Ferrari: nessun junior FDA nel campionato di F2 2022

Dopo aver interrotto la collaborazione con Marcus Amstrong, il programma giovani del cavallino vedrà i suoi piloti impegnati in monoposto nella Formula 3, Formula Regional e Formula 4.

Ferrari: nessun junior FDA nel campionato di F2 2022

Nella stagione di Formula 2 che si appresta a prendere il via il prossimo mese di marzo, ci sarà una assenza che farà rumore. Nessun pilota della Ferrari Driver Academy sarà infatti presente nella categoria propedeutica che ha visto trionfare le giovani promesse del Cavallino nel 2017 (Charles Leclerc) e nel 2020 (Mick Schumacher).

Sino allo scorso anno la FDA ha visto la presenza in F2 di Robert Shwartzman e Marcus Armstrong, ma il russo, dopo aver concluso al secondo posto il suo secondo anno nella serie, ha deciso di non tornare all’assalto del titolo nel 2022 ed è stato nominato test driver per la Ferrari, mentre per il neozelandese si è deciso di non proseguire la collaborazione.

In effetti Armstrong ha deluso le aspettative negli ultimi due anni. Dopo aver lottato per il titolo in Formula 3 nel 2019, Marcus ha faticato ad adattarsi alla nuova categoria nonostante abbia corso per team decisamente competitivi come ART Grand Prix e DAMS.

La Ferrari Driver Academy vedrà invece due piloti presenti in Formula 3: il confermato Arthur Leclerc e la new entry Oliver Bearman. Il monegasco, annunciato oggi da Prema, dovrà necessariamente compiere il salto di qualità che tutti si attendono dopo una buona stagione d’esordio e dovrà far parte del nutrito gruppo di piloti in lotta per il titolo, mentre l’inglese, dopo aver stupito nel 2020 conquistando il titolo sia in F4 italiana che tedesca, sarà uno dei rookie da tenere d’occhio.

Marcus Armstrong, Dams

Marcus Armstrong, Dams

Photo by: DAMS

Altro pilota junior del Cavallino è Dino Beganovic. Lo svedese tornerà all’assalto della Formula Regional European Championship by Alpine sempre con Prema cercando di migliorare i risultati ottenuti in un 2021 dove il team della famiglia Rosin non è riuscito ad esprimersi come ci si attendeva.

Nutrita, poi, la presenza di piloti della Ferrari Driver Academy in Formula 4: Maya Weug sarà impegnata per il secondo anno nella categoria, mentre debutteranno nella serie James Wharton – vincitore della prima edizione delle FDA Scouting World Finals – e Rafael Cȃmara – selezionato nell’edizione 2022.

A Callum Ilott, infine, è stata invece concessa una “licenza annuale” per permettergli di vivere l’avventura nella serie americana IndyCar, una categoria nella quale sarebbe stato troppo difficile per FDA continuare a seguire il pilota britannico con gli standard della Academy.

"La classe 2022 della Ferrari Driver Academy ha iniziato oggi il suo cammino. Questo è sempre un giorno importante, per i ragazzi e le ragazze che ne sono protagonisti ma anche per la Scuderia Ferrari, perché questo programma è una parte importante di ciò che vuol dire #essereFerrari” ha dichiarato Mattia Binotto.

“Dalla FDA non vogliamo soltanto tirare fuori i migliori talenti per portarli a correre con le nostre monoposto in Formula 1 ma desideriamo formare delle persone e dei piloti che sappiano interpretare al meglio i valori che contraddistinguono la Scuderia Ferrari”.

“Quest’anno abbiamo sette ragazzi e due ragazze che proseguiranno il loro percorso verso quell’obiettivo finale che è la Formula 1, un campionato in cui nel 2022 il 20% dei piloti iscritti è stato o è ancora parte della FDA. Il sogno – loro ma anche nostro – è di imitare Charles Leclerc, che inizia ora la sua quarta stagione da pilota ufficiale della Scuderia. Ad ognuno di loro va il mio personale in bocca al lupo per una nuova stagione di crescita, da affrontare con tanta voglia di imparare e, soprattutto, sempre col sorriso perché quello del pilota è uno dei mestieri più belli del mondo".

Il responsabile della Ferrari Driver Academy, Marco Matassa, ha proseguito: "L’avvio di una nuova stagione per la Ferrari Driver Academy è un momento solenne, ancor di più quest’anno: in tempo di perdurante pandemia, è splendido poter tornare ad aprire le porte della Gestione Sportiva ai nostri ragazzi”.

“Avremo nove allievi da seguire e ad ognuno di loro daremo tutta la nostra esperienza, aiutandoli a farsi strada in un ambiente ultra competitivo come quello delle corse in monoposto. Il 2021 è stato un anno di semina, nel quale molti dei nostri talenti hanno esordito in categorie nuove: mi aspetto che in questa stagione si inizino a raccoglierne i frutti. Vogliamo più vittorie e vedere i nostri ragazzi in lizza per i titoli in almeno due campionati”.

“Voglio anche fare un grosso in bocca al lupo alle nostre matricole, Oliver, Rafael e Laura, che oltre ad essere piloti di sicura prospettiva confermano il successo del nostro schema di selezione dei talenti, basato sulle partnership con ACI, Tony Kart, Escuderia Telmex e Motorsport Australia, nonché con la FIA Women in Motorsport Commission per il programma Girls on Track – Rising Stars nel quale crediamo fortemente".

condividi
commenti
Formula 2 | Pourchaire prolunga con ART per il 2022
Articolo precedente

Formula 2 | Pourchaire prolunga con ART per il 2022

Articolo successivo

F2 | Charouz: Bolukbasi è il primo pilota per la stagione 2022

F2 | Charouz: Bolukbasi è il primo pilota per la stagione 2022
Carica i commenti