Diriyah E-Prix: le Virgin dominano le prove libere

Nel primo turno è stato Robin Frijns ad aprire le danze, poi è toccato a Sam Bird realizzare il miglior tempo assoluto nella FP2. A muro Ma Qing Hua.

Diriyah E-Prix: le Virgin dominano le prove libere

Le monoposto della Envisioni Virgin Racing hanno fatto la voce grossa nelle prime due sessioni di prove libere della stagione 2019/2020 della Formula E, che si apre con la doppia prova nella città saudita di Diriyah.

Nel turno inaugurale è stato Robin Frijns ad aprire le danze, realizzando un crono di 1'16"137, con il quale ha preceduto di oltre 1"3 il rookie della Geox Dragon, Nico Muller. In terza posizione poi si è piazzato il compagno di squadra Sam Bird in 1'17"561.

Proprio il britannico è stato poi il più rapido nella seconda sessione, portando il limite fino ad un crono di 1'14"353. Dunque, nella FP2 le prestazioni si sono abbassate sensibilmente, perché sotto al tempo di Frijns ci sono andati anche Antonio Felix Da Costa, secondo al debutto con la DS Techeetah in 1'15"147, e la Venturi di Edoardo Mortara.

Non è stata una mattinata semplice invece per il campione in carica Jean-Eric Vergne. Il portacolori della DS Techeetah ha chiuso solamente 17esimo nel primo turno e non è riuscito a centrare la top 10 neppure nella FP2.

Nella prima sessione è stata esposta anche la bandiera rossa quando il cinese Ma Quing Hua è finito a muro con la sua NIO, nello stesso punto in cui aveva toccato le barriere anche l'altra Geox Dragon di Brendon Hartley. Il cinese poi è tornato in pista nel secondo turno, ma la sua monoposto non sembra ok, visto che ha preso circa una decina di secondi.

Nella FP2 c'è stata anche la toccata con il muretto della Jaguar di James Calado, avvenuta per evitare un contatto con l'Audi di Daniel Abt. Il britannico è rientrato ai box con una foratura, ma successivamente è riuscito a riprendere la via della pista.

In ombra per ora le nuove arrivate Porsche e Mercedes: Andre Lottere ha chiuso con il nono tempo nella seconda sessione a circa 1"6. Stoffel Vandoorne invece è addirittura in 19esima a poco meno di 3". Il pilota belga era stato quarto nel turno inaugurale, ma poi ha praticamente ripetuto il suo tempo quando gli altri hanno migliorato sensibilmente le prestazioni.

condividi
commenti
Formula E: parte la stagione 6, ecco tutte le novità

Articolo precedente

Formula E: parte la stagione 6, ecco tutte le novità

Articolo successivo

Diriyah E-Prix: Sims regala alla BMW la prima pole stagionale

Diriyah E-Prix: Sims regala alla BMW la prima pole stagionale
Carica i commenti