Bird: “Un'iniezione di fiducia per la nuova stagione”

condividi
commenti
Bird: “Un'iniezione di fiducia per la nuova stagione”
Di: Gabriele Testi , Direttore Responsabile Svizzera
28 giu 2015, 23:15

Vittorioso in casa, l'inglese della Virgin Racing è felice dell'utile quinto posto nella classifica generale

Sam Bird, vincitore dell'ultimo ePrix di Londra, ha descritto il suo finale di stagione e quello della Virgin Racing come “incredibili”: un commento entusiastico per un pilota capace di aggiudicarsi la seconda affermazione in Formula E, dopo l'exploit in Malesia, proprio nella gara di casa.

Britannico di Roehampton, proprio nel London Borough of Wandsworth in cui sorge il tracciato di Battersea Park, Sam non riusciva a salire sul podio dal giorno del suo successo in Malesia, ma ha concluso l'annata con una vittoria tanto meritata quanto necessaria al suo team, che nel campionato 2015-2016 sarà il partner tecnologico del marchio di lusso DS della Citroën.

“È stata una stagione di emozioni miste, se vogliamo un po' agrodolce, per noi tutti della Virgin, ha ammesso Bird sul traguardo di Battersea Park. "Ma che bel modo di finire il campionato: incredibile, incredibile! La meravigliosa gara di oggi ha avuto un grande inizio col mio quarto posto. Eravamo molto forti e sono stato in grado di attaccare gli avversari alla curva 11, e abbiamo compiuto manovre perfette: sorpassi con il bisturi...”.

E ancora: "La strategia era buona: sono stato infatti in grado di percorrere un giro in più in pista di Stéphane (Sarrazin, ndr) dopodiché l'ho braccato fino al traguardo per tutto il resto della competizione. Sapevo che sarebbe stato a corto di energia, che era in seria difficoltà: se non l'aveva già esaurita, poco ci mancava".

Il due volte vincitore (Putrajaya e Londra 2) si è piazzato quinto nella classifica generale dei driver e ora spera di portare con sé il suo stato di grazia nell'interstagione, dove prenderà corpo la partnership tecnica con la DS e i suoi ingegneri elettrotecnici ed elettronici, che mira a mettere il team inglese in lizza per il titolo.

"Una vittoria nella gara finale della stagione dà sempre ai ragazzi di una squadra la necessaria iniezione di fiducia utile a traghettarli nell'anno successivo. Non è un segreto che abbiamo lavorato molto duramente, nonché per un lungo periodo di tempo, con l'azienda che abbiamo scelto come partner tecnologico".

Ma Sam trova anche il tempo di rendere omaggio al vincitore del campionato Nelson Piquet jr e alla notevole velocità che ha messo in mostra lungo tutta la seconda metà della stagione. "Secondo me, è il campione più meritevole che la Formula E avrebbe potuto avere e la competitività che ha messo in campo soprattutto nel 2015 è stata impressionante: mangiava in testa a tutti noi, una cosa... orribile, se vogliamo. Penso sia un campione degnissimo”.

Prossimo articolo Formula E
Ratti: “Impazienti di correre in una formula aperta”

Previous article

Ratti: “Impazienti di correre in una formula aperta”

Next article

“Nelsinho”: “Soltanto al traguardo ho saputo del titolo”

“Nelsinho”: “Soltanto al traguardo ho saputo del titolo”

Su questo articolo

Serie Formula E
Piloti Sam Bird
Autore Gabriele Testi
Tipo di articolo Ultime notizie