FIA F2
03 lug
Evento concluso
17 lug
Evento concluso
31 lug
Evento concluso
G
Barcellona
14 ago
Prove Libere in
02 Ore
:
13 Minuti
:
51 Secondi
G
Spa-Francorchamps
28 ago
Prossimo evento tra
13 giorni
G
Monza
04 set
Prossimo evento tra
20 giorni
G
Sochi
25 set
Prossimo evento tra
41 giorni
G
Abu Dhabi
27 nov
Prossimo evento tra
104 giorni

F2, Stiria, Feature Race: capolavoro di Shwartzman!

condividi
commenti
F2, Stiria, Feature Race: capolavoro di Shwartzman!
Di:
11 lug 2020, 18:01

Il russo della Prema ha conquistato il primo successo in Formula 2 grazie ad una gara condotta con una lucidità impressionante. Tsunoda beffato per la sua scelta di ritardare la sosta ai box.

Si è dovuto attendere a lungo prima che la Feature Race prendesse il via, ma ne è valsa la pena. La prima gara del weekend della Formula 2 andata in scena sul tracciato del Red Bull Ring è stata semplicemente spettacolare ed ha visto Robert Shwartzman centrare un successo clamoroso.

Il russo ha corso con l’esperienza del veterano nonostante il suo primo anno nella categoria, offrendo sorpassi spettacolari ed una gestione delle gomme wet, sia sul bagnato che sull’asciutto, decisamente di alto livello.

La partenza è avvenuta in regime di safety car a causa della pioggia caduta copiosa subito dopo le qualifiche della F1 e quando la vettura di sicurezza è tornata in pit lane è stato Yuki Tsunoda l’assoluto protagonista.

Il giapponese, già autore del miglior tempo nelle libere ed in qualifica, ha sempre girato su tempi costanti mettendo immediatamente un buon margine di sicurezza su un pilota ben più esperto come Guanyu Zhou.

Il momento che ha deciso le sorti della Feature Race, però, è avvenuto al giro numero 24. Tsunoda, infatti, avrebbe dovuto rientrare ai box per il cambio gomme al passaggio numero 22, ma il giapponese ha ignorato di proposito l’indicazione del suo muretto per proseguire al comando.

La sosta, poi, non è andata nel migliore dei modi dato che è stato perso tempo per avvitare correttamente l'anteriore sinistra.

Quando Tsunoda è tornato in pista si è trovato alle spalle di Shwartzman, Zhou ed Ilott ma ha impiegato davvero poco tempo per sbarazzarsi dei due piloti del team UNI-Virtuosi.

Salito in seconda posizione, Yuki ha messo nel mirino Robert Shwartzman e grazie al vantaggio di gomme più fresche è riuscito a ridurre il gap dal russo sino ad otto decimi, ma il pilota del team Prema è stato implacabile.

Robert, infatti, ha capito subito che il rivale della Carlin stava chiedendo troppo ai suoi pneumatici e non si è fatto prendere dal panico quando il vantaggio ha iniziato a ridursi e nel corso degli ultimi due giri ha controllato negli specchietti la vettura numero 7 senza mai mettere una ruota fuori dalla traiettoria ideale.

Shwartzman ha successivamente incrementato il proprio vantaggio per poi tagliare il traguardo in prima posizione e celebrare un primo successo meritatissimo nella categoria che lo proietta in vetta alla classifica piloti.

Tsunoda ha dovuto masticare amaro, ma deve recriminare la sua decisione di ignorare gli ordini dei box e ritardare la sosta obbligatoria. Fosse rientrato quando previsto forse sarebbe stato lui a sollevare la coppa del vincitore.

Non meno entusiasmante è stata la lotta per il terzo gradino del podio animatasi nel corso dell’ultimo giro. Ad avere la meglio è stato uno Zhou bravo a giocare d’esperienza e difendersi dalla pressione di Mick Schumacher.

Il cinese, subito dopo la sosta, ha accusato un netto crollo dei tempi soprattutto nel T2 ed ha così consentito a Callum Ilott ed al tedesco della Prema di avvicinarsi pericolosamente.

Mick, entrato ai box al giro 19, ha gestito in maniera magistrale le sue coperture cercando anche di raffreddarle sul rettilineo per ridurre il degrado e dopo aver sopravanzato Ilott di forza al penultimo giro si è subito messo in scia al cinese.

Zhou, però, ha chiuso d’esperienza ogni varco transitando sul traguardo con un vantaggio di appena un decimo.

Altrettanto sofferta è stata la conquista del sesto posto per Christian Lundgaard. Il pilota della ART Grand Prix è stato uno dei protagonisti della prima fase di gara quando il tracciato si presentava al limite della praticabilità ed ha regalato sorpassi capolavoro.

Purtroppo nel finale Lundgaard ha commesso una sbavatura in un tentativo di sorpasso finendo in ghiaia ed è rientrato in pista davanti al suo compagno di team Armstrong riuscendo a resistere alla pressione del pilota della FDA per poi precederlo sul traguardo.

Armstrong è stato autore di una gara solida dopo una qualifica incolore e domani avrà l’occasione di riscattarsi partendo dalla prima fila al fianco del poleman Dan Ticktum.

La top ten si è completata con Jack Aitken in nona posizione davanti a Sean Gelael, mentre fuori dai punti ha chiuso Luca Ghiotto protagonista di una gara sofferta soprattutto dopo la sosta ai box per il cambio gomme.

