LGT: “Ci chiediamo quando la Formula E scavalcherà la F.1...”

Monika Schreiner, Head Group Marketing Services della banca dei Principi del Liechtenstein, svela che cosa ha spinto il noto istituto a patrocinare il team Audi Sport ABT Schaeffler e a credere nella serie elettrica...

Non ci sono più dubbi. Il Campionato FIA di Formula E piace alla gente che piace. Incarnando l’elemento di maggiore innovazione del motorsport contemporaneo sin dal suo lancio nella stagione 2014-2015, la serie “full electric” non soltanto ha fatto progressivamente incetta di costruttori, ma anche di sponsor che non erano abituati a frequentare il proscenio dell’automobilismo. 

 

Un caso emblematico è quello di LGT, la banca privata afferente la casa regnante dell’omonimo Principato alpino, incastonato fra Austria e Svizzera.

 

Con sedi anche in Svizzera a Basilea, Berna, Ginevra, Lugano e Zurigo, LGT fa parte del più grande gruppo di private banking, asset management, trust services ed alternative investments del mondo interamente di proprietà di una famiglia: la società ha circa 3.000 dipendenti in più di 20 sedi in Europa, America, Asia e Medio Oriente. 

LGT sponsorizza fin dagli esordi in Formula E il team Audi Sport ABT Schaeffler, oggi interamente controllato dalla Casa di Ingolstadt, e i suoi portacolori, il freschissimo campione in carica Lucas Di Grassi e la seconda guida Daniel Abt: Monika Schreiner, Head Group Marketing Services della banca liechtensteinese, racconta che cosa ha portato l’istituto nella serie ecologica che c’è. 

 

Quali sono state le ragioni alla base della decisione della banca LGT di attivare una sponsorizzazione nel Campionato FIA di Formula E?
“La Formula E è sinonimo di pensiero moderno, in un certo qual modo ‘progressista’, e utilizza tecnologie innovative che contribuiscono allo sviluppo della mobilità del futuro. Innovazione e sostenibilità sono fattori con cui ci identifichiamo fortemente e che svolgono un ruolo importante nella nostra cultura aziendale. Inoltre, proprio in virtù di questa sponsorizzazione, è stato importante riuscire a potenziare il valore del nostro marchio, aggiungendovi un elemento dinamico”.

Perché avete scelto di sponsorizzare il motorsport e non un’altra disciplina sportiva, teoricamente molto più ecologica, come potrebbero essere la vela o l'alpinismo?
“La Formula E affronta una questione di grande attualità per le società moderne, ovvero quale potrebbe essere la mobilità del futuro. Crediamo nell'enorme potenziale dell'elettromobilità e, attraverso la nostra sponsorizzazione in Formula E, vogliamo contribuire a promuovere lo sviluppo del trasporto sostenibile e che non fa uso di carburanti fossili”. 

 

Quando si è arrivati a questa decisione? E come?
“Nel 2015 abbiamo valutato diverse sponsorizzazioni e discusso varie possibilità di una sponsorizzazione ‘strategica’. Alla fine, la scelta è caduta sulla Formula E”.

Questa scelta ha avuto per conseguenza l’abbandono di altre o precedenti sponsorizzazioni sportive?
“Come indirizzo generale, esaminiamo continuamente le nostre attività di sponsorizzazione relative allo sport e, se necessario, apportiamo in corsa le dovute modifiche. La decisione di collaborare con la Formula E è stata anche il risultato della forte crescita internazionale della nostra azienda. Alla luce di una presenza sempre più globale, eravamo alla ricerca di una piattaforma di sponsorizzazione che fosse possibile sfruttare, per così dire, su scala planetaria. La Formula E organizza gare nelle più importanti città del mondo e questo è ciò che l’ha resa così attraente dal nostro punto di vista. Era anche importante che il nostro impegno potesse essere utilizzato come strumento e argomento di comunicazione nel corso di un intero anno”. 

 

Perché la LGT ha scelto il team ABT Schaeffler Audi Sport e non un'altra squadra?
“La scuderia ABT era ed è tuttora molto adatta a noi per tutta una serie di motivi. In primis, c’è la vicinanza fisica del quartier generale della ABT Sportsline con la nostra sede istituzionale nel Principato del Liechtenstein. Inoltre, proprio come LGT, ABT è un'impresa a conduzione familiare: le nostre aziende condividono valori come la tradizione, la stabilità e l’imprenditorialità, che sono caratteristiche delle imprese gestite da una sola famiglia con un focus a lungo termine. Per di più, parliamo di un team eccezionale, che si è classificato tra i migliori sin dal lancio della Formula E. ABT e ora anche l’Audi - che ne prenderà ufficialmente il posto sulla griglia di partenza nella quarta stagione - sono marchi ‘forti’, che ben si sposano con il nostro istituto di credito e con il suo stile”.

