Di Grassi: “Renault e Mahindra superiori, ma abbiamo fatto il massimo”

condividi
commenti
Di Grassi: “Renault e Mahindra superiori, ma abbiamo fatto il massimo”
Di:
, Motorsport.com Switzerland
12 giu 2017, 23:29

Il brasiliano, secondo e terzo, è contento di quanto raccolto nell’ePrix di Berlino malgrado una caviglia malandata. L’alfiere dell’Audi è già proiettato a New York con un obiettivo: ridurre il gap da Sébastien Buemi.

Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport, in the press conference
Felix Rosenqvist, Mahindra Racing, Sébastien Buemi, Renault e.Dams, and Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport, in the press conference
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport, on the grid
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Daniel Abt, ABT Schaeffler Audi Sport, Sam Bird, DS Virgin Racing, Lucas di Grassi, ABT Schaeffler A
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport

Il week end tedesco può dirsi positivo per Lucas Di Grassi, ma il brasiliano può recriminare soprattutto per la gara del sabato, che gli avrebbe permesso, in caso di vittoria, di guadagnare 25 punti secchi sul leader della classifica Sébastien Buemi.

Domenica, invece, si è rivelata decisamente più difficoltosa per il pilota del team Audi Sport ABT Schaeffler, che è stato costretto ad una grande rimonta, culminata con il terzo posto finale. 

A margine dell’ePrix all'interno dell'ex scalo aeroportuale di Tempelhof, il driver di San Paolo ha così commentato: “Per me è stato un fine settimana fantastico. Ho preso 36 punti, due podi e una pole position. Tutto questo poi nella nostra gara di casa, in uno splendido contesto. L’evento a Berlino è stato davvero ben organizzato e il nuovo layout della pista era perfetto. Renault e soprattutto Mahindra erano più veloci di noi, ma abbiamo fatto il massimo con quello che avevamo”. 

 

Lucas Di Grassi era arrivato a Berlino lamentando un infortunio alla caviglia frutto di un incidente durante una partita di calcio, ma a quanto pare la cosa non lo ha infastidito eccessivamente: “Per fortuna era il piede che uso per l’acceleratore. L’infortunio non ha avuto influenza durante la guida, non ho sentito niente in macchina. Solo il cambio dell’auto era complicato, ma siamo riusciti ad ovviare a questo problema”.

 

Ritornando alla gara del sabato, invece, il brasiliano ha affermato: “Non abbiamo avuto il miglior set-up e poi avevamo problemi con la temperatura della batteria. Domenica l’Audi ha fatto un ottimo lavoro e il problema non si è ripresentato. Inoltre il set-up era migliore. Mi sono molto divertito, ho superato tanti piloti e ingaggiato molti duelli. Il mio compagno Daniel Abt, inoltre, mi è stato sempre incollato dietro, anche lui ha fatto una gran gara”.

Naturalmente ora l’attesa è tutta per il prossimo week end a New York, dove il tracciato si preannuncia affascinante e ricco di insidie. Per Di Grassi potrebbe essere un’altra buona occasione per rosicchiare altri punti a Buemi. 

 

Articolo successivo
López: “Non dovrebbe mai esserci un contatto fra compagni”

Articolo precedente

López: “Non dovrebbe mai esserci un contatto fra compagni”

Articolo successivo

Buemi: “Rosenqvist? Ha i miei complimenti per le due gare”

Buemi: “Rosenqvist? Ha i miei complimenti per le due gare”
Carica i commenti
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie