Si allungano i tempi di recupero di Peroni dopo il crash di Monza

condividi
commenti
Si allungano i tempi di recupero di Peroni dopo il crash di Monza
Di:
Tradotto da: Matteo Nugnes
7 ott 2019, 10:27

Il pilota australiano è uscito dalla vettura sulle sue gambe, ma poi in ospedale gli è stata diagnosticata una frattura vertebrale.

Peroni è finito largo alla Parabolica nella seconda gara della FIA F3 ed è letteralmente decollato dopo aver colpito un dissuasore, con la monoposto che è ricaduta a testa in giù sulle barriere.

Il pilota australiano è uscito dalla vettura sulle sue gambe, ma poi in ospedale gli è stata diagnosticata una frattura vertebrale.

Peroni sperava di poter recuperare in una trentina di giorni, ma un neurochirurgo che lo ha visitato in Tasmania lo ha avvertito che saranno necessari almeno tre mesi per guarire correttamente.

 

"Non vedo l'ora di tornare in palestra e di tornare in pista, ma per ora posso fare giusto delle passeggiate" ha detto Peroni. "Spero di poter andare in piscina e fare un po' di lavoro di resistenza tra un mese o giù di lì. Almeno sarà un inizio".

"Sono così deluso di dover rimanere fuori per il resto dell'anno, proprio quando stavo per ottenere il mio miglior risultato in campionato. Ma per ora, non c'è niente che io possa fare, dipende tutto dai medici".

Il comunicato poi ha spiegato che la FIA sta svolgendo un'indagine approfondita sull'incidente, che però potrebbe avere dei tempi anche abbastanza lunghi.

Articolo successivo
Fine stagione frustrante per Fabio Scherer a Sochi

Articolo precedente

Fine stagione frustrante per Fabio Scherer a Sochi

Articolo successivo

Ecco i cinque piloti schierati da Trident nei test F3 di Valencia

Ecco i cinque piloti schierati da Trident nei test F3 di Valencia
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie FIA F3
Piloti Alex Peroni
Autore Jack Benyon