FIA F3
31 lug
Evento concluso
14 ago
Evento concluso
04 set
Evento concluso
11 set
Evento concluso
G
Sochi
25 set
Prossimo evento tra
5 giorni

F3, Ungheria, Gara 2: Viscaal penalizzato, Beckmann ne approfitta

condividi
commenti
F3, Ungheria, Gara 2: Viscaal penalizzato, Beckmann ne approfitta
Di:

Il tedesco della Trident è riuscito ad imporsi in Gara 2 grazie alla duplice penalità inflitta a Viscaal ed ha preceduto sul traguardo un Piastri sempre più leader del campionato e Dennis Hauger.

La seconda gara del weekend della Formula 2 a Budapest sarà ricordata come la grande beffa subita da Bent Viscaal. Il pilota della MP Motorsport, infatti, è stato l’autentico protagonista, nel bene e nel male, di una Gara 2 disputata su asfalto bagnato e molto combattuta vinta però da David Beckmann.

In partenza il tedesco della Trident è partito molto bene dalla pole ereditata grazie all’inversione della griglia, ma poco dopo ha dovuto lasciare spazio ad un Hauger arrembante in grado di prendere un margine di oltre due secondi una volta salito in testa.

Se Hauger è riuscito a mantenere la prima posizione nonostante un Beckmann in rimonta, chi ha davvero stupito è stato Bent Viscaal.

Il pilota della MP Motorsport, scattato dalla ottava casella, è stato autore di una progressione incredibile che l’ha visto viaggiare ad un ritmo pazzesco sul bagnato. Viscaal, però, ha rovinato la sua gara con due episodi.

Il primo avvenuto nelle battute iniziali di gara quando ha superato Fraga per poi chiuderlo e colpirlo costringendolo al ritiro, ed il secondo avvenuto al quinto passaggio quando ha superato Sargeant decisamente oltre i limiti del tracciato.

La direzione gara ha deciso di punire, giustamente, Viscaal per questi due episodi con due distinte penalità di 5 secondi di tempo ciascuna.

Viscaal, però, prima di conoscere il proprio destino ha continuato a spingere come un dannato prendendo anche la prima posizione al giro numero 14.

Una volta avvisato della prima penalità il pilota della MP Motorsport ha cercato di aumentare il gap sui diretti inseguitori così da poter conservare la vittoria, ma quando il suo muretto lo ha avvisato della seconda penalizzazione tutti i suoi sforzi per portare a casa una inaspettata vittoria sono risultati vani.

A peggiorare ulteriormente le cose, poi, è intervenuta la safety car al terz’ultimo giro che ha ricompattato il gruppo facendo retrocedere Viscaal addirittura in diciassettesima posizione.

A conquistare il successo in questa strana Gara 2 è stato un David Beckmann che ha così raddrizzato un weekend diventato improvvisamente negativo dopo le qualifiche del sabato, ma sulla gara del tedesco rimane la macchia di un leggero contatto con Hauger, per la conquista della provvisoria seconda posizione, che ha rischiato di vanificare l’ottima corsa del pilota della Hitech GP.

Il secondo gradino del podio è stato artigliato da un Piastri sempre più leader del campionato ed autore di una gara corsa con una lucidità disarmante per un rookie. L’australiano, infatti, non ha voluto chiedere troppo alle proprie gomme nelle fasi iniziali per poi mettere alla frusta le Pirelli wet nella seconda metà di gara e risalire dalla nona alla seconda piazza.

Hauger ha finalmente conquistato il primo podio nella categoria dopo una corsa condotta con il coltello tra i denti. L’augurio è che il dominatore della F4 italiana 2019 possa adesso mostrare anche in Formula 3 tutto il suo talento grazie a questo ottimo risultato.

Sargeant non è riuscito ad avere la meglio su Hauger, complice anche l’ingresso della safety car nel finale, ed ha chiuso una gara onesta al quarto posto precedendo un Richard Verschoor in grossa crisi con il bagnato ed un Theo Pourchaire oggi decisamente ridimensionato dopo l’incredibile performance vista in Gara 1.

