F3, Ungheria: Nannini conquista il primo successo in Gara 2

Il pilota del team HWA Racelab è riuscito a conquistare il primo successo in Formula 3 al termine di una corsa condotta tutta all'attacco e chiusa davanti a Fittipaldi e Stanek. Hauger, quinto, è ormai in fuga in campionato.

F3, Ungheria: Nannini conquista il primo successo in Gara 2

Matteo Nannini è riuscito a portare la bandiera italiana sul podio per la seconda volta in questo sabato di Budapest riscattando, almeno parzialmente, la delusione per la discutibile penalità che ha privato Lorenzo Colombo del successo in Gara 1.

Il pilota del team HWA Racelab è stato una furia nella seconda corsa del weekend ed è finalmente riuscito a conquistare il primo successo in Formula 3 dopo un avvio di stagione convincente.

Nannini ha approfittato dell’avvio incerto di Stanek per passare subito in seconda posizione ed una volta alle spalle di Fittipaldi ha messo pressione al brasiliano per poi sopravanzarlo in maniera aggressiva al quarto giro.

Salito in testa, Nannini ha iniziato a spingere come un forsennato creando subito un gap di sicurezza sul pilota del Charouz Racing Team che gli ha consentito di transitare sotto il traguardo con 2’’5 di margine.

Fittipaldi non è mai sembrato avere il ritmo per replicare all’italiano e nonostante l’incitamento ricevuto dal team via radio ha preferito puntare ad un comodo secondo posto che fa morale lasciando a Stanek la coppa del terzo classificato.

Il pilota della Hitech, però, ha faticato più del previsto e nel finale ha dovuto controllare negli specchietti un trenino di avversari agguerriti capitanato da Smolyar.

Il russo della ART Grand Prix è stato autore di una grande partenza che gli ha consentito di recuperare subito 3 posizioni e per appena mezzo secondo non è riuscito a beffare Stanek per il terzo posto.

Alle spalle di Smolyar ha chiuso un Hauger davvero maestoso. Il pilota della Prema, scattato dalla ottava casella, ha guadagnato una piazza al via per poi recitare il solito ruolo da protagonista in gara.

Hauger ha lottato a lungo con Schumacher a metà gara, ma quando il tedesco è riuscito a beffare un Doohan ormai in crisi di gomme, ha perso secondi preziosi dietro l’australiano. Dopo essere riuscito a scavalcare la Trident del figlio d’arte, Hauger ha chiesto il massimo alle proprie gomme chiudendo il gap da Schumacher per poi sopravanzarlo al penultimo giro.

Doohan, invece, è crollato nelle ultime due tornate consentendo a Colombo di salire in settima posizione davanti a Novalak, Sargeant e Iwasa.

Il piazzamento di Hauger è arrivato in un pomeriggio dove i suoi diretti rivali per il titolo non hanno segnato punti. Caldwell, infatti, è stato coinvolto in un contatto al primo giro ed è stato costretto al ritiro, mentre Vesti, scattato dal fondo della griglia dopo il KO di Gara 1, ha concluso Gara 2 in sedicesima piazza.

 

condividi
commenti
F3, Ungheria: Colombo penalizzato, Iwasa eredita la vittoria
Articolo precedente

F3, Ungheria: Colombo penalizzato, Iwasa eredita la vittoria

Articolo successivo

F3, Ungheria: Hauger maestro del bagnato in Gara 3

F3, Ungheria: Hauger maestro del bagnato in Gara 3
Carica i commenti