Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Svizzera

FE | Shwartzman chiude davanti i rookie test a Berlino, bene Minì

Robert Shwartzman ha chiuso in testa sia la sessione mattutina che quella pomeridiana della giornata di prove dedicata esclusivamente ai rookie a Berlino. Il pilota della DS si è fermato a un decimo dalla pole ottenuta da Dennis domenica, precedendo Crawford e Van Der Linde. Buon debutto anche per Gabriele Minì, nono con la Nissan.

Robert Shwartzman, DS Penske, DS E-Tense FE23

Foto di: Dom Romney / Motorsport Images

Dopo due intense giornate di azione in pista a Berlino, la Formula E si è fermata nella capitale tedesca per un ulteriore giorno di prove, dedicato però esclusivamente ai debuttanti. Oltre a qualche conferma, che aveva già partecipato ad altre sessione per i soli rookie, si sono viste anche delle facce nuove, con nomi alquanto interessanti provenienti da diverse categorie nel panorama del motorsport.

A segnare il miglior tempo è stato uno di quei piloti che ormai è già alla sua quarta sessione con la Gen 3, ovvero Robert Shwartzman, il quale ha fermato il cronometro sull’1:01.937. Il pilota della DS, riserva del team Ferrari in F1 e pilota della 499P di AF Corce nel WEC, ha registrato il suo miglior tempo durante l’ultima ora di prove, quando la temperatura della pista si aggirava attorno ai 40°C, risultando l’unico ad infrangere la barriera dell’1:02.

Tra l’altro, per quanto sia difficile confrontare i dati dei test con quelli delle qualifiche date le differenti condizioni ambientali, il miglior crono segnato da Shwartzman risulta essere solamente un decimo più lento dal tempo che è valso la pole position a Jake Dennis la domenica mattina per gara 2. Il distacco si amplia se il paragone viene effettuato con il tempo più veloce di tutto il weekend, quello con cui Edoardo Mortara ha ottenuto la pole position al sabato, ma il gap rimane comunque sotto i due decimi.

Robert Shwartzman, DS Penske

Robert Shwartzman, DS Penske

Foto di: Andrew Ferraro / Motorsport Images

Il pilota della DS Penske ha completato un totale di 82 giri nell’arco della giornata, risultando il più veloce anche nella sessione mattutina, dove aveva fermato il cronometro sull’1:02.150.

Staccato di quasi due decimi da Shwartzman chiude la giornata al secondo posto Jak Crawford con la Andretti, in quello che è stato il debutto assoluto in Formula E per il pilota americano. Al terzo posto si è piazzato Sheldon van der Linde, il sudafricano che aveva già partecipato al test per esordienti dello scorso anno, mentre suo fratello Kelvin ha gareggiato lo scorso fine settimana per Abt al posto di Nico Muller, il quale era a sua volta impegnato nel WEC a Spa con Peugeot.

Quarto tempo di giornata per un’altra “vecchia” conoscenza della Formula E, ovvero Felipe Drugovich, che è stata recentemente annunciato come uno dei piloti della formazione Cadillac #311 per la 24h di Le Mans. Il campione della F2 nel 2022, che attualmente svolge il ruolo di pilota al simulatore per Aston Martin, ha guidato ancora una volta per Maserati, chiudendo con un tempo di 1:02.171 a 10 millesimi da Van Der Linde sulla Jaguar. In mattinata, il brasiliano aveva portato la Tipo Folgore al secondo posto proprio dietro a Shwartzman, mentre al pomeriggio è stato costretto a saltare parte della sessione dopo che la sua vettura è rimasta ferma all’uscita di curva 4 causando una bandiera rossa.

