FIA F2
G
Zandvoort
01 mag
-
03 mag
Evento concluso
G
Barcellona
08 mag
-
10 mag
Evento concluso
G
Monaco
21 mag
-
23 mag
Evento concluso
G
05 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
6 giorni
G
Spielberg
03 lug
-
05 lug
Prossimo evento tra
34 giorni
G
Silverstone
17 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
48 giorni
G
Hungaroring
31 lug
-
02 ago
Prossimo evento tra
62 giorni
G
Spa-Francorchamps
28 ago
-
30 ago
Prossimo evento tra
90 giorni
G
Monza
04 set
-
06 set
Prossimo evento tra
97 giorni
G
Sochi
25 set
-
27 set
Prossimo evento tra
118 giorni
G
Abu Dhabi
27 nov
-
29 nov
Prossimo evento tra
181 giorni

Gara 1: Leclerc perfetto, a Baku centra la terza vittoria stagionale!

condividi
commenti
Gara 1: Leclerc perfetto, a Baku centra la terza vittoria stagionale!
Di:
24 giu 2017, 09:55

Il pilota del team Prema sfodera una prestazione maiuscola e dopo aver centrato la pole si impone in un primo appuntamento del weekend interrotto in anticipo a causa dell'incidente di Gelael in Curva 8. Fuoco si ritira, sfortuna per Ghiotto.

Il poleman Charles Leclerc, PREMA Powerteam
Il poleman Charles Leclerc, PREMA Powerteam
Il poleman Charles Leclerc, PREMA Powerteam
Il poleman Charles Leclerc, PREMA Powerteam
Nicholas Latifi, DAMS
Charles Leclerc, PREMA Powerteam
Nyck De Vries, Rapax
Nicholas Latifi, DAMS
Nyck De Vries, Rapax
Nobuharu Matsushita, ART Grand Prix
Charles Leclerc, PREMA Powerteam
Nyck De Vries, Rapax
Antonio Fuoco, PREMA Powerteam
Nabil Jeffri, Trident
Artem Markelov, RUSSIAN TIME
Antonio Fuoco, PREMA Powerteam
Sean Gelael, Pertamina Arden
Nobuharu Matsushita, ART Grand Prix
Charles Leclerc, PREMA Powerteam
Nyck De Vries, Rapax
Nyck De Vries, Rapax

Dopo la sfortunata trasferta di Monaco, conclusa con un doppio ritiro, Charles Leclerc è tornato sul gradino più alto del podio in Gara 1 a Baku, mettendo in mostra una prestazione come sempre maiuscola e dimostrando una forza mentale incredibile dopo il lutto che lo ha colpito ad inizio settimana.

Il pilota del team Prema è stato semplicemente perfetto sin dall'avvio, riuscendo a scattare in maniera impeccabile dalla pole mentre alle proprie spalle Matsushita vanificava il secondo tempo in Qualifica facendo pattinare eccessivamente le gomme e venendo risucchiato dal gruppo.

Dell'errore del giapponese ne hanno approfittato Latifi, salito in seconda posizione, De Vries, subito terzo, ed Antonio Fuoco passato in quinta piazza.

La battaglia in pista è stata neutralizzata dopo appena un giro a causa dell'intervento della safety car resosi necessario per rimuovere la vettura di Cecotto finita a muro in Curva 1 dopo essere uscito dai box con gomme ancora fredde.

Alla ripartenza Leclerc è stato ancora una volta impeccabile, mantenendo la prima posizione, mentre De Vries ha beffato sul rettilieno Nicholas Latifi portandosi così alle spalle del monegasco. 

La serie di pit obbligatori è iniziata al settimo giro con Fuoco, Canamasas, King, Nato e Deletraz entrati subito al box per montare le Pirelli medie, ma il pilota del team Prema è stato protagonista di un episodio sfortunato una volta uscito dalla pit lane.

Fuoco, infatti, si è visto sopravanzare da Canamasas ed ha tentato di replicare immediatamente al sorpasso subito per riprendersi la posizione, ma nel momento di incrociare la traiettoria con il pilota del team Trident ha colpito la posteriore destra dello spagnolo, decollando sulla vettura del rivale per andare a concludere la propria gara nella via di fuga.

Il giro successivo all'incidente il box della Prema ha accolto Leclerc per il pit obbligatorio, ed il rookie monegasco è stato bravissimo nell'arrestarsi immediatamente all'uscita dalla propria piazzola per evitare di colpire una vettura in transito.

La serie di soste ha così consentito a Ghiotto e Boschung, scattati dal fondo della griglia con gomme medie, di risalire sino alle prime posizioni, ma i piani di rimonta dei due sono stati tarpati inizialmente dalla Virtual Safety Car chiamata in causa al giro numero 10 a seguito dell'incidente autonomo che ha visto Jeffri andare a muro, e successivamente alla dodicesima tornata quando la direzione gara ha fatto intervenire la Safety Car per consentire ai commissari di rimuovere la monoposto di Deletraz schiantatasi contro le barriere.

Il restart è avvenuto al quindicesimo giro e Ghiotto è riuscito a mantenere la prima posizione pressato da vicino da Leclerc, mentre alle spalle dei primi due si è vissuto un momento da brividi quando De Vries e Latifi hanno superato un Boschung insolitamente lento alla ripartenza con l'olandese bravo a portarsi in terza piazza.

