Formula E
22 nov
-
22 nov
Evento concluso
23 nov
-
23 nov
Evento concluso
G
Santiago ePrix
17 gen
-
18 gen
Prossimo evento tra
39 giorni
G
Mexico City ePrix
14 feb
-
15 feb
Prossimo evento tra
67 giorni
G
Marrakesh ePrix
27 feb
-
29 feb
Prossimo evento tra
80 giorni
G
Sanya ePrix
20 mar
-
21 mar
Prossimo evento tra
102 giorni
03 apr
-
04 apr
Prossimo evento tra
116 giorni
G
Paris ePrix
17 apr
-
18 apr
Prossimo evento tra
130 giorni
G
Seoul ePrix
02 mag
-
03 mag
Prossimo evento tra
145 giorni
G
Jakarta ePrix
05 giu
-
06 giu
Prossimo evento tra
179 giorni
G
Berlin ePrix
20 giu
-
21 giu
Prossimo evento tra
194 giorni
G
New York City ePrix
10 lug
-
11 lug
Prossimo evento tra
214 giorni
G
London ePrix
25 lug
-
25 lug
Prossimo evento tra
229 giorni
G
E-Prix di Londra II
26 lug
-
26 lug
Prossimo evento tra
230 giorni

Diriyah E-Prix, Gara 1: Bird domina, Porsche seconda con Lotterer

condividi
commenti
Diriyah E-Prix, Gara 1: Bird domina, Porsche seconda con Lotterer
Di:
22 nov 2019, 13:18

Sam Bird ha conquistato il successo in Gara 1 nell'Eprix di Diriyah piegando la resistenza di Vandoorne nel finale, mentre Lotterer ha regalato alla Porsche il primo podio in Formula E.

E’ iniziata alla grande la stagione 2019/2020 di Formula E per Sam Bird. Il pilota dell’Envision Virgin Racing è infatti riuscito ad imporsi di forza in Gara 1 offrendo sorpassi magistrali e riscattando una qualifica deludente.

Bird, infatti, aveva ottenuto soltanto il quinto tempo nel turno mattutino a seguito di un errore commesso nei primi metri ma, nonostante la partenza dalla quinta casella, l’inglese è stato bravissimo nello scegliere il momento adatto per prendere i due attack mode.

Il momento che ha deciso la prima gara del weekend di Ad Diriyah è avvenuto quando mancavano dieci minuti dal termine. Bird, dopo aver seguito come un’ombra Vandoorne per buona parte della corsa, ha sferrato l’attacco decisivo in curva 1 ai danni del pilota della Mercedes per poi viaggiare indisturbato al comando.

Il successo di Bird non è stato messo in discussione neanche dall’ingresso in pista della safety car nei minuti conclusivi quando i commissari sono intervenuti in pista per rimuovere la monoposto di Abt. Alla ripartenza l’inglese è subito scappato via per transitare indisturbato sotto la bandiera a scacchi.

Altrettanto intensa è stata la lotta per il secondo gradino del podio che ha visto protagonisti Lotterer e Vandoorne. Il pilota della Mercedes ha optato per prendere il secondo attack mode un secondo prima della neutralizzazione della gara con safety car ed ha così consentito a Lotterer di portarsi in seconda posizione.

Nei tre giri rimanenti Vandoorne non è riuscito a trovare lo spunto necessario per tornare davanti ed ha chiuso così in terza posizione.

Il secondo posto di Lotterer è certamente da accogliere positivamente per la Porsche. La Casa tedesca, al debutto nella serie, ha potuto contare sull’esperienza del suo pilota di punta per conquistare un risultato probabilmente inatteso alla vigilia.

Gli ultimi giri della corsa sono stati parecchio movimentati anche per le posizioni ai piedi del podio. A spuntarla nella lotta per il quarto posto è stato Oliver Rowland, bravo ad infilare senza pietà uno spento Alexander Sims quando mancavano 7 minuti al termine, mentre nel giro finale il pilota della BMW, ormai a corto di energia, non ha potuto fare niente per difendersi da Frijns, de Vries e Mortara ed è così precipitato in ottava piazza.