Felipe Drugovich, Maserati MSG Racing, Maserati Tipo Folgore

Felipe Drugovich, Maserati MSG Racing, Maserati Tipo Folgore

Foto di: Andrew Ferraro / Motorsport Images

Il duo Mahindra Kush Maini e Frederick Vesti ha chiuso rispettivamente in quinta e settima posizione, un buon risultato considerando che per entrambi si trattava del debutto su una Formula E. Maini, infatti, non aveva preso parte alle prove libere di Misano, dove al suo posto aveva guidato Jordan King, che nel corso dei due ePrix a Berlino della scorsa settimana ha sostituito Nyck de Vries. L’indiano è entrato a far parte del team all’inizio di quest’anno dopo l’addio di Jehan Daruvala, mentre per Vesti si tratta di un primo approccio al mondo elettrico.

Il pilota della Mercedes F1 Junior e vicecampione della F2 dello scorso anno, si è classificato terzo nella sessione del mattino e settimo nel corso totale, con il suo tempo di 1:02,227 registrato nella prima parte della giornata solo marginalmente più veloce di quello ottenuto nel pomeriggio. Tra le due Mahindra si è inserito Enzo Fittipaldi, al debutto con la Jaguar.

Ottavo tempo per Zane Maloney con l’altra Andretti, ormai una conoscenza quasi “fissa” per la Formula E, mentre chiude al nono posto, a circa mezzo secondo dalla vetta, Gabriele Minì con la Nissan. Per il pilota italiano, che fa parte dell’Accademia Alpine ed è attualmente impegnato in Formula 3 con Prema, si è trattato del debutto assoluto in Formula E. Tra l’altro, come confermato dal Team Principal Tommaso Volpe a Motorsport.com, la decisione di schierare l’italiano è arrivata solo nelle ultimissime settimane, per cui non vi è stato nemmeno molto tempo per preparare il test al simulatore.

Gabriele Mini, Nissan Formula E Team, Nissan e-4ORCE 04

Gabriele Mini, Nissan Formula E Team, Nissan e-4ORCE 04

Foto di: Dom Romney / Motorsport Images

Minì aveva chiuso la mattinata al quinto posto dopo aver preso momentaneamente anche la testa della classifica a circa un’ora dal termine, mentre al pomeriggio è riuscito ad abbassare il suo crono di circa un decimo, che gli è valso il non posto finale. A chiudere la top ten è Caio Collet con l’altra Nissan, che aveva già preso parte alla sessione di libere a Misano.

Ad interrompere la giornata sono state due bandiere rosse, ma la prima interruzione, avvenuta nella seconda ora della sessione mattutina, ha avuto conseguenze importanti: Dries Vanthoor è finito contro le barriere con la Envision alla curva 3 per evitare un'altra vettura. I danni alla sua monoposto, che nel fine settimana era stata guidata da Joel Eriksson, hanno impedito a Vanthoor di scendere nuovamente in pista per il resto della giornata.

La seconda Envision, guidata da Alice Powell, ha concluso la giornata al 21° posto assoluto con un tempo di veloce di 1.03.454. La britannica, che fa parte delle riserve della scuderia che si occupa del simulatore, si è concentrata sul lavoro di sviluppo mettendo assieme un totale 56 giri, il massimo della sessione pomeridiana.

Ugo Ugochukwu, NEOM McLaren Formula E Team, e-4ORCE 04

Ugo Ugochukwu, NEOM McLaren Formula E Team, e-4ORCE 04

Foto di: Sam Bagnall / Motorsport Images

La campionessa in carica della F1 Academy Marta Garcia ha concluso la giornata al diciottesimo posto ponendo la sua ERT a 1,225s dal miglior tempo di Shwartzman: così come per altri piloti, anche per la giovane spagnola si trattava del debutto assoluto, non avendo mai guidato una vettura di Formula E prima d'ora.

Tra i debuttanti si segnala anche il 15° posto di Gregoire Saucy e il 20° di Ugo Ugochukwu con le due McLaren: l’americano, che fino a ieri era impegnato nella prima prova stagionale della Formula Regional, fa parte del programma di sviluppo della scuderia di Woking e questo test rappresenta una chance per ampliare i propri orizzonti, per quanto l’obiettivo principe rimanga chiaramente la Formula 1.

