Fuoco chiude la stagione alla grande con il successo nella Sprint Race di Abu Dhabi

condividi
commenti
Fuoco chiude la stagione alla grande con il successo nella Sprint Race di Abu Dhabi
Marco Di Marco
Di: Marco Di Marco
25 nov 2018, 10:52

Il pilota del Charouz Racing System ha dominato tutti e 21 i giri dell'ultima gara stagionale ed ha conquistato un successo meritato. Norris chiude secondo e beffa Albon in classifica piloti per soli 7 punti.

Sergio Sette Camara, Carlin
Sergio Sette Camara, Carlin
Roberto Merhi, Campos Racing
Nyck De Vries, PREMA Racing
Nyck De Vries, PREMA Racing
Louis Deletraz, Charouz Racing System
Louis Deletraz, Charouz Racing System
Lando Norris, Carlin
George Russell, ART Grand Prix
George Russell, ART Grand Prix
George Russell, ART Grand Prix
Dan Ticktum, BWT Arden.
Alexander Albon, DAMS
Alexander Albon, DAMS
Alexander Albon, DAMS
Tadasuke Makino, RUSSIAN TIME
George Russell, ART Grand Prix, festeggia dopo aver vinto il campionato
Roberto Merhi, Campos Racing
Nyck De Vries, PREMA Racing, George Russell, ART Grand Prix, Nicholas Latifi, DAMS

Antonio Fuoco ha conquistato ad Abu Dhabi il successo nella Sprint Race che ha segnato la fine della stagione 2018 della Formula 2 mettendo in scena un vero e proprio dominio.

Il pilota del Charouz Racing System, giunto ieri settimo, ha beffato al via il poleman Roberto Merhi e si è involato subito al comando anche se, complice un incidente innescato da Sean Gelael, le operazioni sono state immediatamente neutralizzate con Virtual Safety Car per consentire ai commissari di rimuovere la Prema dell’indonesiano oltre alla vettura di Makino e Kari.

Al terzo giro la bandiera verde è tornata a sventolare e Fuoco ha potuto spingere daccapo sul gas creando dapprima un buon margine su Merhi per poi entrare in modalità gestione degli pneumatici.  

Leggi anche:

Antonio ha comandato tutti i 21 giri in programma senza mai subire la rimonta del pilota del team Campos ed ha tagliato il traguardo indisturbato in prima posizione chiudendo così con un successo una stagione comunque positiva.

Proprio la gestione del degrado delle gomme è stata la chiave di una Sprint Race decisamente avara di emozioni e condizionata anche dalla impossibilità per i piloti di utilizzare il DRS.

Sino a pochi giri dal termine, infatti, tutti i protagonisti hanno badato a non stressare eccessivamente le Pirelli regalando uno spettacolo veramente pessimo.

Chi ha cercato di ravvivare la situazione è stato Lando Norris. Il pilota del team Carlin, infatti, ha affrontato un primo stint di gara aggressivo per poi preservare le sue coperture nella fase centrale ed infine chiedere il tutto per tutto nei giri conclusivi per avere la meglio su Merhi.

Lo spagnolo della Campos ha cercato di difendersi con i denti dall’inglese, ed è stato protagonista anche di una spiattellata importante nel corso dell’ultimo giro, ma nulla ha potuto contro la fame di podio del futuro pilota McLaren e la voglia di Lando di scavalcare Albon in classifica piloti.

Proprio il secondo posto odierno, e l’ottavo dell’anglo tailandese, ha consentito a Norris di scavalcare l’alfiere del team DAMS per appena 7 punti.

George Russell, dopo aver conquistato con merito il titolo 2018, ha regalato al pubblico una bella rimonta dell’ottava piazza di partenza sino al quarto posto conclusivo, ma non è riuscito a chiudere sul podio una stagione da incorniciare a causa di un malfunzionamento del DRS che ha compromesso la sua Sprint Race.