Sims non è così riuscito a convertire in un successo la grande pole conquistata al mattino, mentre Frijns, grazie ad una ottima rimonta dalla dodicesima posizione, ha mostrato l’ottimo stato di forma delle vetture dell’Envision Virgin Racing.

Deludente il sesto posto finale di Nyck de Vries, ma il pilota della Mercedes ha pagato una inesperienza nel gestire correttamente le fasi in cui scegliere l’attack Mode.

Jerome D’Ambrosio e Mitch Evans hanno completato la top ten, ed il pilota della Jaguar è riuscito con l’ultimo piazzamento a punti a riscattare una qualifica sottotono che l’aveva visto ottenere soltanto il sedicesimo tempo.

Gara 1 da dimenticare per due nomi attesi, Sebastien Buemi e Jean-Eric Vergne. Lo svizzero della Nissan e-Dams ha dovuto abbandonare subito la scena per problemi riscontrati sulla sua monoposto, mentre il campione in carica è rientrato ai box quando si trovava in undicesima posizione a seguito di un contatto a muro che ha danneggiato i braccetti della sospensione anteriore destra.

Cla Pilota Team Giri Tempo Distacco Distacco km orari Punti
1 United Kingdom Sam Bird
United Kingdom Virgin Racing 34 46'17.371 110.7 26
2 Germany André Lotterer
Germany Porsche Team 34 46'18.690 1.319 1.319 110.6 18
3 Belgium Stoffel Vandoorne
Germany Mercedes 34 46'19.043 1.672 0.353 110.6 15
4 United Kingdom Oliver Rowland
Japan Nissan e.dams 34 46'19.315 1.944 0.272 110.6 12
5 Netherlands Robin Frijns
United Kingdom Virgin Racing 34 46'21.354 3.983 2.039 110.5 10
6 Netherlands Nyck De Vries
Germany Mercedes 34 46'21.931 4.560 0.577 110.5 8
7 Switzerland Edoardo Mortara
Monaco Venturi 34 46'22.493 5.122 0.562 110.5 6
8 United Kingdom Alexander Sims
United States Andretti Autosport 34 46'23.086 5.715 0.593 110.5 7
9 Belgium Jérôme D'Ambrosio
India Mahindra Racing 34 46'23.999 6.628 0.913 110.4 2
10 New Zealand Mitch Evans
United Kingdom Jaguar Racing 34 46'24.419 7.048 0.420 110.4 2
11 Germany Pascal Wehrlein
India Mahindra Racing 34 46'24.831 7.460 0.412 110.4
12 Brazil Felipe Massa
Monaco Venturi 34 46'25.537 8.166 0.706 110.4
13 Brazil Lucas Di Grassi
Germany Audi Sport Team ABT 34 46'25.775 8.404 0.238 110.3
14 Portugal António Félix Da Costa
China Techeetah 34 46'26.224 8.853 0.449 110.3
15 United Kingdom Oliver Turvey
United Kingdom NIO Formula E Team 34 46'27.543 10.172 1.319 110.3
16 United Kingdom James Calado
United Kingdom Jaguar Racing 34 46'28.943 11.572 1.400 110.2
17 Switzerland Neel Jani
Germany Porsche Team 34 46'32.800 15.429 3.857 110.1
18 Germany Maximilian Gunther
United States Andretti Autosport 34 46'43.033 25.662 10.233 109.7
19 New Zealand Brendon Hartley
United States Dragon Racing 34 46'59.590 42.219 16.557 109.0
20 China Ma Qing Hua
United Kingdom NIO Formula E Team 33 46'53.945 1 Lap 1 Lap 106.0
Germany Daniel Abt
Germany Audi Sport Team ABT 29 37'36.691 5 Laps 4 Laps
France Jean-Éric Vergne
China Techeetah 21 27'34.760 13 Laps 8 Laps
Switzerland Sébastien Buemi
Japan Nissan e.dams 3 6'59.927 31 Laps 18 Laps
Switzerland Nico Müller
United States Dragon Racing 0
Scorrimento
Lista

Sébastien Buemi, Nissan e.Dams, Nissan IMO2

Sébastien Buemi, Nissan e.Dams, Nissan IMO2
1/22

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Sébastien Buemi, Nissan e.Dams