Quanto è grande il budget destinato al Campionato FIA di Formula E?
“La Formula E è il nostro più grande impegno in termini di sponsorizzazioni sportive”.

Quando scade il contratto di sponsorizzazione?
“Il contratto attualmente in vigore si esaurirà nel 2020”. 

 

LGT intende continuare a impegnarsi in futuro nel Campionato FIA di Formula E nella stessa misura in cui l’ha fatto finora o la vostra società sta prendendo in considerazione alternative?
“A seconda dello sviluppo che avrà l’impegno Audi, che fino a prova contraria è il proprietario della squadra e ne gestisce in toto le attività, siamo sempre disponibili a verificare che cosa potrebbe funzionare bene anche per noi”.

Avete pianificato eventi o iniziative speciali, sia all'interno che all'esterno delle piste, nel contesto della vostra sponsorizzazione?
“Sì, poiché è molto importante sfruttare il valore aggiunto associato a una sponsorizzazione come la nostra nella maniera più ampia possibile. Ecco perché cerchiamo di legare questo impegno a una serie di aree diverse di intervento e ci adoperiamo per organizzare varie iniziative legate alla sponsorizzazione. Ad esempio, abbiamo creato una pagina dedicata alla Formula E sul nostro sito Web (https://www.lgt.com/de/engagement/sponsoring/formel-e/), utilizziamo le gare come piattaforma di ospitalità e invitiamo clienti, ospiti e partner agli eventi. Inoltre, comunichiamo ciò che facciamo in questa categoria non soltanto in profondità e regolarmente, ma anche internamente ed esternamente alla nostra azienda. Oltre a ciò, il pilota tedesco Daniel Abt, uno dei veterani del Campionato FIA di Formula E, riveste il ruolo di ambasciatore del marchio LGT dall'ottobre di quest'anno: tra le altre cose, è presente nella nostra nuova campagna pubblicitaria con una testimonianza personale”. 

 

Logo LGT sulla vettura del team Audi Sport ABT Schaeffler
Logo LGT sulla vettura del team Audi Sport ABT Schaeffler

Photo by: ABT Sportsline

La casa regnante del Liechtenstein, proprietaria della LGT, è stata coinvolta in qualche modo in questa sponsorizzazione?
“In qualità di CEO della LGT, Sua Altezza Serenissima il Principe Max von und zu Liechtenstein, è stato strettamente coinvolto nella decisione di procedere con questa sponsorizzazione”. 

 

Chi avete già invitato o vorreste ancora invitare a una gara di Formula E? Marco Büchel, l'ex sciatore professionista liechtensteinese che ha presenziato alla gara in Marocco, è stato uno degli ospiti VIP più particolari notati a una gara di Formula E.
“Invitiamo generalmente alcuni nostri clienti, potenziali e già acquisiti, nonché diversi partner alle gare. Marco Büchel si è recato alla corsa di Marrakech l'anno scorso come ambasciatore del marchio LGT, ed è stato lì per le riprese di alcuni video clip che hanno catturato tutta l'azione del giorno di corsa”.

Sono previsti road show o eventi di Formula E in futuro all’interno dei confini del Principato del Liechtenstein?
“Non al momento”.

Ci sono stati problemi o conflitti finora con il title sponsor e global partner della categoria, cioè Julius Bär, sia politicamente che in termini di business? In fondo, si tratta di una banca vostra concorrente...
“No, affatto. Abbiamo una relazione molto amichevole e condividiamo l'obiettivo comune di aumentare ancora di più la consapevolezza delle persone per la Formula E”. 

 

LGT Bank a Vaduz
LGT Bank a Vaduz

Photo by: LGT Group

L'ePrix di Zurigo determinerà il ritorno delle corse automobilistiche in circuito in Svizzera dopo una pausa durata ben 64 anni. Come vivete questo traguardo? LGT organizzerà qualcosa di speciale per l'occasione?

“Il fatto che Zurigo sia destinata a ospitare un ePrix in questa stagione è, naturalmente, qualcosa di fantastico. La città più importante della Svizzera offre uno scenario meraviglioso per questo tipo di competizioni. Zurigo è una location molto importante per LGT e sono sicuro che presenzieremo all’evento con molti ospiti. Insieme agli altri partner del team Audi Sport ABT Schaeffler, comunicheremo molto intensamente la gara e tutto ciò che ad essa è relativo”. 

 

C'è una domanda che nessuno le fa mai sulla Formula E? Se c’è, quale è?
“Quando accadrà che il numero di spettatori della Formula E supererà quelli della Formula 1?”. 

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula E
Evento Intervista a Monika Schreiner, LGT Group
Sub-evento Intervista
Piloti Lucas Di Grassi , Daniel Abt
Team Audi Sport Team ABT
Articolo di tipo Intervista
Tag asset management, banca, lgt, liechtenstein