F2, Sochi, Sprint Race a Zhou. Terribile crash Ghiotto-Aitken

Un terribile incidente tra Aitken e Ghiotto alla Curva 3 ha costretto i commissari a fermare la gara al giro 7. I piloti, fortunatamente, sono usciti illesi dal crash. Zhou ha vinto su Mazepin e Schumacher.

condividi
commenti
F2, Sochi, Sprint Race a Zhou. Terribile crash Ghiotto-Aitken

La Sprint Race di FIA F2 si è conclusa in un modo insolito e terrificante, a causa di un terribile incidente che ha visto protagonisti Luca Ghiotto e Jack Aitken. Questo, di fatto, ha posto in secondo piano il risultato sportivo, che ha visto trionfare per la prima volta Guan Yu Zhou davanti a Nikita Mazepin e al leader del campionato Mick Schumacher.

I due, mentre lottavano per la quarta posizione, sono entrati in contatto alla Curva 3, nel corso del settimo giro sui 21 previsti. Un duplice contatto, con la vettura di Aitken che è finita per rovinare contro quella del pilota italiano. Non è ancora chiaro se l'incidente sia stato provocato da una foratura di una gomma sulla monoposto del britannico dopo un primo contatto con Ghiotto o da un'errata valutazione di Aitken, finito per difendersi dall'attacco dell'italiano sullo sporco.

Le due monoposto hanno impattato violentemente contro le barriere esterne della pista. Entrambe hanno superato la prima fila di barriere delle 4 poste in quel punto, con la macchina di Ghiotto che ha immediatamente preso fuoco nella zona motore.

 

Entrambi i piloti, fortunatamente, sono usciti illesi da un incidente dalla dinamica terrificante. I commissari di percorso hanno spento le fiamme che fuoriuscivano dalla monoposto di Luca e hanno recuperato ciò che rimaneva delle due vetture coinvolte nell'incidente.

Dopo aver constatato i danni provocati dall'incidente alle barriere di Curva 3, la Direzione Gara ha deciso di fermare definitivamente la corsa, congelandola al quinto dei 7 giri disputati.

Questo vuol dire che la Sprint Race è stata vinta da Guan Yu Zhou, pilota del team UNI-Virtuosi, davanti a Nikita Mazepin (Hitech) e a Mick Schumacher. Il pilota tedesco del team Prema è così riuscito ad allungare ulteriormente nei confronti dei rivali.

Schumacher è stato autore di una partenza fantastica, in cui è riuscito a recuperare ben 5 posizioni in appena 2 curve. Poi ha gestito la sua posizione sino alla bandiera rossa dovuta all'incidente, che di fatto ha chiuso la Sprint Race e il weekend di F2 a Sochi.

Nonostante siano stati disputati solo 5 giri dei 21 in programma, i piloti a punti prendono la metà del punteggio. Con il congelamento al quinto passaggio di gara, rientrano in classifica anche i protagonisti del terribile crash del settimo passaggio.

Dunque Jack Aitken e Luca Ghiotto hanno chiuso la gara rispettivamente al quinto e al sesto posto. Sesto posto per Yuki Tsunoda, uno dei grandi protagonisti della Feature Race di ieri davanti a Callum Ilott. Il britannico del team UNI-Virtuosi ha perso altri punti importanti in classifica nei confronti del leader Mick Schumacher. Dan Ticktum (DAMS) ottavo davanti a Pedro Piquet e a un Robert Shwartzman ancora in crisi, sebbene abbia corso sulla pista di casa.

F2: quattro team pronti a presentare appello contro la Prema

Articolo precedente

F2: quattro team pronti a presentare appello contro la Prema

Articolo successivo

Tsunoda: "Ho imparato a staccare con le barriere in pista..."

Tsunoda: "Ho imparato a staccare con le barriere in pista..."
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie FIA F2
Evento Sochi
Autore Giacomo Rauli