Chi ha stupito e lasciato a bocca aperta è stato Alex Smolyar. Il russo della ART Grand Prix ha iniziato Gara 2 con il dente avvelenato dopo essere stato costretto al ritiro nei primi metri della corsa del sabato.

Smolyar ha compiuto una rimonta impressionante dal fondo dello schieramento ed ha finito col chiudere in settima posizione. Resta l’amaro in bocca per quell’episodio di ieri con Sargeant che ha rovinato un weekend che per il russo avrebbe potuto essere semplicemente perfetto.

Al termine del terzo round stagionale la classifica piloti vede Oscar Piastri saldamente al comando con 76 punti seguito da Sargeant decisamente distante a quota 57 e Theo Pourchaire in terza posizione con 48 punti, uno in più di Beckmann.

Cla Pilota Team Giri Tempo Distacco Distacco Mph Punti
1 Germany David Beckmann
Italy Trident 22 - 15
2 Australia Oscar Piastri
Italy Prema Powerteam 22 1.000 1.000 1.000 12
3 Norway Dennis Hauger
United Kingdom Hitech Racing 22 1.500 1.500 0.500 10
4 United States Logan Sargeant
Italy Prema Powerteam 22 1.900 1.900 0.400 8
5 Netherlands Richard Verschoor
Netherlands MP Motorsport 22 2.400 2.400 0.500 6
6 France Théo Pourchaire
France ART Grand Prix 22 2.700 2.700 0.300 5
7 Russian Federation Alexander Smolyar
France ART Grand Prix 22 3.200 3.200 0.500 4
8 Venezuela Sebastian Fernandez Wahbeh
France ART Grand Prix 22 3.500 3.500 0.300 3
9 Brazil Enzo Fittipaldi
Germany HWA AG 22 3.900 3.900 0.400 2
10 Australia Alex Peroni
Spain Campos Racing 22 4.600 4.600 0.700 1
11 United Kingdom Max Fewtrell
United Kingdom Hitech Racing 22 5.500 5.500 0.900
12 United Kingdom Clement Novalak
United Kingdom Carlin 22 5.900 5.900 0.400
13 Germany David Schumacher
Czech Republic Charouz Racing System 22 6.300 6.300 0.400
14 Germany Sophia Floersch
Spain Campos Racing 22 7.500 7.500 1.200
15 Australia Calan Williams
Switzerland Jenzer Motorsport 22 8.100 8.100 0.600
16 Germany Lirim Zendeli
Italy Trident 22 9.200 9.200 1.100
17 Netherlands Bent Viscaal
Netherlands MP Motorsport 22 9.300 9.300 0.100
18 United Kingdom Olli Caldwell
Italy Trident 22 10.000 10.000 0.700
19 United Kingdom Jake Hughes
Germany HWA AG 22 11.300 11.300 1.300
20 Czech Republic Roman Staněk
Czech Republic Charouz Racing System 22 12.200 12.200 0.900
21 United Kingdom Enaam Ahmed
United Kingdom Carlin 22 24.600 24.600 12.400
22 United States Cameron Das
United Kingdom Carlin 22 49.900 49.900 25.300
23 Italy Alessio Deledda
Spain Campos Racing 22 51.000 51.000 1.100
24 Australia Jack Doohan
Germany HWA AG 22 1'51.700 1'51.700 1'00.700
25 Italy Matteo Nannini
Switzerland Jenzer Motorsport 21 1 lap
26 Italy Federico Malvestiti
Switzerland Jenzer Motorsport 19 3 laps
Denmark Frederik Vesti
Italy Prema Powerteam 12 10 laps
New Zealand Liam Lawson
United Kingdom Hitech Racing 7 15 laps
Brazil Igor Fraga
Czech Republic Charouz Racing System 2 20 laps
Austria Lukas Dunner
Netherlands MP Motorsport 1 21 laps
Scorrimento
Lista

Safety-car davanti a Theo Pourchaire, ART Grand Prix

Safety-car davanti a Theo Pourchaire, ART Grand Prix
1/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Theo Pourchaire, ART Grand Prix, precede Oscar Piastri, Prema Racing e Logan Sargeant, Prema Racing

