F2, Sochi: Drugovich brilla nelle Libere, Piastri decimo

Il brasiliano della UNI-Virtuosi ha ottenuto il miglior tempo nelle Libere ma rischia di vedersi penalizzato in qualifica per un errore commesso nell'ultimo giro. Zhou, Shwartzman e Piastri sono in top 10.

F2, Sochi: Drugovich brilla nelle Libere, Piastri decimo

Chiuso il capitolo Monza, i piloti della Formula 2 sono tornati in pista questo weekend per affrontare il round numero 6 della stagione sul tracciato di Sochi.

Al termine delle Libere i valori in campo visti sino ad ora sono rimasti praticamente immutati, con i team di fascia alta a fare la voce grossa. In cima alla classifica dei tempi ha messo il proprio autografo Felipe Drugovich.

Il brasiliano della UNI–Virtuosi ha fermato il cronometro sul tempo di 1’49’’423, ma rischia di vedere compromesse le qualifiche per non aver rispettato le indicazioni dei cartelli posti nella via di fuga in curva 2 ed i commissari hanno messo sotto la lente di ingrandimento questa manovra.

Alle spalle di Drugovich, con un ritardo di soli 21 millesimi, si è piazzato un Boschung davvero in palla in questa seconda fase di stagione. Lo svizzero del Campos Racing ha messo la propria monoposto davanti a due nomi di peso della categoria: Pourchaire e Zhou.

Il rookie francese, ancora una volta, è stato il miglior portacolori della ART Grand Prix centrando il terzo crono in 1’49’’602, mentre il cinese ha pagato un gap da Pourchaire di 5 centesimi confermando però con questa prestazione l’ottimo lavoro svolto sin da  subito dalla UNI-Virtuosi.

Altra conferma in questa sessione è arrivata da Juri Vips. L’estone, reduce da un weekend di Monza deludente, ha ottenuto il quinto riferimento in 1’49’’680 mettendosi davanti ad un Bent Viscaal che, ancora una volta, si conferma pilota di riferimento del team Trident.

È iniziato in modo convincente il weekend di casa di Robert Shwartzman. Lo zar ha ottenuto il settimo crono in 1’49’’839 ma ha fatto intravedere la possibilità di abbassare notevolmente questo riferimento qualora riesca a sistemare l’ultimo settore.

Alle spalle del russo hanno completato la top ten Christian Lundgaard, Richard Verschoor ed il leader del campionato Oscar Piastri. L’australiano ha affrontato questa sessione con la calma che ormai lo contraddistingue cercando di lavorare sulla definizione dell’assetto della sua Prema ed ha chiuso il turno con il crono di 1’49’’991 diventando così l’ultimo pilota a scendere sotto il muro dell’1’50’’.

Cla Pilota Team Giri Tempo Distacco Distacco Mph
1 Brazil Felipe Drugovich
United Kingdom UNI-Virtuosi 15 1'49.423 192.398
2 Switzerland Ralph Boschung
Spain Campos Racing 16 1'49.444 0.021 0.021 192.361
3 France Théo Pourchaire
France ART Grand Prix 17 1'49.602 0.179 0.158 192.084
4 China Guan Yu Zhou
United Kingdom UNI-Virtuosi 16 1'49.651 0.228 0.049 191.998
5 Estonia Jüri Vips
United Kingdom Hitech Racing 15 1'49.680 0.257 0.029 191.947
6 Netherlands Bent Viscaal
Italy Trident 16 1'49.802 0.379 0.122 191.734
7 Russian Federation Robert Shwartzman
Italy Prema Powerteam 17 1'49.839 0.416 0.037 191.669
8 Denmark Christian Lundgaard
France ART Grand Prix 16 1'49.871 0.448 0.032 191.613
9 Netherlands Richard Verschoor
Netherlands MP Motorsport 16 1'49.929 0.506 0.058 191.512
10 Australia Oscar Piastri
Italy Prema Powerteam 16 1'49.991 0.568 0.062 191.404
11 India Jehan Daruvala
United Kingdom Carlin 17 1'50.052 0.629 0.061 191.298
12 New Zealand Marcus Armstrong
France DAMS 15 1'50.122 0.699 0.070 191.177
13 Israel Roy Nissany
France DAMS 15 1'50.127 0.704 0.005 191.168
14 Germany Lirim Zendeli
Netherlands MP Motorsport 16 1'50.408 0.985 0.281 190.681
15 New Zealand Liam Lawson
United Kingdom Hitech Racing 15 1'50.466 1.043 0.058 190.581
16 Brazil Guilherme Samaia
Czech Republic Charouz Racing System 16 1'50.489 1.066 0.023 190.542
17 United Kingdom Jake Hughes
HWA Racelab 17 1'50.610 1.187 0.121 190.333
18 Germany David Beckmann
Spain Campos Racing 16 1'50.764 1.341 0.154 190.068
19 Brazil Enzo Fittipaldi
Czech Republic Charouz Racing System 16 1'50.803 1.380 0.039 190.002
20 Japan Marino Sato
Italy Trident 16 1'50.944 1.521 0.141 189.760
21 United Kingdom Dan Ticktum
United Kingdom Carlin 15 1'50.992 1.569 0.048 189.678
22 Italy Alessio Deledda
HWA Racelab 12 1'52.531 3.108 1.539 187.084
condividi
commenti
Oscar Piastri: quando vincere di tutto ti rende invisibile

Articolo precedente

Oscar Piastri: quando vincere di tutto ti rende invisibile

Articolo successivo

F2 e F3 cambiano format: di nuovo insieme nel 2022

F2 e F3 cambiano format: di nuovo insieme nel 2022
Carica i commenti