Nel secondo turno di prove libere comanda Buemi

condividi
commenti
Nel secondo turno di prove libere comanda Buemi
Di: Gabriele Testi , Direttore Responsabile Svizzera
28 giu 2015, 13:08

Lo svizzero della e-dams scalza dal vertice della lista dei tempi sia il rookie Turvey che Duval

Potremmo parlare di una vera e propria replica del giorno precedente. Sébastien Buemi, rimessosi in carreggiata nella rincorsa al primo titolo di campione della Formula E, ha infatti dominato il secondo turno di prove libere che precede l'ePrix londinese di domenica 28 giugno.

Lo svizzero della e-dams Renault, sabato 27 autore anche della pole position e della terza vittoria stagionale dopo gli strike di Punta del Este e Montecarlo, ha battuto nella lista dei tempi il francese Loic Duval (Dragon Racing) e il britannico Oliver Turvey (NextEV TCR), quest'ultimo all'esordio proprio a Battersea Park.

L'elvetico ha spodestato il rookie inglese dalla testa della classifica con una serie di simulazioni del giro di qualifica, quando mancavano appena 10 minuti alla bandiera a scacchi. Il transalpino, che aveva impostato il ritmo nella prima sessione di prove dello stesso giorno, ha spinto anch'egli indietro il rookie locale, ma non ce l'ha fatta contro lo strapotere del battistrada.

Diversi piloti hanno avuto problemi durante la sessione di 30 minuti, che è stata interrotta prematuramente da una bandiera rossa causata da Sakon Yamamoto, il quale ha schiantato la monoposto del team Amlin Aguri nelle barriere di protezione della curva 3 quando il cronometro registrava appena 180 secondi al termine delle ostilità.

Lucas Di Grassi, altro inseguitore del titolo 2014-2015 di Formula E in forze alla tedesca Audi Sport ABT, ha concluso la seduta in quarta posizione, nonostante l'arresto sul tracciato di Karun Chandhok alla curva 9 abbia rischiato di complicare la sua performance (il pilota indiano è stato in grado di uscire di nuovo con la seconda auto, approntatagli dalla Mahindra Racing).

La lady Simona De Silvestro è stata una delle vittime delle barriere di protezione di Battersea Park, avendo subìto un danno alla sospensione posteriore sinistra: la svizzera è stata costretta a trascinarsi letteralmente verso i box, prima di completare la sessione con la seconda macchina risultando l'ottava più veloce per il team Andretti Autosport.

Il pilota e team manager Jarno Trulli, che ha chiuso il turno di collaudi non cronometrati in 11esima posizione, ha commesso un errore alla curva 3 e ha dovuto invertire la direzione di marcia prima di riprendere la pista; lo stesso è accaduto a Nicolas Prost, sabato artefice del successo fra le squadre della e-dams Renault, che più tardi ha dovuto essere spinto via dopo un incidente simile alla curva 4.

Stéphane Sarrazin è risultato il sesto pilota più rapido in pista per la Venturi Grand Prix, davanti al leader di campionato Nelson Piquet Jr: la monoposto in livrea NextEV del brasiliano ha dovuto essere anch'essa girata dai commissari di percorso alla curva 8 ad appena sette minuti dalla fine della sessione: il figlio d'arte aveva perduto il controllo del retrotreno della vettura in frenata, ma è stato bravo ad evitare di colpire i muretti di contenimento.

Fabio Leimer, ottimo debuttante in seno alla Virgin Racing, ha concluso la sessione numero 2 al settimo posto, mentre il regolare Daniel Abt ha completato la top 10 nei colori del team di famiglia.

Jean-Éric Vergne, affidabile portabandiera della Andretti Autosport, ha effettuato la prima apparizione in pista della giornata, dopo aver perduto la prima sessione di prove a causa di un problema di salute, e si è piazzato in 16esima posizione.

Prossimo articolo Formula E
Nella City per i piloti la... toppa è meglio del buco

Previous article

Nella City per i piloti la... toppa è meglio del buco

Next article

Londra 2, le prove libere inaugurali dicono Loïc Duval

Londra 2, le prove libere inaugurali dicono Loïc Duval

Su questo articolo

Serie Formula E
Piloti Loïc Duval , Sébastien Buemi , Oliver Turvey
Autore Gabriele Testi
Tipo di articolo Ultime notizie