Theo Pourchaire, ART Grand Prix, precede Oscar Piastri, Prema Racing e Logan Sargeant, Prema Racing
2/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Clement Novalak, Carlin, precede David Schumacher, Charouz Racing System

Clement Novalak, Carlin, precede David Schumacher, Charouz Racing System
3/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Bent Viscaal, MP Motorsport, davanti a Max Fewtrell, Hitech Grand Prix, e Richard Verschoor, MP Motorsport

Bent Viscaal, MP Motorsport, davanti a Max Fewtrell, Hitech Grand Prix, e Richard Verschoor, MP Motorsport
4/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Bent Viscaal, MP Motorsport, davanti a Max Fewtrell, Hitech Grand Prix

Bent Viscaal, MP Motorsport, davanti a Max Fewtrell, Hitech Grand Prix
5/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Alexander Peroni, Campos Racing

Alexander Peroni, Campos Racing
6/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Alessio Deledda, Campos Racing, precede Sophia Floersch, Campos Racing

Alessio Deledda, Campos Racing, precede Sophia Floersch, Campos Racing
7/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Logan Sargeant, Prema Racing davanti a Liam Lawson, Hitech Grand Prix

Logan Sargeant, Prema Racing davanti a Liam Lawson, Hitech Grand Prix
8/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

David Beckmann, Trident, davanti a Jack Doohan, HWA Racelab

David Beckmann, Trident, davanti a Jack Doohan, HWA Racelab
9/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Liam Lawson, Hitech Grand Prix

Liam Lawson, Hitech Grand Prix
10/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Liam Lawson, Hitech Grand Prix, precede Max Fewtrell, Hitech Grand Prix

Liam Lawson, Hitech Grand Prix, precede Max Fewtrell, Hitech Grand Prix
11/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lirim Zendeli, Trident, davanti a Igor Fraga, Charouz Racing System

Lirim Zendeli, Trident, davanti a Igor Fraga, Charouz Racing System
12/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lirim Zendeli, Trident, precede David Beckmann, Trident

Lirim Zendeli, Trident, precede David Beckmann, Trident
13/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lirim Zendeli, Trident, precede David Beckmann, Trident

Lirim Zendeli, Trident, precede David Beckmann, Trident
14/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Fewtrell, Hitech Grand Prix, precede Richard Verschoor, MP Motorsport, e Dennis Hauger, Hitech Grand Prix

Max Fewtrell, Hitech Grand Prix, precede Richard Verschoor, MP Motorsport, e Dennis Hauger, Hitech Grand Prix
15/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Oscar Piastri, Prema Racing

Oscar Piastri, Prema Racing
16/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Theo Pourchaire, ART Grand Prix

Theo Pourchaire, ART Grand Prix
17/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Richard Verschoor, MP Motorsport, precede Dennis Hauger, Hitech Grand Prix

Richard Verschoor, MP Motorsport, precede Dennis Hauger, Hitech Grand Prix
18/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Richard Verschoor, MP Motorsport

Richard Verschoor, MP Motorsport
19/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Matteo Nannini, JENZER MOTORSPORT, passa da una bandiera gialla

Matteo Nannini, JENZER MOTORSPORT, passa da una bandiera gialla
20/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Oscar Piastri, Prema Racing, precede Logan Sargeant, Prema Racing, e Liam Lawson, Hitech Grand Prix

Oscar Piastri, Prema Racing, precede Logan Sargeant, Prema Racing, e Liam Lawson, Hitech Grand Prix
21/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Theo Pourchaire, ART Grand Prix, davanti a Oscar Piastri, Prema Racing

Theo Pourchaire, ART Grand Prix, davanti a Oscar Piastri, Prema Racing
22/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

F3: Sargeant penalizzato, il terzo posto è di Viscaal

Articolo precedente

F3: Sargeant penalizzato, il terzo posto è di Viscaal

Articolo successivo

F3: Ahmed lascia la Carlin, al suo posto Barnicoat

F3: Ahmed lascia la Carlin, al suo posto Barnicoat
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie FIA F3
Evento Hungaroring
Piloti David Beckmann , Bent Viscaal
Team Trident
Autore Marco Di Marco