Scongiurato il pericolo di tenuta delle gomme

Scongiurato il pericolo di tenuta delle gomme

A Mosca i Michelin Pilot Sport EV hanno incontrato un asfalto più morbido del cemento di Berlino

La superficie di calcestruzzo o cemento dell'ex aeroporto civile e militare di Tempelhof si era rivelata particolarmente dura con le gomme Michelin durante il DHL Berlino ePrix, facendo anche sì che un sacco di detriti di pneumatico sporcasse la superficie del circuito già nelle prime fasi della giornata.

Le preoccupazioni che le coperture non resistessero nemmeno uno stint a Mosca si sono rivelate infondate, dimostrando come il caso della corsa tedesca fosse più un'eccezione che la regola.

Serge Grisin, direttore della Michelin per il programma di Formula E, ha detto a Tom Spencer del sito d'informazione current-e: "La pista di Berlino era molto polverosa e abrasiva, soprattutto all'inizio della giornata. Le basse temperature del mattino causavano difficoltà extra alle nostre gomme, ma dopo la prima sessione di prove libera tutto è andato bene per il nostro pneumatico Pilot Sport EV: prestazioni, durata e grip non erano affatto male nel resto del giorno. In Russia è diverso, perché l'asfalto delle strade di tutti i giorni è più morbido…".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula E
Articolo di tipo Ultime notizie