Liuzzi: “Tra software e cambio, non ci siamo proprio…”

Liuzzi: “Tra software e cambio, non ci siamo proprio…”

Soltanto 17esimo al via, Vitantonio si è a malapena accontentato di aver finito la corsa russa doppiato

Soltanto diciassettesimo alla fine del Moscow ePrix, Vitantonio Liuzzi rappresenta quell'altra Italia che è senz'altro meritevole di brillare nel Campionato FIA di Formula E. In Russia, il pilota di Locorotondo aveva staccato l'ultimo tempo nelle prove ufficiali in seguito a un problema alla gomma anteriore destra che tendeva a bloccarsi, poi diventata la diciannovesima per la sanzione inflitta a Stéphane Sarrazin della Venturi Grand Prix, ma in corsa non c'è stata ancora una volta trippa per gatti…

"Beh, non c'è molto da dire della corsa di Mosca, purtroppo. La mia prima auto ha patito quello che noi pensiamo possa essere stato un bug del software, mentre la macchina di rincalzo è andata in folle e la mia avventura è finita lì. Io, comunque, sono riuscito a finire la gara, anche se con un giro di ritardo dai battistrada. È una vergogna e una disdetta ciò che ancora una volta è successo, perché la monoposto in sé e per sé in Russia si comportava bene e io non vedevo l'ora di combattere per dire la mia, per togliermi qualche soddisfazione...”, ha dichiarato sconsolato.

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula E
Piloti Vitantonio Liuzzi
Articolo di tipo Ultime notizie