Nyck de Vries ha ottenuto il quinto posto terminando così una stagione decisamente al di sotto delle attese. L’olandese della Prema è stato eccessivamente altalenante in questa stagione e non è riuscito ad imitare l’incredibile percorso di chi l’ha preceduto nel team italiano, Gasly, Giovinazzi e Leclerc.

Sesta piazza per Louis Deletraz, bravo a resistere ad un Markelov apparso decisamente fuori forma in questo ultimo appuntamento stagionale, mentre Albon è riuscito ad avere la meglio su Luca Ghiotto nelle battute conclusive con un sorpasso duro ed ha conquistato l’ottava piazza.

Bella, infine, la rimonta di Sergio Sette Camara. Il brasiliano del team Carlin ha subito anche oggi uno stallo in griglia e si è dovuto avviare dai box. Nonostante questo handicap, Sergio è riuscito a rimontare sino a completare la top ten.

La classifica piloti del 2018 vede quindi Russell chiudere in vetta con 287 punti, mentre Norris ha beffato Albon proprio alla fine centrando il secondo posto a quota 219 davanti al pilota del team DAMS con 212 punti.

Tra i team la vittoria in classifica è andata al team Carlin che, grazie all’ottimo rendimento di Norris e Sette Camara, ha conquistato 383 punti, mentre la ART Grand Prix, complice anche un Aitken davvero deludente, ha chiuso al secondo posto a quota 350. 

 
Cla   # Pilota Team Giri Tempo Gap Distacco Mph Pits Ritirato Punti Bonus
1   21 Italy Antonio Fuoco  Charouz Racing System 21             15  
2   19 United Kingdom Lando Norris  United Kingdom Carlin 21 1.7           12  
3   15 Spain Roberto Merhi  Spain Campos Racing 21 3.6           10  
4   8 United Kingdom George Russell  France ART Grand Prix 21 8.5           8 2
5   4 Netherlands Nyck De Vries  Italy Prema Powerteam 21 9.4           6  
6   20 Switzerland Louis Délétraz  Charouz Racing System 21 11.0           4  
7   1 Russian Federation Artem Markelov  Russian Federation RUSSIAN TIME 21 12.9           2  
8   5 Thailand Alexander Albon  France DAMS 21 15.0           1  
9   14 Italy Luca Ghiotto  Spain Campos Racing 21 19.6              
10   18 Brazil Sergio Sette Camara  United Kingdom Carlin 21 23.0              
11   9 France Dorian Boccolacci  Netherlands MP Motorsport 21 24.4              
12   12 Japan Nirei Fukuzumi  United Kingdom Arden International 21 27.8              
13   7 United Kingdom Jack Aitken  France ART Grand Prix 21 30.5              
14   17 Italy Alessio Lorandi  Italy Trident 21 33.2              
15   6 Canada Nicholas Latifi  France DAMS 21 96.0              
  dnf 11 United Kingdom Dan Ticktum  United Kingdom Arden International 3 18 laps       1 Retirement    
  dnf 10 Finland Niko Kari  Netherlands MP Motorsport 1 20 laps       1 Retirement    
  dnf 2 Japan Tadasuke Makino  Russian Federation RUSSIAN TIME   21 laps         Retirement    
  dnf 3 Indonesia Sean Gelael  Italy Prema Powerteam   21 laps         Retirement    
  dnf 16 India Arjun Maini  Italy Trident   21 laps         Retirement
Articolo successivo
Maini: "Ringrazio Dallara per aver costruito una vettura davvero sicura"

Articolo precedente

Maini: "Ringrazio Dallara per aver costruito una vettura davvero sicura"

Articolo successivo

Tatiana Calderon presente ai test della Formula 2 con il Charouz Racing System

Tatiana Calderon presente ai test della Formula 2 con il Charouz Racing System
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie FIA F2
Evento Abu Dhabi
Autore Marco Di Marco