La F.E ha reso omaggio a Juan Manuel Fangio

Bruno Senna e Jérôme D'Ambrosio hanno visitato il ranch El Casco e la città natale e il museo di Balcarce

La F.E ha reso omaggio a Juan Manuel Fangio
Bruno Senna, Mahindra Racing e Jérôme d'Ambrosio, Dragon Racing visitano la casa museo di Juan Manue
Bruno Senna, Mahindra Racing e Jérôme d'Ambrosio, Dragon Racing visitano la casa museo di Juan Manue
Bruno Senna, Mahindra Racing in visita alla casa museo di Juan Manuel Fangio
Bruno Senna, Mahindra Racing guida una storica auto da corsa durante la visita alla casa museo di Juan Manuel Fangio
Fangio Mercedes artwork by Regazzoni
Jérôme d'Ambrosio, Dragon Racing guida una macchina da corsa storica verso la casa di Juan Manuel F
Jérôme d'Ambrosio, Dragon Racing guida una macchina da corsa storica verso la casa di Juan Manuel Fangio e il museo
Bruno Senna, Jérôme D'Ambrosio, Balcarce
Bruno Senna, Mahindra Racing and Jérôme d'Ambrosio, Dragon Racing visit Juan Manuel Fangio's home an

Bruno Senna e Jérôme D'Ambrosio, star fra le più attive nonché presenti alle iniziative promozionali del Campionato FIA di Formula E, hanno vissuto l'esperienza di una vita, visitando la città di Balcarce, luogo di nascita del leggendario Juan Manuel Fangio, alla vigilia del Buenos Aires ePrix di questo week end.

Il brasiliano della Mahindra Racing e il belga della Dragon Racing hanno visitato il ranch El Casco, che un tempo era la residenza estiva del cinque volte campione del mondo di Formula 1 ed ora è un hotel con spa. Hanno inoltre spinto al massimo quattro delle sue classiche auto da corsa sul nastro d'asfalto dell'Autodromo Juan Manuel Fangio da lui stesso progettato, prima di avere una visita guidata al museo, dove hanno incontrato i media locali e un centinaio di fan in adorazione.

Bruno Senna ha dichiarato: "È stata una giornata fantastica, mi sono concesso un momento di grande formazione circa 'l'uomo' e ciò che ha rappresentato e tuttora rappresenta per la sua gente: abbiamo scoperto una piccola città, che praticamente ruota attorno alla storia di Fangio: i luoghi che hanno costruito, e stanno cercando di realizzare ancora con il loro lavoro, per tramandare l'eredità di Juan Manuel sono davvero fantastici. Il museo è stato molto speciale. È molto difficile trovare una rassegna riguardante le corse automobilistiche con così tanta storia e tanto contenuto come quel museo, e parliamo di una struttura quasi interamente dedicata a una sola persona. C'era anche un po' di storia del Brasile, c'era una delle vetture di Ayrton, alcuni elementi del rapporto che hanno avuto, un po' delle sue vetture di Formula 1, di valore inestimabile, e le auto con cui ha vinto i campionati".

Jérôme D'Ambrosio ha affermato: “È stato qualcosa di molto speciale. Lì ho toccato con mano l'alba di un'era sportiva, gli anni pionieristici della Formula 1, ma anche noi siamo a nostra volta agli esordi di qualcosa di grande e di diverso, una nuova era nella storia delle corse automobilistiche: il motorsport elettrico. Quindi, si è trattato allo stesso tempo di un bel contrasto e di un bel punto di confronto tra i due mondi. Noi ci troviamo allo stesso punto in cui si trovarono loro all'epoca. Così l'esperienza è stata molto stimolante, ma sabato sarà qualcosa di completamente diverso per tutti noi: speriamo di godere al meglio di quel giorno e di ottenere alcuni buoni punti in classifica”.

condividi
commenti
Adam Carroll è in stand-by alla Mahindra Racing

Articolo precedente

Adam Carroll è in stand-by alla Mahindra Racing

Articolo successivo

Nick Heidfeld deciderà se correre dopo lo shake down

Nick Heidfeld deciderà se correre dopo lo shake down
Carica i commenti