F2, Silverstone: Ticktum è un fulmine nelle Libere

Il pilota inglese è stato il più rapido ed ha rifilato ben due decimi al primo degli inseguitori, Oscar Piastri. Vips è terzo poco distante. Pourchaire e Deledda provocano due bandiere rosse.

F2, Silverstone: Ticktum è un fulmine nelle Libere

Dopo oltre un mese di attesa i piloti della Formula 2 sono tornati in pista, questa volta su un tracciato carico di storia ed affascinante come Silverstone, per disputare la sessione di Libere che ha dato il via al weekend del GP di Gran Bretagna.

Ad imporsi, con una grande prestazione, è stato Dan Ticktum. Il pilota di casa, reduce da un fine settimana a Baku chiuso tra le polemiche per il contatto con Pourchaire ed Armstrong nella Feature Race e per la penalità che lo ha privato di una possibile vittoria, ha messo il proprio autografo in cima alla lista dei tempi con il crono di 1’41’’750.

Ad impressionare della prestazione dell’inglese è stato soprattutto il distacco inflitto ai suoi avversari. Ticktum e Piastri sono stati gli unici a scendere sotto il muro dell’1’42’’, ma il britannico ha rifilato ben due decimi al pilota della Prema, perdendo slancio soltanto nell’ultimo settore.

Piastri è sembrato subito a proprio agio con il set up della sua monoposto e si candida ad un altro weekend di alto livello che potrebbe consentirgli di ridurre il distacco in classifica da Zhou.

Altro pilota che ha ben impressionato è stato Juri Vips. L’estone, reduce da due successi a Baku, ha chiuso con il terzo crono in 1’42’’060, ma ha faticato soprattutto nel secondo settore, segno che c’è ancora del margine per migliorare l’assetto della sua Hitech.

Alle spalle di Vips troviamo un Verschoor che ha stupito con il crono di 1’42’’100 ed un gap dalla vetta di 3 decimi e mezzo, mentre a 120 millesimi di ritardo dall’olandese si è piazzato Jehan Daruvala.

L’indiano ha confermato l’ottima base di partenza del team Carlin ed è atteso ad una qualifica da protagonista per dare una svolta ad una stagione sino ad ora caratterizzata più da ombre che da luci.

Il leader della classifica, Guanyu Zhou, dopo aver avuto il primo assaggio di F1 in Austria ha chiuso le Libere con il sesto riferimento in 1’42’’333 e per appena 4 millesimi è riuscito a precedere un Christian Lundgaard alla disperata ricerca di un weekend di riscatto dopo aver trascorso metà stagione a fare i conti con la cattiva sorte.

Sorprende anche l’ottavo crono di Lirim Zendeli, autore del tempo di 1’42’’451, bravo a precedere Liam Lawson e Robert Shwartzman. Lo zar, reduce dal primo successo stagionale in Gara 1 a Baku, è atteso ad un weekend incisivo a cominciare dalla qualifica che si disputerà alle 17:50 italiane.

Da segnalare le due bandiere rosse sventolate durante il turno. La prima è stata provocata da Theo Pourchaire, finito contro le barriere nel secondo settore nel corso dei minuti iniziali del turno, mentre la seconda è stata causata da Deledda finito in testacoda e poi rimasto fermo in pista.

Cla Pilota Team Giri Tempo Distacco Distacco Mph
1 United Kingdom Dan Ticktum
United Kingdom Carlin 17 1'41.750 208.428
2 Australia Oscar Piastri
Italy Prema Powerteam 17 1'41.980 0.230 0.230 207.958
3 Estonia Jüri Vips
United Kingdom Hitech Racing 14 1'42.060 0.310 0.080 207.795
4 Netherlands Richard Verschoor
Netherlands MP Motorsport 17 1'42.100 0.350 0.040 207.714
5 India Jehan Daruvala
United Kingdom Carlin 16 1'42.220 0.470 0.120 207.470
6 China Guan Yu Zhou
United Kingdom UNI-Virtuosi 14 1'42.333 0.583 0.113 207.241
7 Denmark Christian Lundgaard
France ART Grand Prix 17 1'42.337 0.587 0.004 207.232
8 Germany Lirim Zendeli
Netherlands MP Motorsport 16 1'42.451 0.701 0.114 207.002
9 New Zealand Liam Lawson
United Kingdom Hitech Racing 16 1'42.501 0.751 0.050 206.901
10 Russian Federation Robert Shwartzman
Italy Prema Powerteam 16 1'42.536 0.786 0.035 206.830
11 Israel Roy Nissany
France DAMS 17 1'42.605 0.855 0.069 206.691
12 Switzerland Ralph Boschung
Spain Campos Racing 16 1'42.707 0.957 0.102 206.486
13 New Zealand Marcus Armstrong
France DAMS 15 1'42.707 0.957 0.000 206.486
14 Japan Marino Sato
Italy Trident 16 1'42.741 0.991 0.034 206.418
15 Netherlands Bent Viscaal
Italy Trident 16 1'42.933 1.183 0.192 206.033
16 Brazil Felipe Drugovich
United Kingdom UNI-Virtuosi 15 1'43.015 1.265 0.082 205.869
17 Italy Matteo Nannini
Spain Campos Racing 17 1'43.101 1.351 0.086 205.697
18 Germany David Beckmann
Czech Republic Charouz Racing System 17 1'43.154 1.404 0.053 205.591
19 United Kingdom Jack Aitken
HWA Racelab 16 1'43.480 1.730 0.326 204.943
20 Brazil Guilherme Samaia
Czech Republic Charouz Racing System 17 1'43.930 2.180 0.450 204.056
21 Italy Alessio Deledda
HWA Racelab 13 1'48.804 7.054 4.874 194.915
22 France Théo Pourchaire
France ART Grand Prix 3 2'09.466 27.716 20.662 163.808
condividi
commenti
F2: Matteo Nannini e Campos Racing ancora insieme a Silverstone

Articolo precedente

F2: Matteo Nannini e Campos Racing ancora insieme a Silverstone

Articolo successivo

F2, Silverstone: Piastri conquista una prima pole esagerata

F2, Silverstone: Piastri conquista una prima pole esagerata
Carica i commenti