Daniel Abt spiega l’episodio delle cinture di sicurezza

condividi
commenti
Daniel Abt spiega l’episodio delle cinture di sicurezza
Chiara Rainis
Di: Chiara Rainis , Motorsport.com Switzerland
18 mar 2018, 20:04

Passato alla seconda vettura, a Punta del Este il giovanissimo pilota tedesco dell'Audi Sport si è trovato completamente slegato ed è stato costretto a rientrare al box, perdendo il podio e scivolando al quattordicesimo posto finale...

Daniel Abt, Audi Sport ABT Schaeffler, Sam Bird, DS Virgin Racing
Daniel Abt, Audi Sport ABT Schaeffler, Alex Lynn, DS Virgin Racing, Sam Bird, DS Virgin Racing
Daniel Abt, Audi Sport ABT Schaeffler, Alex Lynn, DS Virgin Racing
Daniel Abt, Audi Sport ABT Schaeffler
Daniel Abt, Audi Sport ABT Schaeffler
Daniel Abt, Audi Sport ABT Schaeffler
Daniel Abt, Audi Sport ABT Schaeffler
Daniel Abt, Audi Sport ABT Schaeffler
Daniel Abt, Audi Sport ABT Schaeffler
Daniel Abt, Audi Sport ABT Schaeffler
Daniel Abt, Audi Sport ABT Schaeffler
Daniel Abt, Audi Sport ABT Schaeffler
Oliver Turvey, NIO Formula E Team, Daniel Abt, Audi Sport ABT Schaeffler, Andre Lotterer, Techeetah, nd Sam Bird, DS Virgin Racing

Se la vittoria di Città del Messico era arrivata anche grazie ad un perfetto cambio auto, in Uruguay quella fase è costata a Daniel Abt un onorevole terzo posto e lo ha costretto a tornare a casa a secco.
“Mi sono trovato senza cinture e non capivo come fosse possibile”, ha dichiarato. 

“A quel punto tra rischiare la vita o andare ai box, ho optato per la seconda ipotesi. Sono rientrato per farmi allacciare e così ho perso la possibilità di conquistare dei punti”.

L’incidente è stato analizzato nel dopo corsa, ma è stato archiviato in quanto i Commissari Sportivi hanno ritenuto sufficienti le spiegazioni di pilota, team manager e Vice Delegato Tecnico per cui il 25enne era effettivamente uscito dal box dopo la sosta obbligatoria con le cinture allacciate e tirate.

“È stato un vero peccato. Stavo facendo un buon ePrix e mi sentivo forte. Ero anche riuscito a passare Oliver Turvey e Alex Lynn prima del pit-stop, di conseguenza al rientro in pista ero terzo, ma dopo due tornate mi sono reso conto che tutte e quattro le cinture si erano slacciate in frenata”, ha aggiunto.

Anche secondo il team principal Allan McNish questo intoppo è costato il doppio podio per Audi vista la piazza d’onore di Lucas Di Grassi alle spalle del vincitore Jean-Éric Vergne.

 

“Poteva tranquillamente finire in top 3 e stava andando tutto bene, poi per qualche motivo si è trovato slegato ed è dovuto rientrare per sistemarsi e poter riuscire. Mi è capitato pure a me in altri campionati e l’unica cosa che si può fare è quella di andare ai box”, ha considerato lo scozzese.

“Ora dovremo capire cosa è successo. Lui comunque si è attenuto alle regole, lo hanno potuto verificare anche gli steward che la procedura era stata corretta”.  

 

 

Prossimo articolo Formula E
Buemi: “Ho sperato tanto nella Safety-Car...”

Previous article

Buemi: “Ho sperato tanto nella Safety-Car...”

Next article

Bird: “Il mio è stato un podio per limitare i danni”

Bird: “Il mio è stato un podio per limitare i danni”