Sperimentata la ricarica wireless della Safety-Car

Sperimentata la ricarica wireless della Safety-Car

Positivo l'esperimento svolto oggi a Donington sulla BMW i8 senza alcun uso di plu-in

La monoposto della Formula E dotate solo di motore elettrico saranno ricaricate nella stagione inaugurale con una tecnologia wireless della Qualcomm Halo. Nella nuova serie FIA, quindi, si sta sperimentando un sistema di ricarica senza l’uso del plug-in.

Durante i test che si sono svolti oggi a Donington, il nuovo sistema di ricarica è stato provato sulla Safety Car e sarà implementato sulle altre vetture di servizio che saranno due BMW i8 e altrettante BMW i3.

Le quattro BMW elettriche sono state modificate per rispondere ai requisiti di sicurezza FIA: una BMW i3 è già stata dotata del sistema induttivo di ricarica della Qualcomm Incorporated, mentre l’adeguamemte degli altri tre mezzi avverrà in una seconda fase.

La soluzione è stata sviluppata a San Diego nella sede della Qualcomm Incorporated, che è uno dei partner ufficiali della Formula E, e che dispone di tecnologie wireless di nuova generazione. La tecnologia Qualcomm Halo utilizza l'induzione magnetica risonante per trasferire l'energia tra una batteria a terra e una montata sul veicolo. E’ sufficiente parcheggiare la vettura sopra al pad per dare l'avvio automatico alla ricarica.

La Safety car nei colori Qualcomm sarà guidata da Bruno Correia, mentre le auto mediche saranno seguite dello staff del delegato medico FIA, il dottor Phil Rayner. Le vetture saranno posizionate alla fine della pit lane, dove sarà predisposta l’area di ricarica in modalità wireless in modo che potranno essere sempre pronte a qualsiasi intervento sia necessario in pista.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula E
Articolo di tipo Ultime notizie