Vandoorne mette tutti in fila nelle libere a Budapest

Vandoorne mette tutti in fila nelle libere a Budapest

Curioso l'incidente che ha coinvolto Palmer e Cecotto, che rischiano di finire sotto investigazione

Stoffel Vandoorne è stato il più veloce nei 45 minuti a disposizione dei piloti di GP2 per il turno unico di prove libere del round dell'Hungaroring. Il portacolori della ART Grand Prix ha messo a referto un crono di 1'29"479 con cui ha distanziato di appena 61 millesimi uno dei principali contendenti al titolo, ovvero Felipe Nasr.

In terza e quarta posizione seguono poi i due piloti della Dams, con il monegasco Stephane Richelmi che ha avuto la meglio nei confronti del leader del campionato Jolyon Palmer, che nel finale è stato anche suo malgrado protagonista di un episodio particolare che ha coinvolto Johnny Cecotto Jr, sesto a fine turno.

Il britannico si era spostato fuori traiettoria nei pressi della curva 2, proprio per favorire il sorpasso del figlio d'arte. Il portacolori della Trident però è arrivato lungo in staccata ed è letteralmente decollato sulla monoposto di Palmer. Entrambi poi sono riusciti a ritornare ai box, pur avendo le vetture danneggiate, ed ora si tratta di capire se l'incidente finirà sotto investigazione o meno.

Continuando a scorrere la classifica, tra i due si è inserito il neozelandese Mitch Evans, mentre stupisce il settimo tempo di Kimiya Sato, tornato al volante della monoposto della Campos dopo l'assenza di Hockenheim. Contrariamente alle ultime uscite, è iniziato in salita invece il weekend dei portacolori della Racing Engineering: Stefano Coletti e Raffaele Marciello occupano la 19esima e la 20esima piazza, alle spalle anche di un Conor Daly rimasto fermo lungo il tracciato per un problema tecnico.

GP2 - Hungaroring - Prove Libere

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati FIA F2
Piloti Johnny Cecotto , Jolyon Palmer , Stoffel Vandoorne
Articolo di tipo Ultime notizie