Agag: “Mosca è il sogno realizzato di tutti noi...”

condividi
commenti
Agag: “Mosca è il sogno realizzato di tutti noi...”
Di: Gabriele Testi , Direttore Responsabile Svizzera
09 giu 2015, 15:56

Il creatore della serie “full electric” ringrazia i 10.000 spettatori russi e si prepara a nuove, iconiche città

L'immagine della Formula E in azione nel cuore di Mosca, con la Cattedrale di San Basilio e le mura del Cremlino sullo sfondo, è stato la cartina di tornasole di un successo che ormai ha raggiunto tutto il mondo. Se l'obiettivo degli organizzatori della prima serie automobilistica completamente elettrica era quello di arrivare nel centro delle principali città del mondo, non si può negare che ciò abbia raggiunto la propria sublimazione nella capitale russa.

"Abbiamo sognato di portare la Formula E nelle località del pianeta in assoluto più iconiche, Mosca era uno di quei sogni e lo abbiamo realizzato", ha detto Alejandro Agag dopo la prima edizione dell'ePrix sulle rive della Moscova. "Correre qui, con uno scenario del genere, con questa luce e un pubblico veramente appassionato (almeno diecimila persone hanno partecipato all'evento durante il giorno), è stato un grande risultato per noi".

Ma non è ancora finita in termini di scenari “da sogno”, perché il programma della seconda stagione, “impostato” per essere svelato molto presto, vedrà l'aggiunta di una o due nuove location analoghe. “Forse ci saranno città altrettante iconiche nel calendario, anche se è difficile trovare qualcosa di veramente simile a Mosca", anticipa l'organizzatore spagnolo. “Ci sarà presto un annuncio importante. Stiamo parlando con i rappresentanti di molte altre località, metropoli e no, per cercare di mettere insieme nei campionati a venire alcune delle più belle città del mondo".

Dal punto di vista sportivo, la gara di Mosca ha visto Piquet jr vincere di nuovo dopo il precedente successo di Long Beach, affermazione che ha dato un boost importante alle sue possibilità di diventare il primo campione FIA di Formula E. “Non credo che si possa dire che ormai il titolo lui può soltanto perderlo. È vero che ha messo insieme un vantaggio importante, ma non lo definirei decisivo perché Di Grassi è stato in grado di garantirsi almeno il secondo posto. Se Lucas in Russia avesse raccolto pochi punti o fosse rimasto completamente a secco, allora forse Nelson sarebbe quasi sicuro di vincere. In verità, la lotta per la corona è ancora aperta, poiché Londra prevede un evento doppio”.

Infatti, dopo aver fatto tappa in nove città e otto Paesi, il Campionato FIA di Formula E si sta preparando alla manifestazione finale della stagione nella capitale britannica, che contempla un duplice appuntamento (il 27 e 28 giugno) sul circuito urbano di Battersea Park. “Arriveremo a Londra dopo una stagione lunga e faticosa, ma saremo in buona forma e non vediamo l'ora di correre in quella città, dove abbiamo la nostra sede, e con un campionato ancora da decidere. Sono sicuro che molte persone, soprattutto del pubblico, ci raggiungeranno in pista per presenziare e, perché no, partecipare a due gare fantastiche...".

Prossimo articolo Formula E
Clamoroso: Liuzzi salterà i due ePrix di Londra!

Previous article

Clamoroso: Liuzzi salterà i due ePrix di Londra!

Next article

C'è il video del test “elettrico” di Dario Franchitti

C'è il video del test “elettrico” di Dario Franchitti

Su questo articolo

Serie Formula E
Autore Gabriele Testi
Tipo di articolo Ultime notizie