E-Prix New York 2: Bird trionfa ed è leader del campionato

Sam Bird è stato impeccabile nella seconda uscita a New York e ha vinto davanti a Cassidy e Felix Da Costa. Evans, a causa di una toccata a muro a pochi istanti dalla fine, getta al vento il secondo posto e la doppietta per Jaguar. Bird nuovo leader del Mondiale. Male Mortara.

E-Prix New York 2: Bird trionfa ed è leader del campionato

Per Sam Bird, New York potrebbe non essere stata mai così dolce come oggi. Il pilota britannico ha convertito la pole ottenuta questo pomeriggio in una grande vittoria nel secondo E-Prix svolto in questo weekend nella Grande Mela. Ma non è tutto, perché grazie a questo risultato Bird è diventato il nuovo leader del Mondiale Piloti.

Jaguar torna a casa con una grande vittoria, la leadership nel Mondiale Piloti, e un grande spot offerto in una terra, gli Stati Uniti, che può essere un mercato importante. Peccato invece per quanto accaduto a pochi secondi dalla fine della gara a Mitch Evans. Il secondo pilota Jaguar, mentre era intento a difendere la seconda posizione dagli assalti di Cassidy, Felix Da Costa e le due Porsche, ha dovuto rallentare di colpo.

Evans ha così fatto sfilare gli avversari, forse a causa di una foratura alla gomma posteriore destra dopo aver pizzicato il muro. Nick Cassidy (Virgin Racing) si è giocato con Antonio Felix Da Costa (Dragon Racing) la seconda posizione, avendo la meglio e cogliendo un grande podio dopo un'ottima difesa fatta nell'ultimo giro. Appena fuori dal podio le Porsche di Pascal Wehrlein e Andre Lotterer, che hanno così completato la Top 5.

Alexander Sims, pilota del team Mahindra, è stato autore di una buona gara e una bella rimonta che lo ha portato a chiudere la gara al sesto posto. Il tedesco ha approfittato proprio in extremis del problema sulla Jaguar di Evans per superarlo e chiudere davanti a lui. La stessa cosa hanno fatto Norman Nato (Venturi), Robin Frijns (Virgin Racing), Alex Lynn e Maximilian Gunther, vincitore dell'E-Prix di New York svolto ieri.

Evans ha chiuso la gara addirittura dietro a Sergio Sette Camara e a Stoffel Vandoorne, in 13esima posizione. Un errore che gli è costato molto caro. Lucas Di Grassi ha invece macchiato una gara decente con 10" di penalità inflitti dai commissari di gara dopo aver urtato e mandato in testacoda Sébastien Buemi. Il pilota svizzero della Nissan era ottavo, ma ha visto svanire un arrivo a punti a causa della manovra azzardata del brasiliano dell'Audi. DI Grassi ha chiuso la gara al 14esimo posto.

Edoardo Mortara torna da New York con le pive nel sacco. Il ginevrino, 17esimo alla fine, ha perso la leadership del Mondiale Piloti dopo un'altra gara opaca, in cui è anche stato autore di un errore che lo ha prima visto andare contro le barriere, e poi fare retromarcia, ma venendo sfilato da almeno 6 monoposto. L'ex pilota DTM si è trovato così in fondo alla classifica ed è stato incapace di rimontare, tanto da perdere il primo posto nel Mondiale a vantaggio di Sam Bird. 

Terribile finale di weekend per Jean-Eric Vergne. Il pilota del team DS Techeetah è stato costretto al ritiro pochi istanti dopo la partenza a causa di un guasto verificatosi sulla sua monoposto. Per il francese 2 volte vincitore della categoria una vera e propria doccia gelata, perché con questo "zero" nella generale ha perso una grande occasione per rientrare nei giochi per il titolo iridato 2021.

La Formula E tornerà tra qualche settimana con il doppio appuntamento che si terrà a Londra, mentre Berlino ospiterà l'evento conclusivo della prima stagione di FIA Formula E che ha valenza di Mondiale.

Cla # Pilota Team Giri Tempo Distacco Distacco km orari Ritirato Punti
1 10 United Kingdom Sam Bird
United Kingdom Jaguar Racing 37 46'15.909 25
2 37 New Zealand Nick Cassidy
United Kingdom Virgin Racing 37 46'20.076 4.167 4.167 18
3 13 Portugal António Félix Da Costa
China Techeetah 37 46'20.749 4.840 0.673 15
4 99 Germany Pascal Wehrlein
Germany Porsche Team 37 46'23.063 7.154 2.314 12
5 36 Germany André Lotterer
Germany Porsche Team 37 46'23.671 7.762 0.608 10
6 29 United Kingdom Alexander Sims
India Mahindra Racing 37 46'32.195 16.286 8.524 8
7 71 France Norman Nato
Monaco Venturi 37 46'40.892 24.983 8.697 6
8 4 Netherlands Robin Frijns
United Kingdom Virgin Racing 37 46'40.993 25.084 0.101 4
9 94 United Kingdom Alex Lynn
India Mahindra Racing 37 46'41.314 25.405 0.321 2
10 28 Germany Maximilian Gunther
United States Andretti Autosport 37 46'41.918 26.009 0.604 1
11 7 Brazil Sergio Sette Camara
United States Dragon Racing 37 46'42.250 26.341 0.332
12 5 Belgium Stoffel Vandoorne
Germany Mercedes 37 46'46.690 30.781 4.440
13 20 New Zealand Mitch Evans
United Kingdom Jaguar Racing 37 46'46.866 30.957 0.176
14 11 Brazil Lucas Di Grassi
Germany Audi Sport Team ABT 37 46'47.879 31.970 1.013
15 23 Switzerland Sébastien Buemi
France DAMS 37 46'48.894 32.985 1.015
16 27 United Kingdom Jake Dennis
United States Andretti Autosport 37 46'51.601 35.692 2.707
17 48 Switzerland Edoardo Mortara
Monaco Venturi 37 46'51.833 35.924 0.232
18 17 Netherlands Nyck De Vries
Germany Mercedes 37 46'52.248 36.339 0.415
19 22 United Kingdom Oliver Rowland
France DAMS 37 47'07.293 51.384 15.045
20 33 Germany René Rast
Germany Audi Sport Team ABT 37 47'15.603 59.694 8.310
21 88 United Kingdom Tom Blomqvist
United Kingdom NIO Formula E Team 37 47'21.236 1'05.327 5.633
22 6 Sweden Joel Eriksson
United States Dragon Racing 37 47'23.610 1'07.701 2.374
dnf 8 United Kingdom Oliver Turvey
United Kingdom NIO Formula E Team 29 37'20.097 8 Laps 8 Laps Ritirato
dnf 25 France Jean-Éric Vergne
China Techeetah 0 Ritirato
condividi
commenti
E-Prix New York 2: Bird in pole. Jaguar domina la prima fila

Articolo precedente

E-Prix New York 2: Bird in pole. Jaguar domina la prima fila

Articolo successivo

Formula E: ecco il circuito di Londra aggiornato

Formula E: ecco il circuito di Londra aggiornato
Carica i commenti