Nel 2015 arriva il DRS anche in GP2

Nel 2015 arriva il DRS anche in GP2

La scelta è dettata dalla volontà di fare in modo che la serie prepari al meglio i piloti per la Formula 1

Gli organizzatori della GP2 hanno annunciato che a partire dall'anno prossimo anche le monoposto della serie più vicine alla Formula 1 saranno dotate del DRS, quindi del dispositivo che consente di aprire l'ala per favorire i sorpassi.

Una mossa che secondo il grande boss della serie, Bruno Michel, è fondamentale per mantenere lo status del campionato, che si prepone l'obiettivo di preparare i suoi partecipanti per il grande salto nel Circus. Essendo questa una tecnologia utilizzata in Formula 1 ormai dal 2011, era inevitabile quindi che prima o poi arrivasse anche in GP2.

Inoltre, dopo la decisione di rimandare al 2017 l'arrivo delle monoposto di nuova generazione, allungando il ciclo di vita di quelle attuali, era molto importante cercare comunque di creare una via di sviluppo, in maniera tale da fare in modo che nel frattempo non cresca troppo il gap con le vetture della massima formula.

Il principio con cui verrà utilizzato il dispositivo sarà esattamente lo stesso del Circus: i piloti lo potranno attivare solamente in alcune zone preposte della pista. Il tutto senza particolari vincoli in qualifica, mentre in gara solamente quando il distacco dalla vettura precedente sarà inferiore al secondo.

Il primo test avverà in Europa nel mese di ottobre e sarà condotto con la vettura di sviluppo della Dallara. Successivamente ci sarà un altro collaudo in Medio Oriente in dicembre, mentre il kit sarà consegnato alle squadre il prossimo gennaio.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati FIA F2
Articolo di tipo Ultime notizie