L’ePrix della Svizzera è pronto a spostarsi (una tantum) a... Berna

condividi
commenti
L’ePrix della Svizzera è pronto a spostarsi (una tantum) a... Berna
Di: Alex Kalinauckas
Tradotto da: Chiara Rainis, Motorsport.com Switzerland
04 set 2018, 17:17

La città di Zurigo ha deciso di rinunciare all’edizione 2019 della gara di Formula E per la vicinanza con la Züri Fäscht, manifestazione che ogni 3 anni si svolge tra fine giugno e inizio luglio, e il Pride Festival.

Zurigo ha deciso di rinunciare all’edizione 2019 per la vicinanza con la Züri-Fest, manifestazione che ogni 3 anni si svolge tra fine giugno e inizio luglio, e il Pride Festival.

Sarà la capitale Berna ad ospitare il round elvetico del Campionato FIA di Formula E la prossima stagione. Il motivo dello spostamento sarebbe da ritrovarsi non nel mancato apprezzamento della gara di Zurigo dello scorso 10 giugno da parte della cittadinanza, quanto piuttosto nella concomitanza con altri eventi.

Secondo la nota ufficiale dell’amministrazione zurighese “considerata la presenza sulle stesse strade nelle settimane appena precedenti della Zuri-Fest e del Pride Festival, sarebbe stato troppo pesante per i cittadini dover affrontare ulteriori disagi”.

Non avendo trovato alternative interne alla città sulla Limmat, gli organizzatori hanno guardato a Berna, che si è poi aggiudicata la corsa, e a Lugano, nella speranza di tornare a Zurigo nel 2020. 

Eventi correlati:

“L’ePrix del 2018 è stato un grande successo sia a livello nazionale, sia internazionale, con un importante riscontro tra azionisti, fan, sponsor e media”, ha affermato un portavoce della Formula E.

“Altre località elvetiche si sono fatte avanti e i nostri promoter hanno già avviato delle discussioni per trovare la soluzione migliore in termini tecnici e commerciali”. 

Presente al Gran Premio d'Italia di Formula 1, Marco Parroni, responsabile sponsorizzazioni della Banca Julius Bär, partner fondatore nonché sponsor della serie “full electric”, ha espresso a Monza alla FIA la propria volontà di dare alla gara in futuro la denominazione di “Swiss ePrix”, allo scopo di enfatizzare il ruolo della Confederazione nella promozione della mobilità sostenibile.

Visto l'interesse dimostrato da molte municipalità elvetiche, potrebbe pertanto realizzarsi il grande sogno del manager del Canton Svitto, membro anche dell'Advisory Board della Formula E, cioè un vero e proprio ePrix della Svizzera di taglio nazionale. 

Leggi anche:

Quanto a Berna, è stato particolarmente significativo l'intervento di un amministratore di grado elevato della capitale svizzera, proprio dove è stata modificata la Legge del 1958 che proibiva le corse in circuito alla presenza di pubblico, per il quale la Formula E rappresenta un importante elemento per veicolare l'immagine di una location votata alla elettromobilità.

E c'è chi non esclude che possa venire riscoperto il tracciato del parco del Bremgarten, dove il Campionato del Mondo di Formula 1 gareggiò sino alla stagione 1954... 

 
Felix Rosenqvist, Mahindra Racing, Nelson Piquet Jr., Jaguar Racing, Nick Heidfeld, Mahindra Racing

Felix Rosenqvist, Mahindra Racing, Nelson Piquet Jr., Jaguar Racing, Nick Heidfeld, Mahindra Racing

Photo by: Andrew Ferraro / LAT Images

 

Prossimo articolo Formula E
La Mahindra Racing promette un powertrain “rivoluzionario”

Previous article

La Mahindra Racing promette un powertrain “rivoluzionario”

Next article

Nissan & Formula E: in forse il campione 2015-2016 Sébastien Buemi?

Nissan & Formula E: in forse il campione 2015-2016 Sébastien Buemi?
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula E
Location Streets of Zurich
Autore Alex Kalinauckas
Tipo di articolo Ultime notizie