Da segnalare anche il diciannovesimo di Nicolas Pino con l’altra Maserati. Il cileno è entrato recentemente a far parte del programma Stellantis dedicato ai giovani talenti e, per arrivare quanto più preparato possibile a questo test, ha disputato delle sessioni di test a Varano con DS, ma non sulla Gen 3, bensì sulla vecchia Gen 2. Per Pino si tratta di un programma di valutazione molto interessante, che nel corso dell’anno dovrebbe portarlo anche a completare un test di confronto con i due portacolori ufficiali della squadra franco-statunitense.

Sessione del mattino:

Cla   Nº   Driver  TEAM  TEMPO Gap  Laps 
25 R.Shwartzman DS 1'02.150   45
7 Felipe Drugovich Maserati 1'02.221 0.071 52
48 Frederik Vesti Mahindra 1'02.227 0.077 52
37 S.van der Linde Jaguar 1'02.320 0.170 52
23 Gabriele Minì Nissan 1'02.437 0.287 64
21 Kush Maini Mahindra 1'02.472 0.322 52
1 Zane Maloney Andretti 1'02.512 0.362 61
94 Dennis Hauger Porsche 1'02.518 0.368 41
22 Caio Collet Nissan 1'02.534 0.384 63
10  11 Tim Tramnitz Abt Cupra
1'02.572 0.422 57
11  2 Jonny Edgar DS 1'02.614 0.464 51
12  13 Thomas Preining Porsche 1'02.622 0.472 45
13  9 Enzo Fittipaldi Jaguar 1'02.685 0.535 45
14  5 Grégoire Saucy McLaren 1'02.761 0.611 57
15  8 Ugo Ugochukwu McLaren 1'02.871 0.721 48
16  17 Jak Crawford Andretti 1'02.949 0.799 48
17  51 Ricardo Feller Abt Cupra 1'03.092 0.942 51
18  33 Mikel Azcona ERT 1'03.103 0.953 46
19  18 Nico Pino Maserati 1'03.242 1.092 47
20  4 Dries Vanthoor Envision 1'03.258 1.108 35
21  3 Marta Garcia ERT 1'03.362 1.212 39
22  16 Alice Powell Envision 1'03.869 1.719 38

Sessione del pomeriggio:

Cla   Nº   PILOTA TEAM  TEMPO Gap   GIRI
25 R.Shwartzman DS 1'01.937   49
17 Jak Crawford Andretti 1'02.110 0.173 52
37 S.van der Linde Jaguar 1'02.167 0.230 45
7 Felipe Drugovich Maserati 1'02.171 0.234 49
21 Kush Maini Mahindra 1'02.208 0.271 44
9 Enzo Fittipaldi Jaguar 1'02.211 0.274 50
48 Frederik Vesti Mahindra 1'02.242 0.305 47
1 Zane Maloney Andretti 1'02.279 0.342 39
23 Gabriele Minì Nissan 1'02.360 0.423 36
10  22 Caio Collet Nissan 1'02.376 0.439 37
11  13 Thomas Preining Porsche 1'02.430 0.493 39
12  94 Dennis Hauger Porsche 1'02.456 0.519 51
13  51 Ricardo Feller Abt Cupra 1'02.612 0.675 47
14  2 Jonny Edgar DS 1'02.619 0.682 43
15  5 Grégoire Saucy Abt Cupra
1'02.660 0.723 40
16  11 Tim Tramnitz Abt Cupra 1'02.846 0.909 41
17  33 Mikel Azcona ERT 1'02.900 0.963 52
18  3 Marta Garcia ERT 1'03.162 1.225 49
19  18 Nico Pino Maserati 1'03.220 1.283 49
20  8 Ugo Ugochukwu McLaren 1'03.239 1.302 49
21  16 Alice Powell Envision 1'03.454 1.517 56
Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente FE | Hankook: ecco come cambieranno le gomme con la Gen 3 Evo
Articolo successivo FE | Nuove figure e tecnici: come DS sta spingendo per tornare al top

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Svizzera