Ghiotto ha poi ceduto la prima posizione a Leclerc al giro 17 quando è rientrato ai box per montare le coperture super soft retrocedendo così in fondo allo schieramento anche a causa di una sosta decisamente lunga, ed il monegasco, una volta avuta strada libera, è riuscito ad imporre un ritmo indiavolato, distanziando De Vries ed ottenendo il giro più veloce della gara in 1'54''025.

La splendida prova di forza di Leclerc è stata tuttavia interrotta al venticinquesimo giro quando Sean Gelael, in lotta con Sirotkin, Matsushita e Malja, ha sbagliato la frenata nella strettissima Curva 8, sbattendo contro le protezioni, mettendo la propria Arden di traverso ed impedendo così il transito alle altre vetture.

La direzione gara non ha potuto fare altro che interrompere immediatamente la corsa che si è così conclusa con la classifica registrata al giro precedente.

Leclerc ha potuto celebrare sul podio una vittoria meritatissima dedicata al padre recentemente scomparso ed insieme a lui hanno brindato un Nick De Vries in uno stato di forma splendido dopo la vittoria in Gara 2 a Monaco e Nicholas Latifi.

Oliver Rowland è sicuramente il primo dei delusi di questa interruzione anticipata. Il pilota del team DAMS, dopo le complicate Qualifiche concluse con il nono tempo, è stato protagonista di una gara tutta all'attacco che lo ha visto risalire sino alla quarta piazza e senza la bandiera rossa nel finale avrebbe certamente potuto insidiare il compagno di team per il terzo gradino del podio.

Quinta posizione conclusiva per un Artem Markelov autore di una corsa costante che l'ha visto spesso in lotta con Matsushita. Il russo può certamente recriminare per l'ultima ripartenza dopo la Safety Car quando ha rischiato di entrare in contatto con Boschung ed ha dovuto allargare la traiettoria per evitare il peggio perdendo così terreno e posizioni.

Nato e King hanno chiuso in sesta e settima posizione dopo aver a lungo duellato tra di loro, mentre Ralph Boschung, grazie anche ad un pit estremamente ritardato, ha colto l'ottava posizione che gli consentirà di scattare dalla pole nella gara di domani.

Canamasas e Sirotkin hanno beneficiato della bandiera rossa per uscire indenni dal caos iniziale e completare la top ten, mentre Ghiotto si è visto enormemente penalizzato da tutti gli eventi fuori dal suo controllo ed ha chiuso in sedicesima posizione.

Grazie ai punti conquistati con la pole, la vittoria ed il giro veloce, Leclerc scappa nuovamente in classifica e sale a quota 108, mentre Rowland limita i danni ed accumula 86 punti seguito da Markelov a quota 70.

Cla #PilotaTeamGiriTempoGapDistaccoMphPitsRitiratoPuntiBonus
1   1 monaco Charles Leclerc  italy Prema Powerteam 24 52'33.196     164.368 1   25 6
2   18 netherlands Nick de Vries  italy Rapax 24 52'36.665 3.469 3.469 164.187 1   18  
3   10 canada Nicholas Latifi  france DAMS 24 52'39.586 6.390 2.921 164.035 1   15  
4   9 united_kingdom Oliver Rowland  france DAMS 24 52'42.286 9.090 2.700 163.895 1   12  
5   6 russia Artem Markelov  russia RUSSIAN TIME 24 52'44.890 11.694 2.604 163.760 1   10  
6   20 france Norman Nato  united_kingdom Arden International 24 52'50.270 17.074 5.380 163.482 1   8  
7   15 united_kingdom Jordan King  netherlands MP Motorsport 24 52'51.766 18.570 1.496 163.405 1   6  
8   11 switzerland Ralph Boschung  spain Campos Racing 24 52'54.544 21.348 2.778 163.262 1   4  
9   17 spain Sergio Canamasas  italy Trident 24 52'56.066 22.870 1.522 163.184 1   2  
10   8 russia Sergey Sirotkin  france ART Grand Prix 24 52'57.238 24.042 1.172 163.124 1   1  
11   4 sweden Gustav Malja  spain Racing Engineering 24 52'58.024 24.828 0.786 163.083 1      
12   7 japan Nobuharu Matsushita france ART Grand Prix 24 52'58.892 25.696 0.868 163.039 1      
13   14 brazil Sergio Sette Camara  netherlands MP Motorsport 24 53'02.871 29.675 3.979 162.835 1      
14   21 india Sean Gelael  united_kingdom Arden International 24 53'06.297 33.101 3.426 162.660 1      
15   12 romania Robert Visoiu  spain Campos Racing 24 53'06.516 33.320 0.219 162.649 1      
16   5 italy Luca Ghiotto  russia RUSSIAN TIME 24 53'22.403 49.207 15.887 161.842 2      
  dnf 3 switzerland Louis Délétraz  spain Racing Engineering 11 25'04.273 13 giri 13 giri 157.780 1 Ritirato    
  dnf 16 malaysia Nabil Jeffri  italy Trident 9 20'03.787 15 giri 2 giri 161.260   Ritirato    
  dnf 2 italy Antonio Fuoco  italy Prema Powerteam 6 14'00.436 18 giri 3 giri 153.837 1 Ritirato    
  dnf 19 venezuela Johnny Cecotto  italy Rapax 0           Ritirato
Articolo successivo
F.2 e GP3 in pista al giovedì per le Libere di Silverstone

Articolo precedente

F.2 e GP3 in pista al giovedì per le Libere di Silverstone

Articolo successivo

Formula 2: primi punti iridati per Ralph Boschung

Formula 2: primi punti iridati per Ralph Boschung
Carica i commenti