Sébastien Buemi, Nissan e.Dams
2/22

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Stoffel Vandoorne, Mercedes Benz EQ, EQ Silver Arrow 01

Stoffel Vandoorne, Mercedes Benz EQ, EQ Silver Arrow 01
3/22

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Sébastien Buemi, Nissan e.Dams

Sébastien Buemi, Nissan e.Dams
4/22

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Stoffel Vandoorne, Mercedes Benz EQ, EQ Silver Arrow 01

Stoffel Vandoorne, Mercedes Benz EQ, EQ Silver Arrow 01
5/22

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Stoffel Vandoorne, Mercedes Benz EQ

Stoffel Vandoorne, Mercedes Benz EQ
6/22

Foto di: Alastair Staley / Motorsport Images

Stoffel Vandoorne, Mercedes Benz EQ, EQ Silver Arrow 01

Stoffel Vandoorne, Mercedes Benz EQ, EQ Silver Arrow 01
7/22

Foto di: Dan Bathie / Motorsport Images

Sam Bird, Virgin Racing, Audi e-tron FE06

Sam Bird, Virgin Racing, Audi e-tron FE06
8/22

Foto di: Dan Bathie / Motorsport Images

Sam Bird, Virgin Racing, Audi e-tron FE06

Sam Bird, Virgin Racing, Audi e-tron FE06
9/22

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Robin Frijns, Virgin Racing, Audi e-tron FE06

Robin Frijns, Virgin Racing, Audi e-tron FE06
10/22

Foto di: Dan Bathie / Motorsport Images

Robin Frijns, Virgin Racing, Audi e-tron FE06

Robin Frijns, Virgin Racing, Audi e-tron FE06
11/22

Foto di: Dan Bathie / Motorsport Images

Robin Frijns, Virgin Racing, Audi e-tron FE06

Robin Frijns, Virgin Racing, Audi e-tron FE06
12/22

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Robin Frijns, Virgin Racing, Audi e-tron FE06

Robin Frijns, Virgin Racing, Audi e-tron FE06
13/22

Foto di: Nick Dungan / Motorsport Images

Oliver Turvey, NIO 333, NIO FE-005

Oliver Turvey, NIO 333, NIO FE-005
14/22

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Pascal Wehrlein, Mahindra Racing

Pascal Wehrlein, Mahindra Racing
15/22

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Pascal Wehrlein, Mahindra Racing, M6Electro

Pascal Wehrlein, Mahindra Racing, M6Electro
16/22

Foto di: Nick Dungan / Motorsport Images

Nyck De Vries, Mercedes Benz EQ, EQ Silver Arrow 01

Nyck De Vries, Mercedes Benz EQ, EQ Silver Arrow 01
17/22

Foto di: Dan Bathie / Motorsport Images

Oliver Rowland, Nissan e.Dams

Oliver Rowland, Nissan e.Dams
18/22

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Oliver Rowland, Nissan e.Dams, Nissan IMO2

Oliver Rowland, Nissan e.Dams, Nissan IMO2
19/22

Foto di: Dan Bathie / Motorsport Images

Jérôme d'Ambrosio, Mahindra Racing, M6Electro

Jérôme d'Ambrosio, Mahindra Racing, M6Electro
20/22

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Daniel Abt, Audi Sport ABT Schaeffler

Daniel Abt, Audi Sport ABT Schaeffler
21/22

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Oliver Rowland, Nissan e.Dams, Nissan IMO2

Oliver Rowland, Nissan e.Dams, Nissan IMO2
22/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Articolo successivo
Diriyah E-Prix: Sims regala alla BMW la prima pole stagionale

Articolo precedente

Diriyah E-Prix: Sims regala alla BMW la prima pole stagionale

Articolo successivo

Diriyah E-Prix, Libere 3: Da Costa conquista la vetta, Vergne a muro

Diriyah E-Prix, Libere 3: Da Costa conquista la vetta, Vergne a muro
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula E
Evento Ad Diriyah ePrix
Sotto-evento Gara
Autore Marco Di Marco