La Formula E estende la durata d'utilizzo della monoposto Gen2 fino alla fine del 2021-2022

condividi
commenti
La Formula E estende la durata d'utilizzo della monoposto Gen2 fino alla fine del 2021-2022
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
Co-autore: Alex Kalinauckas
05 dic 2018, 11:05

I vertici della serie hanno accettato la richiesta arrivata direttamente dai costruttori. La Gen2 sarà utilizzata un anno in più rispetto al previsto, poi lascerà spazio alla Gen 3.

A poco più di una settimana dall'avvio della stagione 2018/2019 di Formula E, i vertici della categoria "full electric" del motorsport a 4 ruote ha preso un'importante decisione per il proprio futuro. Quest'anno esordirà la nuova monoposto, la Gen2, e questa, addirittura prima dell'esordio ufficiale, ha visto aumentare la propria durata d'utilizzo.

Inizialmente la nuova generazione di monoposto avrebbe dovuto essere usata per 3 stagioni, ma, stando a quanto appreso da Motorsport.com, i vertici della serie hanno deciso di estendere la vita delle Gen 2 di un anno, dunque sino al termine della stagione 2021/2022.

Alejandro Agag ha spiegato che questa decisione è stata presa dopo una richiesta arrivata direttamente dai Costruttori. "Faremo qualcosa di simile a quanto abbiamo fatto con la prima generazione, inserendo solo un nuovo pacchetto aerodinamico sulle monoposto per la stagione 6 e 7 della Formula E", ha dichiarato a Motorsport.com.

"Dunque, nella stagione 7 vedrete un nuovo look delle monoposto, ma queste saranno ancora le stesse dei due anni precedenti e poi sarà introdotta la Generation3 della vettura che competerà nel nostro campionato".

L'aggiornamento dei kit estetici della monoposto Gen2 dovrebbe includere un nuovo disegno del muso e un'ala anteriore nuova, così come accaduto alla Gen1 per la stagione 2016/2017. Le squadre saranno in grado di sviluppare le tecnologie riguardo le powertrain per tutta la durata delle Gen2, mentre telaio e batterie rimarrebbero le stesse per tutta la durata del campionato.

Ecco come Agag vorrebbe le Gen3

Agag ha anche parlato della Gen3 delle monoposto di Formula E: "Ho una mia visione sulla prossima generazione di monoposto del campionato. Mi piacerebbe che avessero batterie più leggere, che fossero più veloci nella ricarica e che permettessero di effettuare due pit stop".

"Penso che con 100 chili in meno di batterie si riesca ottenere più o meno la stessa potenza di quelle attuali. Così le prestazioni dovrebbero migliorare, così come i tempi di ricarica e potrebbe essere fatta un'altra sosta".

"Per quanto riguarda i pit stop dovrebbero durare 60 secondi. Questo è quello che a me piacerebbe vedere. Ma non so se sarà così. Noi decidiamo su questioni commericali, mentre su quelle sportive deciderà la FIA. Quindi ad avere l'ultima parola sarà proprio la Federazione. Noi però collaboriamo molto e vorremmo andare in quella direzione".

Articolo successivo
La Formula E ha rivelato come funzionerà la "modalità attacco"

Articolo precedente

La Formula E ha rivelato come funzionerà la "modalità attacco"

Articolo successivo

La FIA fornirà ai team i dettagli sulla nuova "modalità attacco" solo un'ora prima della gara

La FIA fornirà ai team i dettagli sulla nuova "modalità attacco" solo un'ora prima della gara
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula E
Autore Giacomo Rauli