Furia Pourchaire: frattura al polso e critiche a Ticktum

Il francese è stato coinvolto nell'incidente al via innescato da Ticktum ed ha rimediato una frattura al polso sinistro. Théo, sui social, ha accusato duramente l'inglese per la manovra commessa a Baku.

Furia Pourchaire: frattura al polso e critiche a Ticktum

Dalla gioia di Monte Carlo alla rabbia di Baku. In sole due settimane Théo Pourchaire ha vissuto emozioni contrastanti.

Se nel Principato il rookie della ART Grand Prix aveva stupito tutti conquistando non solo una pole sensazionale, ma anche un successo netto nella Feature Race, in Azerbaijan il francesino ha concluso anzitempo l’ultima gara del weekend vedendosi costretto al ritiro per una frattura al polso sinistro.

Subito dopo il via, Ticktum, Pourchaire e Armstrong sono arrivati affiancati alla staccata di curva 3 e nessuno dei tre piloti ha deciso di mollare la presa. Il portacolori della Carlin ha così colpito la fiancata sinistra della vettura di Pourchaire che, a sua volta, è andato ad impattare contro la monoposto di Armstrong.

Il neozelandese, per la seconda gara di fila, è andato a sbattere contro le barriere, mentre Pourchaire è finito nella via di fuga ed è stato in grado di riprendere la via della pista per poi tornare lentamente ai box.

Ticktum, invece, ha riportato la rottura dell’ala anteriore ed è stato costretto ad una sosta supplementare per sostituire il componente danneggiato, ma poco dopo è stato punito con 10 secondi di penalità perché ritenuto responsabile dell’incidente.

La penalizzazione ha rovinato la gara dell’inglese che non ha accettato assolutamente questa decisione ed ha utilizzato il proprio profilo Instagram per criticare la scelta: “Le vetture davanti a me hanno frenato in anticipo e la monoposto sulla destra si è spostata verso quella in mezzo lasciandomi senza spazio. Il primo contatto è avvenuto tra le monoposto posizionate al centro ed a destra, prima che io le colpissi”.

“Ricevere una penalità di 10 secondi per questo è ridicolo. Il passo che avevo oggi mi avrebbe consentito tranquillamente di vincere”.

 

Pourchaire, che non ha rilasciato dichiarazioni ufficiali, ha utilizzato il suo profilo Twitter per sfogarsi contro l’inglese scrivendo semplicemente: “E’ un idiota”.

 

La FIA, in merito all’incidente che ha visto protagonista il rookie della ART Grand Prix, ha comunicato esclusivamente come Pourchaire sia stato trasportato al centro medico per il trattamento della frattura.

Adesso bisognerà capire i tempi di recupero che attendono Théo. Grazie al nuovo format il prossimo round della stagione si disputerà a Silverstone a metà luglio e Pourchaire potrebbe così non essere costretto a perdere il quarto appuntamento del campionato.

Theo Pourchaire, ART Grand Prix dopo il ritiro
Theo Pourchaire, ART Grand Prix dopo il ritiro
1/4

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Theo Pourchaire, ART Grand Prix dopo il ritiro
Theo Pourchaire, ART Grand Prix dopo il ritiro
2/4

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Theo Pourchaire, ART Grand Prix dopo il ritiro
Theo Pourchaire, ART Grand Prix dopo il ritiro
3/4

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Theo Pourchaire, ART Grand Prix dopo il ritiro
Theo Pourchaire, ART Grand Prix dopo il ritiro
4/4

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

condividi
commenti
F2, Baku: Juri Vips concede il bis nella Feature Race
Articolo precedente

F2, Baku: Juri Vips concede il bis nella Feature Race

Articolo successivo

Formula 2: un campionato alla ricerca del suo padrone

Formula 2: un campionato alla ricerca del suo padrone
Carica i commenti