Buemi: “Io devo guardare al bicchiere mezzo pieno...”

condividi
commenti
Buemi: “Io devo guardare al bicchiere mezzo pieno...”
Di:
, Motorsport.com Switzerland
02 mag 2018, 14:03

Scattato da una deludente ottava posizione in griglia, il campione 2015-2016 di Formula E si è reso protagonista in gara di alcuni sorpassi che lo hanno portato a chiudere al quinto posto l’ePrix di Parigi.

Sébastien Buemi, Renault e.Dams
Sébastien Buemi, Renault e.Dams, Oliver Turvey, NIO Formula E Team. '
Antonio Felix da Costa, Andretti Formula E Team, Sébastien Buemi, Renault e.Dams
Sébastien Buemi, Renault e.Dams
Sébastien Buemi, Renault e.Dams
Sébastien Buemi, Renault e.Dams
Sébastien Buemi, Renault e.Dams
Sébastien Buemi, Renault e.Dams, cammina lungo il circuito
Sébastien Buemi, Renault e.Dams, cammina lungo il circuito

Apparso poco competitivo nei primi due turni di prove libere, chiusi entrambi lontano dal gruppetto dei più forti, Sébastien Bueminon era riuscito a fare di meglio neppure durante le qualifiche.

In corsa, invece, sostenuto dal pubblico di casa Renault, il pilota della e.dams ha tirato fuori il plus necessario e così, merito di una buona partenza, è stato capace di recuperare qualche piazza e terminare in top 5. 

“Sono partito molto bene e ho superato due avversari nel primo giro”, il racconto dello svizzero. “Il passo subito si è rivelato soddisfacente, così come la strategia, identica a quella di Lucas Di Grassi, poi finito sul secondo gradino del podio, ma il set-up poco congeniale della seconda parte di corsa non è stato granché. La macchina non rispondeva come volevo e sono rimasto bloccato alle spalle di Engel".

E ancora: "Grazie all’aiuto del FanBoost, Daniel Abt mi ha passato, però nell’ultima tornata l’ho superato di nuovo. Ci siamo leggermente toccati. Comunque ho terminato quinto e sebbene non possa definirmi contento voglio guardare al bicchiere mezzo pieno”. 

Analizzando poi nel dettaglio la sua corsa, Buemi ha spiegato a Motorsport.com: “Partendo dalla sesta piazza avevamo puntato su una strategia lunga. Nel primo stint ero riuscito a gestire bene la carica ed ero sicuro di aver passato la parte più difficile e di poter continuare così. Invece per qualche motivo ho faticato. Avevo troppa ala e scivolavo, di conseguenza avevo l’energia ma non potevo usarla”.

Séb ha infine rivelato di essersi trovato in un bel “casino” dopo il pit-stop quando non riusciva a connettere il filo per le comunicazioni radio: “Continuavo a provarci, ma per le tante curve in successione non ce la facevo. Poi però è andata”.

Al momento il 29enne elvetico è quarto nella classifica generale con 70 punti. 

 

 

Articolo successivo
Mortara: “I punti? López mi ha spedito a muro...”

Articolo precedente

Mortara: “I punti? López mi ha spedito a muro...”

Articolo successivo

Gian Rossi: “La e-mobility è sinonimo di innovazione...”

Gian Rossi: “La e-mobility è sinonimo di innovazione...”
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula E
Evento ePrix di Parigi
Sotto-evento Sabato, post-gara
Location Streets of Paris
Piloti Sébastien Buemi
Team DAMS
Autore Chiara Rainis
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie