De Vries attacca dopo il titolo: "Alcuni piloti troppo aggressivi"

Il neo-campione di Formula E Nyck de Vries ha messo in discussione gli standard di guida del campionato, dicendo che alcuni dei suoi rivali non hanno rispettato i contendenti al titolo nell'E-Prix di Berlino.

De Vries attacca dopo il titolo: "Alcuni piloti troppo aggressivi"

Il pilota della Mercedes è stato coinvolto in una serie di battaglie serrate durante i 32 giri sul circuito di Tempelhof ed è stato fortunato ad evitare qualsiasi danno grave alla sua vettura dopo diversi contatti ravvicinate.

Questo includeva una lunga lotta con la Mahindra di Alexander Sims per l'ultimo posto del podio, prima di entrare in contatto con la Porsche di Porsche Lotterer quando sono appaiati in tre accanto a Stoffel Vandoorne andando verso la curva 3.

Dopo un bacio alle barriere più tardi nella gara, de Vries alla fine ha attraversato il traguardo in ottava posizione per diventare il primo vincitore del titolo di Formula E sotto la sua era di Campionato del Mondo.

Pur essendo naturalmente felice dopo aver ottenuto la corona alla sua seconda stagione in Formula E, l'olandese ha sentito che alcuni dei suoi rivali in pista hanno ignorato il fatto che stava combattendo per il campionato, in particolare criticando il modo in cui Sims stava difendendo la sua posizione.

"Mi sono sentito molto deluso dagli standard di guida", ha detto il 26enne. "Voglio dire era come che non fossero consapevoli della situazione del campionato, quindi se è così che si guida contro i contendenti del campionato, è un peccato".

Leggi anche:

"Ieri era così, ma oggi è stato anche peggio. Francamente parlando, ero un po' deluso da questo e questa è stata la mia prima reazione dopo la gara perché sentivo che avrei potuto finire con una posizione migliore".

"Sono un pilota. Come avete visto oggi, non stavo giocando conservativo, volevo correre e lottare".

"Avete visto che eravamo super veloci oggi, ma non nasconderò più il suo nome, Sims ha davvero bisogno di fare marcia indietro. Ieri Alex Lynn ci ha provocato una foratura e oggi Sims è stato troppo aggressivo, soprattutto considerando che stiamo lottando per il campionato".

Anche se il titolo piloti per de Vries è stato effettivamente assicurato quando tre dei suoi contendenti al titolo si sono ritirati in modo spettacolare nei giri iniziali della gara, la Mercedes ha dovuto lavorare duramente per saltare dal quinto al primo posto nel campionato team.

De Vries ha trascorso gli ultimi giri della gara respingendo la DS Techeetah di Jean-Eric Vergne, prima di essere sorpreso al settimo posto dalla Jaguar di Sam Bird.

L'olandese ha rivelato che gli ci è voluto un po' per rendersi conto che la Mercedes aveva ottenuto il titolo dopo un errore di comunicazione tra lui e i suoi ingegneri alla radio della squadra.

"Di solito, sono molto calmo alla radio, ma a un certo punto, a tre giri dalla fine, mi stavano informando che la posizione in cui stavo correndo, davanti a JEV, era importante".

"Quindi, gli ho detto: 'per favore ragazzi ditemelo' e non rispondevano, così ho alzato la voce e alla fine mi hanno dato la risposta che era necessario per il campionato team".

"E poi mi ha preso anche Bird e ho pensato che avessimo perso il campionato a squadre, quindi ero ansioso di combattere nel resto del giro, ma poi mi hanno detto che va bene, 'tieni la posizione'. Così, l'ho portata a casa".

"Quindi, sono un po' deluso ed è per questo che la mia reazione alla radio è stata: 'abbiamo vinto il campionato squadre?'. Perché sono un pilota e sentivo che abbiamo fatto una gara estremamente buona e perdere in modo ingiusto sarebbe stato triste".

condividi
commenti
Formula E: vertebra rotta per Mortara nel botto di Berlino
Articolo precedente

Formula E: vertebra rotta per Mortara nel botto di Berlino

Articolo successivo

Ufficiale: Mercedes lascia la Formula E dopo il 2022

Ufficiale: Mercedes lascia la Formula E dopo il 2022
Carica i commenti