Abt: "A Hong Kong vittoria ricompensa per il duro lavoro"

Dopo un’attesa partita nel 2014 il figlio del patron dell’omonimo team ora Audi, è riuscito a conquistare il suo primo successo nella serie elettrica al termine di una gara che sembrava ormai nelle mani di Mortara.

Abt: "A Hong Kong vittoria ricompensa per il duro lavoro"
Daniel Abt, Audi Sport ABT Schaeffler
Maro Engel, Venturi Formula E Team, Daniel Abt, Audi Sport ABT Schaeffler
Daniel Abt, Audi Sport ABT Schaeffler
Daniel Abt, Audi Sport ABT Schaeffler
Daniel Abt, Audi Sport ABT Schaeffler, in griglia
Daniel Abt, Audi Sport ABT Schaeffler
Daniel Abt, Audi Sport ABT Schaeffler
Daniel Abt, Audi Sport ABT Schaeffler

La fortuna premia gli audaci e nel caso di Daniel Abt è stato proprio così. Il tedesco, motivato dal 25esimo compleanno, si è reso protagonista di un ePrix di alto livello e non appena la sorte gli ha presentato l’occasione a due tornate dalla bandiera a scacchi, lui è riuscito a coglierla, andando a centrare una vittoria insperata.

"È incredibile. Non ho parole", ha dichiarato alla fine. "Ho cominciato la giornata promettendomi di puntare ai 25 punti come i miei anni, ma certo non mi aspettavo una corsa del genere. Sono veramente contento visto che è passato tanto dal mio ultimo trionfo".

"Nei mesi scorsi il team si è davvero rimboccato le maniche per consegnarmi una vettura competitiva e finalmente ce l’abbiamo fatta", ha proseguito nella condivisione delle sue emozioni. "È pazzesco! Ci tengo poi a complimentarmi con Edoardo perché è stato veramente veloce. È vero, ha fatto un errore e forse è stato il suo modo per farmi un regalo, però ha altresì dimostrato quanto è forte".

 

"Tante corse non sono andate come avrei voluto, oggi invece è andato tutto nella mia direzione. È la giusta ricompensa per il duro lavoro fatto”, la riflessione conclusiva di un sorridente Daniel Abt. 

 

condividi
commenti
Abt festeggia il compleanno vincendo l’ePrix di Hong Kong 2
Articolo precedente

Abt festeggia il compleanno vincendo l’ePrix di Hong Kong 2

Articolo successivo

Rosenqvist: “Positivo il secondo posto, ma troppi problemi ai freni”

Rosenqvist: “Positivo il secondo posto, ma troppi problemi ai freni”
Carica i commenti