Nella City la pioggia dà la pole a Stéphane Sarrazin!

Nella City la pioggia dà la pole a Stéphane Sarrazin!

Le condizioni alterate nei quattro turni di qualifica hanno lanciato il francese davanti al duo della Dragon Racing

Pole position a sorpresa per Stéphane Sarrazin e per la Venturi Grand Prix nell'undicesimo e ultimo, nonché decisivo, appuntamento stagionale del Campionato FIA di Formula E.

Il pilota transalpino, che aveva cominciato bene il fine settimana di Battersea Park ottenendo il miglior tempo nel primo turno assoluto di prove libere, partirà al palo nel secondo ePrix di Londra, ma è stato avvantaggiato dalla pioggia che ha cominciato a cadere ben prima che i quattro raggruppamenti di concorrenti in cui si articolano le qualifiche della serie “full electric” fossero tutti scesi in pista.

Dietro di lui, altrettanto curiosamente, due driver che parlano la sua stessa lingua, il transalpino Loic Duval e il belga Jérome D'Ambrosio, entrambi schierati dalla Dragon Racing dell'americano Jay Penske.

Arretrati i tre big in lotta per il titolo, il migliore dei quali è risultato Sébastien Buemi, vincitore nei colori della e-dams Renault il giorno precedente, che partirà soltanto sesto.

Non sarà invece una passeggiata la rincorsa dei rivali brasiliani Lucas Di Grassi (Audi Sport ABT) e Nelson Piquet jr (NextEV TCR), cui le bagnate prove cronometrate di Londra hanno rispettivamente attribuito l'11esima e la 16esima piazza sullo schieramento, complicando loro la vita.

La pioggia ha iniziato a cadere sugli alberi secolari di Battersea Park poco dopo che il primo gruppo di cinque piloti era entrato in azione. Così la Venturi Grand Prix e il suo pilota Stéphane Sarrazin hanno beneficiato di ciò che erano stati capaci di fare nel primo segmento: il suo tempo, comunque ottenuto allo spasimo, non avrebbe infatti potuto essere migliorato da nessun altro, quando le condizioni meteorologiche si sono in seguito deteriorate.

D'Ambrosio ha avuto per qualche tempo il primo posto nel ranking del segmento di apertura delle qualifiche, prima di essere deposto da Sarrazin; Duval a sua volta si è piazzato quasi subito in terza posizione, davanti a Sam Bird (Virgin Racing) e a Bruno Senna (Mahindra Racing), titolare della quinta piazza.

Il meteo è stato più o meno lo stesso per il secondo girone di qualificazione, che si è caratterizzato per la presenza del primo dei tre contendenti del campionato: Sébastien Buemi. Il pilota della e-dams Renault, che si era assicurato la pole position per la corsa di sabato, è stato il più veloce nel secondo turno di prove ufficiali, ma nonostante gli sforzi non avrebbe potuto far meglio della sesta posizione in griglia, alle spalle di tutti i concorrenti del Gruppo 1.

Le precipitazioni sono aumentate di intensità verso metà dei 55 minuti regolamentari previsti dalle qualifiche, il che avrebbe significato che la posizione migliore ottenibile dagli altri due sfidanti per il titolo non avrebbe potuto essere che l'undicesima, visto e considerato che i primi due raggruppamenti entrati in azione erano formati da cinque driver ciascuno e che la superficie della pista inglese era ormai bagnata fradicia.

Lucas Di Grassi e la ABT Sportsline riusciranno più tardi nell'obiettivo “minimo”, mentre a Nelson Piquet jr e alla NextEV Piquet è andata decisamente peggio. Alle prese con le condizioni di asfalto sdrucciolevole durante il terzo segmento di qualifica, nel tentativo di fare il tempo il brasiliano ha smarrito il controllo del retrotreno della sua Spark-Renault alla curva 9, ma è fortunatamente riuscito a mantenere la macchina lontano dalle barriere: il leader della categoria scatterà pertanto 16esimo.

Nello stesso turno di qualifica, il terzo e penultimo, Sakon Yamamoto ha spaccato la ruota anteriore sinistra nel muretto all'uscita della curva 11 e si è bloccato lì, costringendo l'interruzione dell'attività con la bandiera rossa. Il driver giapponese del team Amlin Aguri non è riuscito a registrare alcun tempo e così a Londra partirà dal fondo dello schieramento.

La situazione meteorologica è leggermente migliorata allorché è arrivato il momento per il quarto gruppo di driver sorteggiati di affrontare la pista londinese, ma i piloti hanno scelto di non prendere eccessivi rischi sull'acqua nei loro primi passaggi.

Buoni tempi sono stati staccati dal debuttante Oliver Turvey, in teoria “rincalzo” della NextEV TCR, e da Lucas Di Grassi, che si sono scambiati più volte la leadership della classifica per la mitica e ambita P11: è stato però il pilota del team Audi Sport ABT a prevalere sull'inglese, il che nel concreto vuole dire che scatterà cinque posizioni dietro Buemi e cinque davanti a Piquet jr nella corsa decisiva per il campionato prevista a fine pomeriggio.

Nick Heidfeld aveva intanto già regalato alla Venturi Grand Prix la settima posizione dello schieramento davanti al costante Salvador Duran (Amlin Aguri) e alla coppia della Trulli Gp, ora formata dal rookie Alex Fontana e dal pilota e team manager Jarno, i quali hanno completato la top 10 delle ultime e decisive qualifiche inglesi.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula E
Piloti Stéphane Sarrazin , Loïc Duval , Jérôme D'Ambrosio
Articolo di tipo Ultime notizie