F3, Spa: Doohan in pole sul bagnato, Hauger soffre ed è 14°

Il pilota del team Trident ha sfruttato al meglio l'essere sceso per primo in pista ed ha così beffato tutti i rivali conquistando una pole che lo rilancia in campionato. Hauger soffre per mancanza di grip all'anteriore.

F3, Spa: Doohan in pole sul bagnato, Hauger soffre ed è 14°

La pioggia tanto attesa è giunta proprio in avvio della sessione di qualifiche sul tracciato di Spa-Francorchamps e si è rivelata decisiva per determinare la griglia di partenza della terza gara del weekend di Formula 3.

Ad imporsi, grazie ad un tempismo perfetto, è stato Jack Doohan. Il pilota del team Trident è stato lesto nello scendere subito in pista quando la pioggia non era ancora caduta copiosamente e già nel primo tentativo è riuscito a fissare un limite inarrivabile per tutti: 2’21’’953.

C’è da dire, però, che oltre alla bravura del pilota e del team anche la fortuna ha giocato un ruolo in questa pole. Quando nei minuti finali del turno il tracciato si stava rapidamente asciugando i commissari sono stati costretti ad esporre la bandiera rossa ed interrompere in anticipo la sessione a causa dell’uscita di pista di van der Helme che ha così impedito a tutti i rivali dell’australiano di insidiare il suo crono.

Ad essere beffati sono stati Victor Martins ed Alex Smolyar. Il francese ha anche subìto un impedimento da parte di Vesti finito sotto la lente di ingrandimento dei commissari e si è dovuto accontentare del secondo crono con 7 decimi di ritardo da Doohan, mentre il russo della ART Grand Prix, autore del migliore T1 e T3, ha perso la possibilità di insidiare la pole con un secondo settore per nulla convincente.

In casa MP Motorsport si può celebrare un sabato positivo grazie al quarto crono firmato Caio Collet. Il brasiliano ha ottenuto quale miglior tempo il riferimento di 2’22’’736 ed ha preceduto di pochi centesimi un Logan Sargeant sempre tra i protagonisti nonostante un mezzo non al livello dei migliori.

Il team Trident è riuscito a portare tutte e tre le vetture in top 10 grazie al sesto crono firmato Novalak ed all’ottavo ottenuto da David Schumacher. I due sono separati nella classifica dei tempi da Vesti autore del settimo riferimento in 2’23’’268 ma a rischio di sanzione qualora i commissari dovessero giudicarlo punibile per aver ostacolato Martins.

Stupisce Hoggard, bravissimo nell’ottenere il nono crono con la vettura del team Jenzer in 2’23’’785, mentre Stanek ha chiuso alle sue spalle con un ritardo di 1’’8 dalla pole.

Fuori dai primi 10 tutte e tre le monoposto del team Prema. Arthur Leclerc è stato il miglior portacolori della scuderia italiana con il dodicesimo crono, mentre il leader del campionato, Dennis Hauger, ha sofferto un set up per nulla soddisfacente e non è riuscito a fare meglio del quattordicesimo tempo.

Dalla pole di Gara 1 scatterà il nostro Lorenzo Colombo, oggi dodicesimo ed in cerca di riscatto dopo la vittoria negata dai commissari in occasione dello scorso appuntamento dell’Ungheria.

Cla Pilota Team Giri Tempo Distacco Distacco Mph
1 Australia Jack Doohan
Italy Trident 8 2'21.953 177.624
2 France Victor Martins
Netherlands MP Motorsport 10 2'22.657 0.704 0.704 176.748
3 Russian Federation Alexander Smolyar
France ART Grand Prix 8 2'22.722 0.769 0.065 176.667
4 Caio Collet
Netherlands MP Motorsport 10 2'22.736 0.783 0.014 176.650
5 United States Logan Sargeant
Czech Republic Charouz Racing System 9 2'22.775 0.822 0.039 176.602
6 United Kingdom Clement Novalak
Italy Trident 8 2'22.811 0.858 0.036 176.557
7 Denmark Frederik Vesti
France ART Grand Prix 10 2'23.268 1.315 0.457 175.994
8 Germany David Schumacher
Italy Trident 10 2'23.753 1.800 0.485 175.400
9 United Kingdom Johnathan Hoggard
Switzerland Jenzer Motorsport 9 2'23.785 1.832 0.032 175.361
10 Czech Republic Roman Staněk
United Kingdom Hitech Racing 9 2'23.816 1.863 0.031 175.324
11 Jak Crawford
United Kingdom Hitech Racing 9 2'23.964 2.011 0.148 175.143
12 Italy Lorenzo Colombo
Spain Campos Racing 10 2'24.062 2.109 0.098 175.024
13 Arthur Leclerc
Italy Prema Powerteam 8 2'24.254 2.301 0.192 174.791
14 Norway Dennis Hauger
Italy Prema Powerteam 8 2'24.288 2.335 0.034 174.750
15 Italy Matteo Nannini
Germany HWA AG 10 2'24.388 2.435 0.100 174.629
16 Rafael Villagómez
Germany HWA AG 9 2'24.703 2.750 0.315 174.249
17 Ayumu Iwasa
United Kingdom Hitech Racing 9 2'24.848 2.895 0.145 174.074
18 United Kingdom Olli Caldwell
Italy Prema Powerteam 8 2'25.025 3.072 0.177 173.862
19 Australia Calan Williams
Switzerland Jenzer Motorsport 9 2'25.077 3.124 0.052 173.800
20 United Kingdom Jonny Edgar
United Kingdom Carlin 9 2'25.138 3.185 0.061 173.727
21 Tijmen van
Netherlands MP Motorsport 10 2'25.172 3.219 0.034 173.686
22 Amaury Cordeel
Spain Campos Racing 10 2'25.386 3.433 0.214 173.430
23 Oliver Rasmussen
Germany HWA AG 9 2'25.613 3.660 0.227 173.160
24 Ido Cohen
United Kingdom Carlin 8 2'25.896 3.943 0.283 172.824
25 László Tóth
Spain Campos Racing 10 2'25.961 4.008 0.065 172.747
26 Hunter Yeany
Czech Republic Charouz Racing System 9 2'26.069 4.116 0.108 172.619
27 United States Juan Manuel Correa
France ART Grand Prix 5 2'26.225 4.272 0.156 172.435
28 Zdenek Chovanec
Czech Republic Charouz Racing System 9 2'26.715 4.762 0.490 171.859
Filip Ugran
Switzerland Jenzer Motorsport 0
condividi
commenti
F3, Spa, Prove Libere: Novalak si impone. Solo 13esimo Hauger

Articolo precedente

F3, Spa, Prove Libere: Novalak si impone. Solo 13esimo Hauger

Articolo successivo

F3, Spa: Lorenzo Colombo maestro del bagnato in Gara 1

F3, Spa: Lorenzo Colombo maestro del bagnato in Gara 1
Carica i commenti