Formula E: ecco il circuito di Londra aggiornato

La Formula E ha svelato la versione aggiornata della pista dell'ExCeL Centre che sarà utilizzata per il doppio E-Prix di Londra questo fine settimana.

Formula E: ecco il circuito di Londra aggiornato

Il campionato ha rivelato per la prima volta il layout del circuito parzialmente coperto nel marzo 2019, ma insieme alla FIA ha ora modificato tutti e tre i settori e accorciato il giro.

La chicane iniziale della curva 1 e 2 è stata stretta, con il percorso che prosegue verso sinistra anziché svoltare subito a destra a 90 gradi come in origine.

Modifiche molto più estese sono state apportate al secondo settore, con i tornantini delle curve 10 e 11 invertiti da antiorario a orario.

I piloti ora entreranno in una curva a destra di 180 gradi e usciranno da una sinistra per dirigersi verso una stretta chicane e non sul rettilineo con una lieve piega.

Anche il settore finale è stato notevolmente rielaborato con la sequenza di svolte larghe ad alta velocità che ora vede un tornantino alla 16, un curvone, una svolta a destra e un'ulteriore chicane prima della penultima curva.

Queste modifiche al terzo settore sono state fatte per via delle preoccupazioni che le velocità sarebbero state troppo alte.

Tuttavia, l'aggiunta di frenate più secche e il rallentamento del passo hanno portato le simulazioni iniziali dei team ad avere dal 10 al 5% di energia in meno rispetto al solito 30-35% di risparmio che deve essere fatto in una classica gara di Formula E.

Squadre e piloti hanno espresso le loro preoccupazioni a Motorsport.com del fatto che una gara tirata dall'inizio alla fine possa creare strategie che invece portino ad un trenino. Secondo altri, questo layout rischia di aprire più varchi per i sorpassi, quindi creando incidenti e safety car.

La FIA ha risposto a queste preoccupazioni togliendo 4kWh dal totale di gara che ogni auto può utilizzare, portando il limite da 52kWh a 48kWh per introdurre una maggiore necessità di risparmiare energia.

Una dichiarazione della FIA fornita a Motorsport.com recita: "A seguito dell'analisi preliminare del circuito di Londra e del consumo di energia è stato notato che i requisiti non sarebbero stati abbastanza significativi con una capacità di 52kWh.

"Poiché la gestione del consumo di energia è la chiave per l'ABB FIA Formula E World Championship, e per evitare gare sempre al massimo, è stato deciso di ridurre la quantità totale di energia disponibile a 48kWh per le gare di Londra.

La 'doppia' di questo fine settimana segna il ritorno di Londra al calendario di Formula E dopo Battersea Park nel 2015-16.

 

condividi
commenti
E-Prix New York 2: Bird trionfa ed è leader del campionato
Articolo precedente

E-Prix New York 2: Bird trionfa ed è leader del campionato

Articolo successivo

Formula E: l'introduzione del budget cap slitta al 2023/24?

Formula E: l'introduzione del budget cap slitta al 2023/24?
Carica i commenti