontro con alcuni media selezionati il vicepresidente di Porsche Motorsport, Thomas Laudenbach, ha ammesso come il futuro della Casa in Formula E dipenderà dall'ingresso o meno in F1.

Porsche: il futuro in Formula E dipenderà dall'ingresso in F1

Il costruttore tedesco è entrato in Formula E nella stagione 2019-2020 ed è ancora alla ricerca della sua prima vittoria nella categoria avendola semplicemente sfiorata con Pascal Wehrlein a Puebla quando il tedesco è stato squalificato per una irregolarità relativa agli pneumatici.

Nello stesso momento anche la diretta rivale di Porsche, la Mercedes, ha deciso di entrare in Formula E conquistando il titolo piloti e costruttori nella scorsa stagione.

Il nuovo vicepresidente di Porsche Motorsport, Thomas Laudenbach, in occasione di un incontro con alcuni media selezionati, tra cui Motorsport.com, ha dichiarato: “Non siamo riusciti a raggiungere il successo che ci aspettavamo o che avremmo voluto ottenere, ed è un dato di fatto. Il nostro obiettivo è quello di vincere gare e lottare per il campionato”.

Da quando Porsche ha deciso di impegnarsi in Formula E, però, ben tre Case tedesche hanno annunciato l’addio alla serie: Audi, BMW e di recente la Mercedes.

La Casa di Stoccarda resterà in Formula E fino alla fine della stagione 10, nel 2023-24, ed utilizzerà per due anni consecutivi le monoposto Gen3 da 470 CV.

Andre Lotterer, Porsche, Porsche 99X Electric

Andre Lotterer, Porsche, Porsche 99X Electric

Photo by: Carl Bingham / Motorsport Images

Laudenbach ha parlato anche dell’impegno della Porsche oltre questo termine: “Ovviamente è chiaro che ad un certo punto dovremo decidere quale sarà il nostro futuro in Formula E. Nel corso del prossimo anno decideremo se proseguire o meno”.

In questa decisione, tuttavia, avrà una influenza l’interesse di Porsche per un ritorno in Formula 1 nel 2026 grazie alle nuove regole relative alla power unit. Come già anticipato da Motorsport.com, l’attrattiva di Laudenbach e della Casa di Stoccarda verso la categoria regina è elevato.

“Non è un segreto che sitamo pensando alla F1 e gli elementi per un ritorno di Porsche nella serie, come l’aumento dell’elettrificazione delle power unit, stanno diventando concreti”.

Un eventuale impegno in Formula 1 potrebbe condizionare i piani del costruttore relativi alla sua presenza in Formula E?

“Quando abbiamo deciso di impegnarci fino alla stagione 10 la Formula 1 non era nei nostri pensieri. La F1 e la Formula E erano due cose completamente separate l’una dall’altra. Se oggi dovessimo prendere una decisione per un ritorno in Formula 1 questa avrebbe una influenza su tutti gli altri programmi. Questo è chiaro”.

condividi
commenti
Formula E | Test Valencia, Giorno 3: Mortara vola con la Venturi
Articolo precedente

Formula E | Test Valencia, Giorno 3: Mortara vola con la Venturi

Articolo successivo

Formula E, ecco il budget cap fissato a 13 milioni dal 2022

Formula E, ecco il budget cap fissato a 13 milioni dal 2022
Carica i commenti