Cla Pilota Team Giri Tempo Distacco Distacco Mph Punti
1 Russian Federation Robert Shwartzman
Italy Prema Powerteam 36 56'32.840 164.805 25
2 Japan Yuki Tsunoda
United Kingdom Carlin 36 56'34.352 1.512 1.512 164.732 18
3 China Guan Yu Zhou
United Kingdom UNI-Virtuosi 36 56'51.068 18.228 16.716 163.924 15
4 Germany Mick Schumacher
Italy Prema Powerteam 36 56'51.207 18.367 0.139 163.918 12
5 United Kingdom Callum Ilott
United Kingdom UNI-Virtuosi 36 56'53.606 20.766 2.399 163.803 10
6 Denmark Christian Lundgaard
France ART Grand Prix 36 56'55.111 22.271 1.505 163.730 8
7 New Zealand Marcus Armstrong
France ART Grand Prix 36 56'57.550 24.710 2.439 163.614 6
8 United Kingdom Dan Ticktum
France DAMS 36 57'01.691 28.851 4.141 163.416 4
9 United Kingdom Jack Aitken
Spain Campos Racing 36 57'04.578 31.738 2.887 163.278 2
10 Indonesia Sean Gelael
France DAMS 36 57'04.942 32.102 0.364 163.260 1
11 Italy Luca Ghiotto
United Kingdom Hitech Racing 36 57'05.852 33.012 0.910 163.217
12 India Jehan Daruvala
United Kingdom Carlin 36 57'08.270 35.430 2.418 163.102
13 Brazil Felipe Drugovich
Netherlands MP Motorsport 36 57'11.803 38.963 3.533 162.934
14 Russian Federation Nikita Mazepin
United Kingdom Hitech Racing 36 57'15.818 42.978 4.015 162.744
15 Israel Roy Nissany
Italy Trident 36 57'25.962 53.122 10.144 162.265
16 Japan Marino Sato
Italy Trident 36 57'27.132 54.292 1.170 162.209
17 Japan Nobuharu Matsushita
Netherlands MP Motorsport 36 57'27.499 54.659 0.367 162.192
18 Brazil Pedro Piquet
Czech Republic Charouz Racing System 36 57'35.321 1'02.481 7.822 161.825
19 Switzerland Louis Délétraz
Czech Republic Charouz Racing System 36 57'44.338 1'11.498 9.017 161.404
20 Brazil Guilherme Samaia
Spain Campos Racing 35 56'57.364 1 Lap 1 Lap 159.074
21 France Giuliano Alesi
Germany HWA AG 35 57'27.889 1 Lap 30.525 157.665
Russian Federation Artem Markelov
Germany HWA AG 0 36 laps
Scorrimento
Lista

Artem Markelov, HWA Racelab, precede Giuliano Alesi, HWA Racelab

Artem Markelov, HWA Racelab, precede Giuliano Alesi, HWA Racelab
1/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Felipe Drugovich, MP Motorsport

Felipe Drugovich, MP Motorsport
2/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Marino Sato, Trident

Marino Sato, Trident
3/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Nikita Mazepin, Hitech Grand Prix

Nikita Mazepin, Hitech Grand Prix
4/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Pedro Piquet, Charouz Racing System

Pedro Piquet, Charouz Racing System
5/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Robert Shwartzman, Prema Racing

Robert Shwartzman, Prema Racing
6/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Robert Shwartzman, Prema Racing

Robert Shwartzman, Prema Racing
7/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Nobuharu Matsushita, MP Motorsport

Nobuharu Matsushita, MP Motorsport
8/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Mick Schumacher, Prema Racing

Mick Schumacher, Prema Racing
9/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Marcus Armstrong, ART Grand Prix

Marcus Armstrong, ART Grand Prix
10/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Jehan Daruvala, Carlin

Jehan Daruvala, Carlin
11/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Guanyu Zhou, UNI-Virtuosi

Guanyu Zhou, UNI-Virtuosi
12/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Felipe Drugovich, MP Motorsport

Felipe Drugovich, MP Motorsport
13/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Dan Ticktum, Dams

Dan Ticktum, Dams
14/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Giuliano Alesi, HWA Racelab

Giuliano Alesi, HWA Racelab
15/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sean Gelael, Dams

Sean Gelael, Dams
16/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, Carlin

Yuki Tsunoda, Carlin
17/22

Foto di: Formula Motorsport Ltd

Luca Ghiotto, Hitech Grand Prix, precede Dan Ticktum, Dams

Luca Ghiotto, Hitech Grand Prix, precede Dan Ticktum, Dams
18/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Marcus Armstrong, ART Grand Prix

Marcus Armstrong, ART Grand Prix
19/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Mick Schumacher, Prema Racing

Mick Schumacher, Prema Racing
20/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sean Gelael, Dams

Sean Gelael, Dams
21/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, Carlin

Yuki Tsunoda, Carlin
22/22

Foto di: Formula Motorsport Ltd

F2, Stiria: Yuki Tsunoda sorprende e centra la pole!

Articolo precedente

F2, Stiria: Yuki Tsunoda sorprende e centra la pole!

Articolo successivo

F2, Stiria, Sprint Race: dominio di Christian Lundgaard

F2, Stiria, Sprint Race: dominio di Christian Lundgaard
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie FIA F2
Evento Spielberg II
Piloti Robert Shwartzman
Team Prema Powerteam
Autore Marco Di Marco